Dopo “l'offerta di fuga”, nell'Uttarkashi di Uttarakhand compaiono manifesti che chiedono ai commercianti musulmani di chiudere i negozi

0
48

Nel mezzo della tensione in corso in un'area del distretto di Uttarkashi nell'Uttarakhand a seguito delle proteste per una presunta offerta di fuga che coinvolgeva un uomo musulmano e una giovane ragazza, manifesti che minacciavano i commercianti musulmani di chiudere i loro negozi sono emersi davanti a diversi negozi gestito dai membri della comunità di minoranza lunedì presto.

I manifesti, che minacciavano di “amare i jihadisti” con terribili conseguenze se non avessero sgomberato i loro negozi, sono stati rimossi entro una o due ore e la polizia ha registrato un suo motu FIR contro persone non identificate. La polizia ha affermato di non avere idea di chi avesse affisso i manifesti.

La tensione aumentò nell'area durante Il 27 maggio, un giorno dopo, alcune persone hanno catturato due uomini insieme a una ragazza, minorenne. Con uno dei due uomini musulmano, i residenti hanno affermato che si trattava di un caso di “jihad dell'amore”. Mentre la ragazza è stata rimandata a casa, gli uomini sono stati arrestati in base a varie sezioni del codice penale indiano e della legge sulla protezione dei bambini dai reati sessuali (POCSO). Sono attualmente in custodia giudiziaria.

“Questi manifesti devono essere stati attaccati da qualcuno domenica sera tardi. Ci sono circa 30-35 negozi di proprietà di musulmani nella zona e questi manifesti erano fuori da tutti quei negozi. Abbiamo informato la polizia locale dopo aver visto i manifesti e li hanno immediatamente rimossi. I manifesti devono essere stati affissi da qualcuno del posto perché solo loro sanno quali negozi appartengono ai musulmani. La situazione qui è tesa e nessuno di coloro che hanno lasciato la città ha intenzione di tornare in una situazione del genere”, ha detto un proprietario di un negozio della comunità musulmana, aggiungendo che c'era un poster anche fuori dal suo negozio.

Il poster in hindi è stato stampato su un foglio bianco formato A4. “I jihadisti dell'amore sono informati che devono lasciare i loro negozi prima del 15 giugno, Mahapanchayat. Se non lo fai, allora (il risultato) dipenderà dal tempo”, si legge nel manifesto, affermando di far parte di “Devbhoomi Raksha Abhiyan”.

“Abbiamo registrato un FIR contro persone non identificate ai sensi degli articoli 153 A (promozione di inimicizia tra gruppi diversi per motivi di religione, razza, luogo di nascita, residenza, lingua, ecc., e compimento di atti pregiudizievoli per il mantenimento della concordia), 505 (dichiarazioni al male pubblico) e 506 (intimidazione criminale) del CPI. Io stesso sono il denunciante nel FIR. Sembra che si tratti di una malizia da parte di qualcuno in quanto non c'è nessun Mahapanchayat pianificato da nessuna parte nell'area”, ha detto l'ufficiale di stazione (SO) della stazione di polizia giurisdizionale.

Il sovrintendente della polizia di Uttarkashi, Arpan Yaduvanshi, ha affermato che le forze di polizia sono in allerta e che il pattugliamento notturno è stato aumentato nell'area.

Leggi anche

Incidente al Coromandel Express: 'Truccato' scatola della posizione sospetta causa scatenante per … L'aiutante di Ansari ucciso al tribunale di Lucknow da un uomo vestito da avvocato />

La polizia interroga i parenti di Brij Bhushan, per presentare un rapporto alla corte la prossima settimana. Commentando i disordini a Uttarkashi, il primo ministro Pushkar Singh Dhami ha affermato che le autorità stanno lavorando per garantire la pace nel distretto. Ha detto che l'Uttarakhand è uno stato pacifico e che l'interruzione della legge e dell'ordine non sarà tollerata. “Che si tratti di love jihad o land jihad, stiamo lavorando rigorosamente contro questo. L'Uttarakhand è uno stato molto pacifico. La situazione della legge e dell'ordine è buona qui. Viviamo tutti in armonia qui e ci amiamo. Ma se qualcuno infrange la legge e l'ordine o fa cose del genere, non lo tollereremo”, ha detto ai media.

© The Indian Express (P) Ltd