Magistratura tedesca caccia siriano Capo Jamil Hassan

0
53

Con un Mandato d’arresto internazionale lascia Germania Boia di N. 1 dopo il temuto Jamil Hassan. È il primo Tentativo, il Regime di Assad proprie Responsabilità.

Immagine satellitare del famigerato Foltergefängnisses Sednaja in Siria

La Gioia è Anwar Al-Bunni Giorni successivi vedere. Ancora toccati da questo Successo, anche la sua, dice: “Già da sette Anni, speriamo la Vittima, che qualcuno di loro accetta. Nessuno ha fatto. Ora è tornata la Speranza. Non potete immaginare quanto grande questo Messaggio è per le Vittime e per tutti i Siriani”.

Le Vittime sono Migliaia di Siriani in Assads Folterkellern seduti. I Figli, Coniuge, Genitori e Amici che hanno perso attraverso i suoi Scagnozzi.

Una delle Oberschergen Jamil Hassan, Capo siriano Luftwaffengeheimdienstes, uno dei più stretti Consiglieri Assads. Da Anni il suo Nome si trova Sanktionslisten dell’UE e del dipartimento del Commercio STATUNITENSE. Il potente Capo deve essere responsabile, che dal 2011 Centinaia di Persone nelle Carceri siriane torturati, alcuni di loro sono anche morti. Se il Generalbundesanwalt di lui in tutto il mondo per la Ricerca ausschreibt, la Magistratura tedesca di più Prove di Violenza strutturale in Siria in Mano al Regime di Assad caro. Al-Bunni è il temuto Jamil Hassan due volte incontrato e avuto subito l’Impressione che “sono le Persone che credono che solo con il Potere, Armi e Distruzione vince”. E dopo un attimo di Esitazione: “non lo Posso come Persone designare, in realtà non sono.”

Poiché egli conosce la Vittima Hassan. Un prominente Avvocato siriano ha Al-Bunni le Vittime del Regime siriano, difende, Tortura denunciati, per i diritti Umani. Ed egli passò quindi a cinque Anni di Carcere.

Comunità internazionale rimane con le mani in

Al-Bunni venuto in Germania, che ha incontrato i Sopravvissuti del Folterregimes di nuovo. E infatti anche qui la cosa come un Avvocato per i diritti Umani fa. Testimonianze, raccolta di Prove, Vittima di incoraggiare e assistere il tutto, in modo che a un certo punto qualcuno di successo è in grado di determinare.

Avvocato per i diritti umani al-Bunni: “non Potete immaginare quanto grande questo Messaggio per le Vittime”

Il tribunale Penale Internazionale, non poteva contare, perché la Siria non è stato Contraente. Pertanto, essa non è competente. Una Speranza sarebbe ancora il consiglio di sicurezza sono stati, a Conoscenza di tutte le Atrocità del Regime siriano alla corte Penale Internazionale avrebbe dovuto incaricare. Se non fosse per la Vetomacht Russia. Quello che l’ex Procuratore capo del tribunale Penale Internazionale Carla del Ponte, solo in questa Settimana, in un Colloquio con il Radioglobo convenuto: “Hai mai fatto nulla. Abbiamo anche kommissionsspezifische Rapporti, che in realtà rinvii a giudizio. Gli Yezidi, questo è stato un Genocidio, è un Genocidio. Abbiamo il cosiddetto Cesare Report, che era la Tortura nelle Carceri. Tutto ciò che abbiamo fatto, ma nulla è accaduto. Perché? La Volontà politica non c’è.”

Quindi dovevano Menschenrechtsanwälte un altro giuridiche per andare Via. Accuse dopo il Weltrechtsprinzip. Genocidio, crimini di guerra e Crimini contro l’Umanità, che in seguito possono essere ovunque, sono punibili, non importa dove i Fatti sono stati commessi o per i quali la Cittadinanza si tratta. In Italia questo Principio nel 2002 Völkerstrafgesetzbuch aggiunto.

La Menschenrechtsanwälte dell’European Center for Constitutional and Human Rights (ECCHR) hanno congiuntamente con Anwar Al-Bunni, che la Germania è l’unico Paese sulla Base di questo, accetta.

Magistratura tedesca continua a Punta

Il ECCHR lavora a Berlino-Kreuzberg su una luminosa Fabriketage. Da dieci Anni si ricollega tutto il mondo Contatti con Menschenrechtsanwälten, Völkerrechtlern e Violenze. E anche con il cosiddetto Gruppo di Cesare: Il nome in codice di un ex siriano Militärfotografen, più di 50.000 Immagini all’Estero bootlegged. Il suo Compito, dal 2011, è stato, Foto di Cadaveri nelle Carceri siriane. Le orribili Immagini sono ora Prove importanti per la sistematica Tortura in Assads Segrete.

Guarda il Video 04:29 Ora live 04:29 Min. Condividere

Inferno dietro le Sbarre

Inviare Facebook Twitter google+, Tumblr VZ Mr. Wong Xing Newsvine Digg

Permalink http://p.dw.com/p/2wwms

Inferno dietro le Sbarre: le Donne in Siria Carceri

Anche Patrick Kroker, come Avvocato, la Siria, le Denunce preparato, si vede la grande Gioia per il Mandato immediatamente. “In questo modo il Generalbundesanwalt chiaramente che era il Sistema che ha esaminato e di sufficienti elementi di Prova contro il Foltersystem ha raccolto, per un Mandato di adottare”, dice. Dal 2011 il più alto Boia a causa di Violazioni dei diritti umani contro la Siria. Germania, giocando così un ruolo di Precursore. Questo è anche il costante Lavoro del ECCHR grazie. Lo scorso Anno, ha presentato quattro denunce Penali – e tre insieme con il siriano Kooperationsanwälten Mazen Darwish e Anwar al-Bunni e con il Gruppo di Cesare quando Generalbundesanwalt. Questo, a sua volta, ha proprie Conoscenze. È il Principio della saggezza della folla. Tassello per Tassello si arriva insieme, alla Fine, è una Prova tangibile.

Popoli, ascolta il Segnale

Come Venerdì scorso Specchio Online di Mandato ha riferito, erano gli Avvocati quando ECCHR sorpreso. Si chiedevano perché il Mandato d’arresto “trapelare”. E perché è stato il Nome di Jamal Hassan chiamato? Di solito si dice solo, una Persona di alto livello. Patrick Kroker può solo ipotizzare: “Io credo che ora hanno un sacco di Gente il Segnale sentito che ci sono, almeno non in tutti i secoli continua così, ma che c’è di serio e di Aspirazioni, come questo Mandato.” Sia Kroker, come anche Al-Bunni, speriamo che questo Segnale anche gli altri Paesi europei svegliate. Pertanto invita Al-Bunni Indagini in tutti i Paesi europei: “è importante dimostrare che il Diritto non della Politica di controllo. Questo è importante per noi e per il Mondo.”

In Siria, egli crede, ho il Segnale anche capito. È lui il Mondo, non importa in Folterkellern succede.