Puoi finalmente condividere gli AirTag con altre persone

0
58
Corbin Davenport/How-To Geek

Apple aveva molto da annunciare ieri, dalle tanto attese cuffie Vision Pro a un importante Apple Watch aggiornamento. L'azienda ha inoltre confermato che, finalmente, potrai condividere l'accesso agli AirTag con altre persone.

Molte altre reti di tracker Bluetooth, tra cui SmartThings e Tile, ti consentono di condividere un tracker con altri account. In questo modo, un'altra persona può vedere la sua posizione in qualsiasi momento. La rete Trova il mio di Apple non ha avuto questa funzionalità sin dalla sua introduzione nel 2021. Tuttavia, le cose stanno finalmente cambiando.

Apple ha affermato ieri nel post sul blog per iOS 17, “AirTag può essere condiviso con un massimo di altre cinque persone, consentendo ad amici e familiari di tenere traccia di un elemento in Dov'è. Tutti in un gruppo saranno in grado di vedere la posizione di un oggetto, riprodurre un suono e utilizzare Precision Finding per aiutare a individuare la posizione di un AirTag condiviso quando si trova nelle vicinanze. Funziona anche con tutti gli altri accessori di rete Trova il mio.”

È fantastico vedere finalmente arrivare la condivisione, soprattutto in un modo che funzionerà anche con altri accessori Trova il mio, come Eufy SmartTrack Link di Anker o la Chipolo CARD. L'opzione per condividere i tracker è particolarmente utile per coppie e famiglie per trovare rapidamente le reciproche cose. Può anche essere utile se regali qualcosa con Dov'è a un amico (come uno zaino) e vuoi che anche loro ne tengano traccia.

È in arrivo l'opzione per condividere i dispositivi Trova il mio con altre persone nell'aggiornamento iOS 17, previsto per la fine dell'anno.

Fonte: Apple

LEGGI SUCCESSIVO

  • › Come fermare il surriscaldamento della tua PS4
  • › Quali laptop hanno tastiere meccaniche?
  • › Ottieni i leggendari ‘Beans’ Auricolari a $ 55,99 ($ ​​94 di sconto)
  • › Cosa c'è di nuovo in iOS 17 e iPadOS 17?
  • › Cosa c'è di nuovo in macOS 14 Sonoma?
  • › Perché non abbiamo TV 1440p?