Le donne di Pak che hanno attaccato le installazioni militari saranno incarcerate per 10 anni: ufficiale

0
53

Le donne sostenitrici del deposto premier pakistano Imran Khan che sono state arrestate in relazione ad attacchi incendiari a installazioni militari saranno incarcerate per 10 anni per il loro “crimine imperdonabile”, ha detto un alto funzionario.

Rivolgendosi ai media qui sabato sera, l'assistente speciale del primo ministro Attaullah Tarar ha detto ai giornalisti che è stata costituita una squadra investigativa congiunta per scoprire la mente di quegli attacchi.

“Tutti coloro, comprese le donne, coinvolti in attacchi a installazioni militari saranno inflitti una severa punizione,” ha detto.

“Le donne che hanno attaccato le installazioni militari il 9 maggio riceveranno una punizione di 10 anni perché il loro crimine è imperdonabile,” Tarar ha detto.

Violenze diffuse sono scoppiate in Pakistan dopo che Khan è stato arrestato da personale paramilitare fuori dall'Alta Corte di Islamabad il 9 maggio. Il capo del Pakistan Tehreek-e-Insaf (PTI) di 70 anni è stato successivamente rilasciato su cauzione.

Oltre 20 installazioni militari ed edifici governativi, compreso il quartier generale militare a Rawalpindi, sono stati danneggiati o incendiati durante le violenze seguite all'arresto di Khan. Oltre 100 veicoli della polizia e di altre agenzie di sicurezza sono stati dati alle fiamme.

Le forze dell'ordine hanno arrestato oltre 10.000 lavoratori del partito PTI di Khan in tutto il Pakistan, la maggior parte dei quali dal Punjab.

Pubblicità

Tarar ha criticato le donne imprigionate dal PTI per essersi lamentate del cibo scadente che veniva loro servito nelle carceri.

“Non possiamo fornire loro cibo gustoso in prigione. Queste donne erano in prima linea nell'attaccare le installazioni statali,” ha detto.

Tarar ha anche affermato che non ci saranno colloqui con il PTI fino a quando tutti i colpevoli delle violenze del 9 maggio non saranno puniti.

Pubblicità

È stata costituita una squadra investigativa congiunta per scoprire la mente di questi attacchi, ha affermato, aggiungendo che è stato stabilito che dietro i disordini c'era Khan.

Diversi ministri federali tra cui il ministro della Difesa Khawaja Asif e il ministro dell'Interno Rana Sanaullah ha affermato che Khan sarà probabilmente processato in base alle leggi militari per aver architettato attacchi alle installazioni militari.

Reagendo alle denunce di maltrattamenti delle donne PTI arrestate nelle carceri, l'ex primo ministro Khan ha twittato domenica: “Le donne PTI sono state rapite e vengono maltrattate nelle carceri, tenute in condizioni disumane e sottoposte a gravi torture mentali quando nessuno era coinvolto nell'incendio doloso.” Khan ha detto che le donne sostenitrici del partito sono state umiliate mentre protestavano pacificamente per terrorizzarle e spaventarle dall'esercitare il loro fondamentale diritto di protesta in futuro e anche per depoliticizzarle.

“Sono orgogliosa del modo in cui tutte le nostre donne hanno resistito a tutto con tanta dignità e coraggio,” disse.

Leggi anche

L'India è una democrazia vibrante, vai a Delhi e guarda tu stesso: Casa Bianca

Il Nepal Oppn accusa il Primo Ministro di “svendita” all'India al ritorno, sta…

L'Ucraina accusa la Russia di aver distrutto una grande diga vicino a Kherson, avverte di…

L'ex vicepresidente Pence archivia i documenti per il lancio delle presidenziali del 2024…

L'esercito pakistano è processare i sospetti di violenza del 9 maggio ai sensi della legge sull'esercito. Finora, oltre 50 sospetti sono stati consegnati all'esercito per la corte marziale.