Quanto è più veloce USB-C 3.1 rispetto a 2.0 nei telefoni Android?

0
2

Concetti principali

  • USB-C 3.2 può essere fino a 20 volte più veloce di USB-C 2.0 per il trasferimento di dati nei dispositivi Android.
  • I telefoni e i tablet Android premium in genere utilizzano USB-C 3.2, mentre le opzioni economiche si attengono a USB-C 2.0.
  • I modelli di punta più vecchi hanno USB-C 3.2, ma i nuovi Android di fascia media utilizzano USB-C 2.0.

Il salto da USB-C 2.0 a USB 3.2 può sembrare piccolo, ma in realtà sono mondi a parte per il trasferimento di dati tra dispositivi Android. La differenza è facile da trascurare: lo standard USB-C può aiutarti a effettuare un acquisto più consapevole, soprattutto quando sei bloccato tra due scelte simili.

USB-C 3.2 vs USB-C 2.0

Tutte le porte USB-C potrebbero assomigliarsi, ma non sono uguali. Se rimuovi qualsiasi connettore USB-C, vedrai 24 pin conduttivi. Non tutti questi pin sono collegamenti attivi (per l'erogazione di energia o il trasferimento di dati), ma USB-C 2.0 ha meno pin attivi rispetto a USB-C 3.2. Collegamenti più attivi significano punti extra per trasferimenti di dati più rapidi.

Grazie a questi collegamenti aggiuntivi, USB-C 3.2 può fornire velocità di trasferimento dati fino a 20 Gbps mentre USB-C 2.0 esegue la scansione a miseri 480 Mbps. La tecnologia USB-C 3.2 è arrivata a settembre 2017 per sostituire lo standard USB 3.1. Lo troverai nella maggior parte dei telefoni e tablet Android premium. I dispositivi economici e di fascia media, d'altra parte, sono ancora bloccati su USB-C 2.0.

Come dimostrerò attraverso i test, se sposti spesso i dati, USB-C 3.2 è un must. Vale sempre la pena prestare attenzione alle specifiche USB del tuo telefono o tablet. A volte, anche i modelli Prenium non utilizzano l'ultimo standard USB-C. Basti dire che l'USB può diventare complicato.

Test di configurazione

In teoria, USB-C 3.2 dovrebbe essere almeno 10 volte più veloce della sua controparte 2.0. Testare quelle velocità nelle impostazioni del mondo reale sembra abbastanza semplice. Basta trasferire un file di test da e verso un dispositivo e annotare il tempo trascorso.

Ma per rendere i test affidabili, dovrò assicurarmi che nessun collo di bottiglia di archiviazione ostacoli i trasferimenti. Ho utilizzato due dispositivi Android e un disco rigido Samsung portatile per la configurazione dei test. Ecco le specifiche per ciascuno.

  1. Samsung Galaxy Tab S7: USB-C 3.2 e UFS 3.1
  2. Infinix Zero X Neo: USB-C 2.0 e UFS 2.1
  3. SSD portatile Samsung SM 841: velocità di lettura e scrittura fino a 500 Mbps

Ho eseguito test di velocità di archiviazione interna su entrambi i dispositivi Android utilizzando l'app Cross Platform Disk Test disponibile su Play Negozio. I test di archiviazione mi hanno fornito la massima velocità di lettura e scrittura interna per telefono e tablet. Le loro velocità interne hanno raggiunto il massimo rispettivamente a quasi 2 Gbps e 7 Gbps.

Anche se entrambi i dispositivi eseguono uno standard UFS diverso, finché la velocità di trasferimento dati rimane ben al di sotto della velocità massima di archiviazione interna, non ci saranno colli di bottiglia. Inoltre utilizzo lo stesso cavo USB per entrambi i trasferimenti.

Esecuzione dei test

Dopo aver impostato tutto, è il momento di eseguire i test veri e propri. Innanzitutto ho trasferito un file di test da 5 GB dall'unità esterna al telefono Android. La velocità media è rimasta inferiore a 350 Mbps e il completamento del trasferimento ha richiesto quasi 120 secondi su USB-C 2.0.

Quindi ho collegato l'unità esterna al tablet e ho copiato lo stesso file nella memoria interna del tablet. Utilizzando USB-C 3.2, il trasferimento è terminato in poco meno di 25 secondi. La velocità di trasferimento si aggirava intorno a 1,2 Gbps.

Entrambe le velocità sono ben al di sotto delle soglie del collo di bottiglia.

Proviamo ora a inviare nuovamente lo stesso file all'unità esterna. Ho copiato il file da 5 GB dal telefono Infinix e ci sono voluti 1 minuto e 40 secondi. La velocità media è di 360 Mbps, più o meno la stessa del primo test USB-C 2.0.

Successivamente, io ha inviato lo stesso file di test dal mio tablet all'unità esterna. La velocità è stata di 2,1 Gbps e il trasferimento ha richiesto circa 15 secondi.

Ancora una volta, le velocità di trasferimento sono rimaste ben al di sotto dei parametri stabiliti, quindi nessuno dei due dispositivi ha avuto un collo di bottiglia.

Interpretazione dei risultati

Non sorprende che USB-C 3.2 superi USB-C 2.0 di un miglio. Il tablet USB-C 3.2 è stato quasi quattro volte più veloce del telefono 2.0 quando ho inviato il file dall'unità esterna. La differenza di prestazioni è ancora più drastica nel secondo test—USB-C 2.0 non si è nemmeno avvicinata. USB-C 3.2 era 20 volte più veloce di USB-C 2.0!

Anche in superficie, il contrasto è netto. Ciò aumenta se si spostano spesso file di grandi dimensioni avanti e indietro, ad esempio per l'editing di foto o video. Se mai dovessi migrare tutto su un altro dispositivo, un Android con USB-C 3.2 ti garantirà operazioni di backup e ripristino più veloci. Oltre al trasferimento dei dati, la riproduzione dal supporto esterno dovrebbe essere più fluida grazie alla maggiore velocità di lettura.

Acquistare il dispositivo Android giusto

I produttori spesso rilasciano telefoni premium insieme a un dispositivo “leggero” versione. In genere troverai USB-C 3.2 e USB-C 2.0 in queste coppie. Prendiamo ad esempio il OnePlus 12 e il suo fratello, il OnePlus 12R. OnePlus non lo pubblicizza ed è facile non vederlo nella tabella delle specifiche, ma OnePlus 12 ha 3.2 e la variante OnePlus 12R viene fornita con USB-C 2.0.

Gli Android di fascia media e entry-level in genere dispongono di USB-C 2.0. Un buon modo per trovare USB-C 3.2 a buon mercato sono i vecchi flagship risalenti al 2017. Questi vecchi telefoni di punta spesso rientrano nella stessa fascia di prezzo dei nuovi telefoni di fascia media. Quindi, se stai considerando un vecchio Android di punta, USB-C 3.2 è un altro vantaggio che ottieni.