L'industria tedesca può investire nei corridoi industriali della difesa in UP, TN: da Delhi a Berlino

0
51

Sottolineando che ci sono possibilità per investimenti tedeschi nei due corridoi industriali della difesa istituiti in Uttar Pradesh e Tamil Nadu, martedì l'India ha dichiarato alla Germania che l'industria della difesa del paese può partecipare alle catene di approvvigionamento dell'industria della difesa tedesca e aggiungere valore all'ecosistema, oltre a contribuire alla resilienza della catena di approvvigionamento.

In una dichiarazione, dopo un incontro bilaterale tra il ministro della Difesa Rajnath Singh e il suo omologo tedesco, Boris Pistorius,

Il Ministero della Difesa (MoD) ha affermato in una dichiarazione che i due hanno esaminato le attività di cooperazione bilaterale in materia di difesa in corso e hanno esplorato modi per migliorare la collaborazione, in particolare la partnership industriale della difesa.

Pistorius, che è in visita di quattro giorni a L'India – la prima per un ministro della Difesa tedesco dal 2015 – ha dichiarato separatamente ai media tedeschi che l'industria tedesca è “a buon punto” su un possibile accordo di circa sei sottomarini con l'India. “La procedura non è ancora terminata, ma penso che l'industria tedesca sia a buon punto in quella gara”, ha affermato.

Lunedì, Pistorius aveva dichiarato a The Indian Express che la Germania è entusiasta di una potenziale cooperazione con l'India sulla tecnologia sottomarina di ThyssenKrupp Marine Systems (tkMS).

Fonti hanno affermato che durante l'incontro bilaterale, la Germania aveva discusso la possibilità di una cooperazione con l'India sulla tecnologia sottomarina da tkMS, a cui l'India ha evidenziato la rotta P 75I.

Per la sua flotta di sottomarini in diminuzione, la Marina sta cercando di procurarsi sei sottomarini diesel-elettrici avanzati nell'ambito del Progetto 75I, un accordo che deve ancora andare avanti a causa di vari parametri tecnici. MDL e L&T collaboreranno con un produttore straniero per realizzare i sottomarini.

Pubblicità

Nell'incontro bilaterale, Singh ha detto a Pistorius che India e Germania potrebbero costruire una relazione più simbiotica basata su “obiettivi condivisi e complementarità di forza”, tra cui forza lavoro qualificata, costi competitivi dall'India e tecnologie avanzate e investimenti dalla Germania.

Le due nazioni hanno una partnership strategica dal 2000, che è stata rafforzata attraverso consultazioni intergovernative dal 2011 a livello di capi di governo.

Pistorius ha dichiarato ai media tedeschi: “Siamo totalmente d'accordo sulla Ruolo tedesco ed europeo nell'Indo Pacifico. Ha anche affermato che Berlino è d'accordo sul fatto che sia necessario un maggiore impegno dell'Europa e della Germania per svolgere un ruolo rilevante lì.

Pubblicità

Ha affermato che è necessaria una maggiore cooperazione, non solo nelle esercitazioni militari congiunte ma anche nell'industria della difesa, e la Germania ci sta lavorando. Ciò include non solo in termini di sottomarini, ma anche in altri aspetti. Ha detto: “Penso che dovremmo, e possiamo e dovremmo, fare di più in quella regione in collaborazione con l'India perché ci stiamo avvicinando a tempi [in cui] non possiamo davvero prevedere cosa… ;succederà nei prossimi anni.”

Il ministro tedesco ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di un partner strategico come l'Indonesia, come l'India, ad esempio, per garantire che la legge sulla libera navigazione e le rotte commerciali libere siano realizzabili anche nel prossimo decennio. Questo è un problema per diversi partner, ma non per ciascun partner, piuttosto come squadra.”

Parlando con i media tedeschi, Pistorius ha detto a proposito dell'incontro: “Molta preoccupazione per quanto sta accadendo in questo momento nell'Indo Pacifico, l'avvicinamento cinese allo Stretto di Taiwan, ma soprattutto il mare, lo Stretto di Malacca, gli effetti del traffico marittimo sulle acque indiane: tutto ciò preoccupa comprensibilmente gli indiani. Ed è per questo che la cooperazione è importante in un simile esercizio.”

Affermando di aver “anche solo accennato” alla questione dei progetti concreti di cooperazione, Pistorius ha affermato: “In tal caso, ad esempio, potrebbe essere l'acquisizione di sei sottomarini, il TKMS, potrebbe diventare un progetto di punta. Abbiamo parlato di quale e fino a che punto è progredito il processo. Sembra che ci sia molto interesse in questo&"”

I due ministri hanno anche discusso della guerra Russia-Ucraina. “La guerra ha ripercussioni in ogni angolo del mondo e l'India si sta impegnando molto per ridurre in modo significativo e rapido la sua dipendenza dalla Russia per gli armamenti, che attualmente è al 60%. La Germania è il principale partner commerciale dell'India nell'UE, con un volume di 30 miliardi di euro. Questo è molto di più che tra India e Francia, per esempio. È qui che vogliamo essere maggiormente coinvolti”, ha affermato.

Pubblicità

Pistorius ha detto che “in parole povere” l'India è un importante, per non dire il più importante, partner strategico anche per l'Europa, come anche per la Germania. “Quindi dobbiamo trattarlo (Singh come tale. Ad esempio, penso, e gliel'ho detto, che sarebbe bello se potessimo trovare un modo per trattare l'India nello stesso modo in cui trattiamo il Giappone e l'Australia.

“Penso che sarebbe un passo successivo relativamente logico. Dobbiamo lavorare su questo. Questa è inizialmente una decisione politica in Germania. Dovremo discuterne perché se prendiamo sul serio il partenariato strategico, se vogliamo ampliarlo nell'interesse di superare la situazione nel Pacifico, sarà necessaria anche una cooperazione affidabile nel settore degli armamenti, militari nel corso del prossimo decennio. La cooperazione con partner strategicamente affidabili (è necessaria), e questo include l'India”. >

Da parte tedesca, erano presenti il ​​Segretario di Stato del Ministero della Difesa Benedikt Zimmer, oltre ad alti funzionari e l'ambasciatore del paese in India Philipp Ackermann.

Pubblicità

Alla richiesta di approfondire il progetto del sottomarino, il ministro tedesco ha dichiarato: “Stiamo parlando dei sei sottomarini. L'industria della difesa tedesca, in particolare i produttori, gode di un'ottima reputazione. Ma, ovviamente, ci sono concorrenti e sarà una questione di chi prevarrà. È lo stesso con noi, anche le compagnie di armamenti. Supportiamo il ‘Make in India’; pensiamo che sia giusto. Questo, quindi, deve essere organizzato in collaborazione tra le aziende e le aziende qui presenti.

“Naturalmente, il mio ruolo non è firmare contratti o portarli con me, ma dire che noi, come governo federale, sostieni il lavoro della nostra industria della difesa e continueremo a farlo in futuro.”

L'incontro bilaterale è stato preceduto da una guardia d'onore a tre servizi per il dignitario in visita.

p>

Nel corso della giornata, Pistorius ha partecipato a un evento di start-up Innovations for Defense Excellence (iDEX) presso il Research and Innovation Park, IIT-Delhi. L'incubatore di partner di iDEX, FITT-IIT Delhi, ha co-ospitato l'evento.

Una dichiarazione del Ministero della Difesa ha affermato che l'evento includeva un briefing su iDEX seguito da una presentazione delle tecnologie rivoluzionarie da parte delle start-up indiane su augmented realtà/realtà virtuale, sistemi energetici, droni intelligenti e sistemi anti-drone, sistemi di propulsione spaziale e altre tecnologie affini.

Diceva Segretario Aggiuntivo (Produzione Difesa) & Il CEO, Defense Innovation Organization, T Natarajan ha informato Pistorius sulla crescita dell'ecosistema di innovazione della difesa dell'India attraverso lo schema iDEX e sulle opportunità di collaborazione nei settori tecnologici emergenti globali.

Leggi anche

Tragedia del treno dell'Odisha: il video cattura gli ultimi istanti prima di Coromandel Expr… =450.250″ />

Jaishankar critica il Canada per la 'celebrazione' dell'assassinio di Indira Gandhi…

IMD dichiara l'arrivo dei monsoni, ma rimarrà debole per almeno una settimana

Aggiornamenti live sul ciclone Biparjoy: l'IMD dichiara l'inizio dei monsoni in Kerala, dela…

Altre questioni evidenziate sono state la necessità di migliorare la difesa- cooperazione industriale, partenariati tecnologici, ricerca a lungo termine & sviluppo e miglioramento della sicurezza della catena di approvvigionamento. L'evento ha anche posto l'accento sulla promozione del co-sviluppo e della co-produzione in India, comprese potenziali aree e progetti in cui le start-up indiane e tedesche possono lavorare insieme.

© The Indian Express (P) Ltd