Gli iPad ora possono formattare le unità esterne

0
1

Con il modo in cui “simile a un computer” Apple sta cercando di realizzare i suoi tablet, l'iPad è ancora, nella sua essenza, solo un telefono di grandi dimensioni. iPadOS è ancora basato su iOS e manca di molte delle funzionalità che ci aspettiamo da un dispositivo a grande schermo. Ma se sei il tipo che utilizza unità esterne con il tuo iPad, sarai felice di sapere che Apple sta finalmente aggiungendo qualcosa di cui avevamo bisogno da tempo.

La versione beta di iPadOS 18 di Apple ha introdotto un miglioramento significativo all'app File, consentendo agli utenti di riformattare le unità esterne direttamente dai propri iPad. Questa funzionalità, precedentemente esclusiva di Disc Utility di macOS, è qualcosa che avrebbe dovuto debuttare anni fa, dato che Apple ha voluto che gli utenti utilizzassero gli iPad come computer principale o secondario (e questo include in una certa misura gli utenti esperti).

Tuttavia, la riformattazione delle unità arriverà agli utenti come parte di iPadOS 18 entro la fine dell'anno. Con questa funzione, ora puoi accedere alle opzioni per riformattare le unità nei formati APFS (con varianti maiuscole e minuscole o crittografate), ExFAT e MS-DOS (FAT). Ciò rispecchia la funzionalità di Utility Disco su macOS, esclusi i formati di estensione specifici di macOS.

Kaleb Cadle

 

L'introduzione di opzioni per rinominare e cancellare unità esterne in iPadOS 17 ha lasciato intendere la possibilità di ulteriori miglioramenti, e sembra che li otterremo con questo nuovo aggiornamento principale. Questo sviluppo è importante in quanto aiuta a colmare ulteriormente il divario tra le funzionalità di iPadOS e macOS, in particolare per gli utenti che si affidano a unità esterne per i propri flussi di lavoro.

Ciò solleva anche la questione se funzionalità aggiuntive di Utility Disco, come "Ripristina" e “Pronto Soccorso”, potrebbe essere incorporato in iPadOS nei futuri aggiornamenti. Abbiamo anche una funzione chiamata "Mantieni scaricati" che ti consentirà di mantenere i file scaricati nella memoria principale anziché scaricarli automaticamente nel cloud.

Per ora, se vuoi provarlo, puoi farlo iscrivendoti alla beta. Non consigliamo vivamente di scaricare la beta alla maggior parte degli utenti, soprattutto non in questo momento, poiché siamo nella primissima beta pubblica. Una versione stabile di iPadOS 18 sarà disponibile entro la fine di quest'anno, probabilmente a settembre.

Fonte: Kaleb Cadle (Substack) tramite MacStories