Home Italiano E Jean Carroll aggiunge le osservazioni post-verdetto di Trump al caso di diffamazione, cerca almeno $ 10 milioni

E Jean Carroll aggiunge le osservazioni post-verdetto di Trump al caso di diffamazione, cerca almeno $ 10 milioni

0

E Jean Carroll, l'editorialista che ha vinto un premio di 5 milioni di dollari per abuso sessuale e diffamazione contro l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sta chiedendo almeno altri 10 milioni di dollari in un deposito in tribunale lunedì che cerca di trattenere responsabile per le osservazioni che ha fatto dopo il verdetto.

La causa modificata è stata intentata a Manhattan dagli avvocati di Carroll, che hanno affermato che Trump ha “raddoppiato” le osservazioni dispregiative sull'ex editorialista della rivista Elle durante un apparizione televisiva via cavo il giorno dopo il verdetto.

“È difficile immaginare una condotta diffamatoria che potrebbe essere più motivata da odio, cattiva volontà o dispetto”, hanno scritto delle osservazioni di Trump in un municipio della CNN. “Questa condotta supporta un risarcimento danni punitivo molto consistente a favore di Carroll sia per punire Trump, per dissuaderlo dall'impegnarsi in ulteriori diffamazioni, sia per dissuadere altri dal fare lo stesso.

Una giuria di nove persone due settimane fa ha deciso che Trump aveva abusato sessualmente di Carroll in un grande magazzino di lusso di Manhattan all'inizio della primavera del 1996. Ha anche scoperto che Trump aveva rilasciato dichiarazioni false che hanno danneggiato la sua reputazione dopo che aveva reso pubbliche le sue accuse in un libro del 2019.

Carroll ha testimoniato durante il processo che Trump l'ha violentata nel camerino di un grande magazzino. Trump, che sta facendo una campagna per la presidenza, non ha partecipato al processo né ha testimoniato. La giuria ha deciso che Carroll non aveva dimostrato di essere stata stuprata, ma ha scoperto che Trump aveva abusato sessualmente di lei.

Leggi anche | Donald Trump “mi ha violentato sia che urlassi o meno”, ha detto alla corte Jean Carroll

Trump continua a negare che l'attacco sia avvenuto. Ha detto che Carroll ha inventato l'accusa per aiutare a vendere il suo libro. Joe Tacopina, un avvocato di Trump, ha rifiutato di commentare il nuovo reclamo legale.

Le accuse di diffamazione di Carroll contro Trump sono proseguite in due cause legali separate, una decisa nel processo che si è appena concluso e un'altra che in precedenza si occupava solo di osservazioni dispregiative che Trump aveva fatto nel 2019 mentre era ancora presidente. Quella causa, che è stata legata a ricorsi legali ancora irrisolti, è quella a cui Carroll, 79 anni, ha aggiunto le sue nuove rivendicazioni.

Gli avvocati di Carroll hanno chiesto una rapida risoluzione, mentre lei rimane in buona salute e prima che il tempo e l'attenzione di Donald Trump siano consumati interamente dalla sua campagna presidenziale. p>Un portavoce degli avvocati del governo degli Stati Uniti ha rifiutato di commentare.

Gli avvocati di Carroll hanno aggiunto che “Trump era motivato da motivi puramente personali, piuttosto che presidenziali o ufficiali,” dicendo che “insinuava che Carroll fosse troppo brutto per lui per aggredirlo sessualmente, affermava falsamente che Carroll aveva precedentemente presentato false accuse di cattiva condotta sessuale contro altri uomini, e inventava una narrazione infondata secondo cui Carroll aveva inventato la sua accusa per soldi, per promuovere un libro, o per promuovere una cospirazione politica, senza possedere o indicare un briciolo di supporto per tali affermazioni.

Nella nuova affermazione, gli avvocati di Carroll hanno affermato che Trump, “imperterrito dal verdetto della giuria, ha continuato a diffamare maliziosamente Carroll ancora una volta” all'evento della CNN. “Ha raddoppiato le sue precedenti dichiarazioni diffamatorie, affermando a un pubblico fin troppo pronto a incoraggiarlo che 'Non ho mai incontrato questa donna. Non ho mai visto questa donna”, che non ha aggredito sessualmente Carroll e che il suo racconto – che era stato appena convalidato da una giuria di colleghi di Trump il giorno prima – era una “falsa”, una “storia inventata” inventata da un ” whack job.” Queste dichiarazioni hanno provocato applausi entusiasti e applausi da parte del pubblico in diretta TV,” hanno scritto gli avvocati.

Leggi anche

Adolescente di origine indiana arrestato per aver minacciato di danneggiare il presidente degli Stati Uniti con un incidente…

Il governo di Rishi Sunak annuncia limiti agli studenti stranieri che portano la famiglia nel Regno Unito

Ron DeSantis annuncerà la campagna presidenziale oggi su Twitter

Il primo ministro Modi solleva con la controparte australiana le preoccupazioni per gli attacchi ai temp… Annuncio

Hanno aggiunto: “Trump ha utilizzato una piattaforma nazionale per sminuire e deridere Carroll. Ha incitato il pubblico a ridere mentre prendeva alla leggera la sua violenta aggressione sessuale, insultava Carroll, insinuava che Carroll stesse chiedendo di essere aggredito e respingeva il verdetto della giuria che rivendicava Carroll.”