Erdogan combatte il rivale chiave nelle elezioni locali turche

0
2

Il voto turco domenica alle elezioni municipali nazionali si è concentrato sul tentativo del presidente Tayyip Erdogan di riprendere il controllo di Istanbul dal principale rivale Ekrem Imamoglu, che mira a riaffermare l'opposizione come forza politica dopo amare sconfitte elettorali dello scorso anno.

Il sindaco di Istanbul Imamoglu ha inferto a Erdogan e al suo partito AK il più grande colpo elettorale di due decenni al potere con la sua vittoria nel voto del 2019. Il presidente ha reagito nel 2023 assicurandosi la rielezione e la maggioranza parlamentare con i suoi alleati nazionalisti.

I voti di domenica potrebbero ora rafforzare il controllo di Erdogan sulla Turchia, membro della NATO, o segnalare un cambiamento nel panorama politico diviso della principale economia emergente. Una vittoria di Imamoglu alimenta le aspettative di un futuro leader nazionale.

Pubblicità

I seggi elettorali aprono alle 7:00 (04:00 GMT) nella Turchia orientale, con votazioni altrove che iniziano alle 8:00 e terminano alle 17:00. I primi risultati sono attesi entro le 22:00. (19:00 GMT).

I sondaggi suggeriscono una corsa serrata a Istanbul, una città di 16 milioni di abitanti che guida l'economia turca, dove Imamoglu deve affrontare una sfida da parte del candidato dell'AKP Murat Kurum, un ex ministro.

LEGGI ANCHE | Risultato elettorale della Turchia: la volontà di Erdogan, la via del Paese

I risultati saranno probabilmente influenzati in parte dai problemi economici causati da un'inflazione dilagante vicina al 70% e dagli elettori curdi e islamici che valutano la performance del governo e le loro speranze per il cambiamento politico.

Mentre il premio principale per Erdogan è Istanbul,cerca anche di riconquistare la capitale Ankara. Entrambe le città sono state vinte dall'opposizione nel 2019, dopo essere state sotto il governo dell'AKP e dei predecessori islamici nei precedenti 25 anni.

Pubblicità

Le prospettive di Erdogan sono state aiutate dal crollo dell'alleanza dell'opposizione che ha sconfitto l’anno scorso, anche se Imamoglu continua ad attrarre elettori che vanno oltre il Partito popolare repubblicano, il suo principale partito di opposizione. Gli elettori del principale partito filo-curdo sono stati cruciali per il successo di Imamoglu nel 2019. Il loro partito DEM questa volta sta schierando un proprio candidato a Istanbul, ma molti curdi dovrebbero mettere da parte la lealtà al partito e votare di nuovo per lui.

Nel sud-est prevalentemente curdo, il DEM sta cercando di riaffermare la sua forza dopo lo stato ha spodestato i sindaci del partito filo-curdo in seguito alle precedenti elezioni per presunti legami con i militanti.

Un fattore che gioca contro Erdogan è l'aumento del sostegno al Partito islamico New Welfare Party a causa della sua linea dura contro Israele sulla questione di Gaza conflitto e insoddisfazione per la gestione dell'economia da parte dell'AKP, di matrice islamica.

© The Indian Express Pvt Ltd