L'India propone una piattaforma globale per la tecnologia, il trasferimento di prodotti durante le emergenze sanitarie

0
70

Focalizzandosi sull'equità nell'accesso a diagnostica, farmaci e vaccini sulla scia della pandemia di Covid-19, l'India ha proposto una piattaforma di coordinamento delle contromisure mediche per trasferire efficacemente tecnologie e prodotti in altri paesi durante le emergenze sanitarie. Il governo propone inoltre di sviluppare reti di ricerca e sviluppo e produzione in tutto il mondo.

Nell'ambito della sua presidenza del G20, l'India sta spingendo per un corpus di 200 milioni di dollari per le tecnologie sanitarie digitali, fornendo piattaforme digitali come beni pubblici, e convergere gli sforzi internazionali per le emergenze sanitarie in termini di prevenzione, preparazione e risposta.

In un briefing in vista della terza riunione del gruppo di lavoro sulla salute del G20 che si terrà a Hyderabad a partire da domenica, Union Health Il segretario aggiunto del ministero, Lav Agarwal, ha dichiarato: “Grazie alla difesa dell'India, esiste un accordo di principio per tutte e tre le aree prioritarie”.

Documenti tecnici sul quadro di governance della piattaforma di coordinamento sono stati diffusi tra i paesi partecipanti. Agarwal ha affermato che è necessario mappare e integrare le iniziative globali per un rapido processo decisionale e pianificazione in tempi di crisi. Ha aggiunto che l'attenzione si è concentrata anche sui cambiamenti climatici e sulla salute per comprendere meglio le sfide dello spillover zoonotico delle malattie che si trasferiscono dagli animali all'uomo

L'India si è espressa contro i diritti di proprietà intellettuale che impediscono ai paesi di accedere a contromisure mediche in tempi di crisi. Durante la pandemia, l'India e il Sudafrica avevano chiesto i diritti di produzione del vaccino all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC). L'India fa parte della troika del G20 insieme a Indonesia e Brasile. Tutti e tre i paesi sono economie in via di sviluppo ed emergenti del Sud del mondo.

Il dottor Lakshmi Narasimhan Balaji, consulente sanitario senior dell'UNICEF, ha dichiarato: “Ci sono voluti circa 1,5 anni durante l'attuale pandemia per mettere sul tavolo questioni di equità. Questa troika aiuterà a mettere in atto le basi per ottenere la futura capacità produttiva e l'allocazione delle risorse, siano esse proprietà intellettuale o monetaria, al Sud del mondo. Il documento sulle priorità delle contromisure mediche parla di una piattaforma con un meccanismo di regolamentazione e regole di ingaggio tra i paesi.”

Balaji ha aggiunto che sono necessari migliori sistemi sanitari primari e un sistema di sorveglianza reattivo per garantire che i focolai non diventino epidemie e le epidemie non diventano pandemie.

Leggi anche

Il ponte sul Gange 'crolla', secondo il Bihar la demolizione pianificata

Causa principale dell'incidente ferroviario dell'Odisha, identificate le persone responsabili: ferrovia…

'Coromandel è entrato nella linea circolare dopo il segnale verde': Railway Board spiega…

Tragedia del treno dell'Odisha Aggiornamenti in tempo reale: il ministero delle Ferrovie cerca un'indagine della CBI su… Pubblicità

Anche l'India si sta concentrando sulla creazione di un piattaforma per la convergenza di tutte le iniziative di salute digitale esistenti in modo che le risorse non vengano spese ripetutamente per sviluppare prodotti simili. L'India metterà a disposizione gratuitamente le proprie piattaforme come il sistema di gestione dei vaccini per Covid-19.

© The Indian Express (P) Ltd