Recensione Samsung Galaxy S24 Ultra

0
4

Un termine che a volte viene usato con troppa facilità ma che mai quanto oggi calza a pennello è “top di gamma”. Galaxy S24 Ultra sarà per tutto il 2024 la punta di diamante di Samsung, lo smartphone più prestante, con le migliori camere possibili e che oltre ad essere un Galaxy S raccoglie anche l’eredità della serie Note con la sua mitica S-Pen. Quest’anno in titanio ma soprattutto più “intelligente” che mai. Sì, sarà proprio l’intelligenza artificiale l’indiscussa protagonista del 2024.

Peso e dimensioni

79 X 162.3 X 8.6
232 g

Sistema operativo

Android 14, One UI 6.1

Storage

256 GB

Display

6.8″
1440 x 3088

Camera

200 mpx f/1.7
Frontale 12 mpx

SOC e RAM

Qualcomm SM8650-AC Snapdragon 8 Gen 3 (4 nm)
RAM 12 GB

Rete

HSPA, LTE-A (up to 7CA), 5G

Batteria

5000 mAH Scheda tecnica completa

Confezione e contenuto

La confezione l’abbiamo già descritta durante l’unboxing ma non ci vuole molto per fare un riassunto: smartphone e cavo USB-C.

Materiali design e touch-and-feel

In verità anche i materiali e le sensazioni al tatto le abbiamo già descritte durante l’unboxing ma qui, a differenza della confezione, è il caso di spendere due parole in più. La grande novità è l’introduzione della scocca in titanio, cosa che visti i 232 grammi di peso non sembra avere portato grandissimi benefici in questo senso ma fa la differenza in quanto a ergonomicità perché in mano rispetto a S23 Ultra si tiene meglio e scivola molto meno. Lo spessore è pari a 8,6 millimetri e la certificazione di impermeabilità c’è ed è la solita IP68 quindi nulla di particolare da segnalare su questo.

L’always-on display ovviamente è presente e mostra le notifiche, così come c’è lo sblocco con sensore di impronta sotto al display sempre affidabile. In quanto a connettività troviamo 5G, WiFi 7 tri-band, Bluetooth 5.3, GPS, NFC, Android Auto, interfaccia desktop Dex wireless e connettore USB-C 3.2.

Display

Il display è un Dynamic AMOLED 2X da 6.8″ con risoluzione QHD+, refresh rate variabile da 1 a 120Hz e vetro Corning Gorilla Armor a protezione. La qualità di Samsung in fatto di display AMOLED non si mette mai in discussione, nemmeno sui base/medi di gamma quindi qua sembra quasi superfluo dire che i colori sono ottimi, la luminosità, che raggiunge i 2.600 nits è altissima e non ho riscontrato nessun difetto quando invece è impostata al minimo. La novità rispetto a S23 Ultra oltre la maggiore luminosità è che adesso troviamo i bordi piatti, grande vantaggio quando si va ad utilizzare la S-Pen.

Processore e memoria

Il processore è lo Snapdragon 8 Gen 3 con 12GB di RAM e 256/512GB o 1TB di memoria interna.

Batteria

La batteria è una 5.000mAh con ricarica cablata a 45W e ricarica wireless a 15W, dalla quale forse un po’  tutti ci aspettavamo qualcosa in più dei 45W, ma comunque lo 0-65% in 30 minuti non è così male quindi va bene. In termini di autonomia siamo in linea con S23 Ultra o leggermente sopra, ci arrivo a sera con circa il 20-25% di carica residua, che non è male, e ci sono anche varie ottimizzazioni sulla ricarica per preservarne la salute.

Software ed ecosistema

Il software a bordo di S24 Ultra è Android 14 con la ONE UI 6.1 e soprattutto con una grande promessa: gli aggiornamenti sono garantiti per ben 7 anni. Significa 7 anni non solo di aggiornamenti di sicurezza ma anche della versione di Android, arriveremo ad Android 21 quindi (a meno che ovviamente non cambi la nomenclatura nel frattempo). La grande protagonista è l’Intelligenza Artificiale, non ci sono dubbi. La troviamo nel comparto camere come vedremo tra poco, la troviamo sulla ricarica della batteria, la troviamo in maniera davvero importante all’interno del reparto telefonico, altra cosa che trovate qui sotto, e poi la troviamo in funzione come il “Cerchia a Cerca” o all’interno dell’app Notes di Samsung. La prima permette di cerchiare con una semplice gesture qualsiasi cosa in quel momento abbiamo sullo schermo e cercarla sul web, la seconda di registrare riunioni, o magari lezioni universitarie e trovarsele per iscritto, tradotte se necessario e riassunte in sommari davvero ben fatti. Sono funzione che abbiamo già raccontato alla presentazione e che magari si trovavano già su altri telefoni o tramite app di terze parti ma che rappresentano un importante passo avanti avendole così integrate sul proprio dispositivo nativamente. Alcune girano in locale, quelle relative a Gemini Nano, altre sui server in cloud, anche di questo abbiamo parlato. L’unica incognita riguarda il fatto che Samsung le dichiara gratuite fino a dicembre 2025? Cosa succederà dopo? Saranno a pagamento?

Reparto telefonico

Il comparto telefonico è nella media in quanto a ricezione e qualità audio, in vivavoce si sente e si viene capiti senza problemi e poi ovviamente c’è la compatibilità con le eSIM. Ciò che eleva questo comparto sopra la media è un ottimo dialer con AI integrata. I Galaxy S24 possono farci rispondere scrivendo quando non possiamo parlare, così da leggere cosa dice l’interlocutore, anche in un’altra lingua con relativa traduzione in tempo reale, e da far leggere a voce all’interlocutore quello che noi scriviamo in risposta. Ovviamente in qualsiasi momento possiamo decidere di prendere la chiamata normalmente e iniziare a parlare direttamente. Io ho provato anche a usare questa funzione non per ricevere queste chiamate ma per farle, provando ad esempio a prenotare un ristorante in un’altra lingua mentre ero all’estero e c’è un inconveniente. Trattandosi di traduzione automatica la voce che l’interlocutore sente non parte subito con la traduzione di quello che abbiamo detto noi ma legge prima un disclaimer avvisando che si tratta appunto di traduzione automatica, ecco sentendo frasi del genere chi sta dall’altra parte spesso pensa si tratti di SPAM e mette giù. Si tratta comunque di funzioni utilissime e che ci possono davvero semplificare la vita, so bene che già c’erano su Pixel o anche sui “vecchi” Galaxy grazie a Bixby, spesso cose simili sono anche fatte da app esterne ma avere tutto integrato nativamente sullo smartphone è sempre più comodo ed efficiente.  

Foto e video

Il comparto camere è formato da:

  • camera principale da 200MP con apertura f/1.7 e stabilizzazione ottica,
  • camera ultra-grandangolare da 12MP con apertura f/2.2 e campo visivo da 120°,
  • teleobiettivo con zoom ottico 3X da 10MP con apertura f/2.4 e stabilizzazione ottica,
  • teleobiettivo con zoom ottico 5X da 50MP con apertura f/3.4 e stabilizzazione ottica
  • camera interna da 12MP con apertura f/2.2.

Il comparto camere è sempre stato il vero punto focale dei Galaxy S “Ultra” e in effetti parliamo del miglior Samsung del 2024 per questo, sarà anche il migliore Android? O il migliore in assoluto? Uscirà presto un confronto con iPhone 15 Pro Max per capire questo ma diciamo che si ripete un po’ quello che era già successo con S23 Ultra, iPhone sembra ancora un filo superiore nei video ma questo Galaxy vince in quanto a foto. Video che comunque rispetto a S23 Ultra risultano migliorati. La fotocamera è un altro componente che beneficia molto dell’AI, sia in termini di scatto che di modifiche in post produzione. Poter generare i bordi tagliati di un’immagine ruotata, poter eliminare un soggetto dalla foto oppure poterlo spostare, sono tutte funzioni alcune nuove e altre migliorate che sfruttano l’AI, in questo caso online e non in locale ma che lavorano davvero bene.

Audio

L’audio è ottimo, non eccelle ma non ci si può certo lamentare. Manca ovviamente il jack audio ma gli altoparlanti sono stereo, con un buon volume e ben bilanciati.

App e gaming

Le prestazioni sono da top di gamma, nulla da dire, questo Snapdragon 8 Gen 3 lo abbiamo già incontrato su altri smartphone ed è tanto potente quanto efficiente, non riscalda mai senza motivo e non consuma troppo durante il normale utilizzo quotidiano. Applicazioni e giochi girano tutti al massimo e ottima è anche la vibrazione, abbastanza potente e precisa.

Giudizio finale

Galaxy S24 Ultra in Italia arriva con i seguenti prezzi di listino:

  • 1.499 euro per la versione 12/256GB,
  • 1.619 euro per la versione 12/512GB,
  • 1.859 euro per la versione 12GB/1TB.

Samsung al lancio, come sempre, ha previsto diverse promozioni. In primis si prende il 512GB al prezzo del 256GB e la versione da 1TB al prezzo di quella da 512GB, poi c’è una supervalutazione dell’usato pari a 100 euro ed in più ci sono voucher sconto o cashback e promozioni simili che trovate sia sul sito Samsung che ad esempio su rivenditori terzi e alla fine il 12/512GB si riesce a prendere sotto i 1.200 euro. Che dire, uno smartphone davvero top, al momento il miglior smartphone in assoluto un po’ per tutti, vedi studenti con le note vocali e la funzione sommario, vedi chi per lavoro si interfaccia con l’estero e beneficia dei sistemi di traduzione. L’unico ambito dove si può avere di più con un altro smartphone è quello dei creators che fanno video e lavorano con i social, lì iPhone rimane ancora un filo superiore. Le funzioni legate all’AI arriveranno solo sugli S23 e sui Flip 5 e Fold 5, non su altri Samsung perché a detta loro la potenza hardware non basterebbe. Le conclusioni sono quindi che il passaggio da S23 Ultra a questo non conviene di certo, dai modelli più vecchi se avete piacere o necessità di queste funzioni allora sì, il cambio è “necessario”.

Samsung Galaxy S24 Ultra Smartphone AI, Caricatore incluso, Display 6.8” QHD+ Dynami…Acquista ora su Amazon! 1499,00 €