Ha parlato la lingua dell'allora leader: Khushbu Sundar su Cong che l'ha scelta per il vecchio tweet contro il primo ministro Modi

0
101

Presa di mira dal Congresso per il suo tweet del 2018 in cui criticava il primo ministro Narendra Modi, sabato il leader del BJP Khushbu Sundar ha reagito al partito di opposizione dicendo che stava parlando la “lingua del leader” poi, quando le è stato detto di farlo e ha messo in dubbio la sua “disperazione”.

Non ha cancellato il post sui social media di cinque anni e non lo farà ora, ha detto.< /p>Consigliato per te

  • 1Rly link a Valley probabilmente entro la fine dell'anno: il ministro
  • 2NREGS tassi salariali aumentati tra il 2 e il 10%
  • 3RSS pianifica un sondaggio in tutta l'India per espandere la base, raggiungere

Il Congresso se la prende con lei sulla scia del leader del partito Rahul Gandhi&#8217 Le osservazioni sul cognome di ;s Modi che hanno portato un tribunale locale di Surat a condannarlo e lui a essere squalificato come membro di Lok Sabha, Sundar ha affermato di aver rivelato quanto fosse disperato il partito di opposizione.

Il tweet del 2018 del membro della Commissione nazionale per le donne (NCW) è diventato virale e lei non ha cancellato il post.

Sundar , anche membro del comitato esecutivo nazionale del BJP che aveva lasciato il partito del Congresso ed era entrato a far parte dell'organizzazione dello zafferano nel 2020, aveva pubblicato un tweet nel 2018 dicendo “Cambiamo il significato di #Modi in corruzione”. si adatta meglio.”

Spiegando il tweet, Khushbu ha detto: “Allora ero nel partito del Congresso e stavo solo svolgendo il mio dovere di portavoce del Congresso”. Questa è la lingua che avremmo dovuto parlare ed è esattamente quello che stavo facendo. Stavo seguendo il leader del partito. Questa è la sua lingua.” “Non solo mostra quanto siano disperati (il partito del Congresso), ma espone il loro livello di ignoranza sulla questione che stanno raccogliendo,” ha detto a PTI.

Sulla scia della squalifica di Rahul Gandhi per aver equiparato il cognome Modi ai “ladri” la festa si è affrettata a prendersela con il vecchio tweet di Khushbu.

Impulso politico | Rahul Gandhi risponde: “Squalificami a vita… imprigionami… non smetterò di fare domande ad Adani, non ho paura” Post su Twitter sabato mattina, “Farai in modo che uno dei tuoi discepoli di nome Modi presenti una causa per diffamazione anche contro Khushbu Sundar?” “Non ho mai cancellato nessuno dei tweet sulla mia timeline e non lo farò ora,” Sundar ha detto.

Ha chiesto: “Cosa stanno cercando di fare i leader del Congresso se la prendono con me?” Mi stanno equiparando a Rahul Gandhi? cognome, ha detto, “Rahul Gandhi si è abbassato al livello di chiamare tutti i Modis ladri, io ho usato solo il termine ‘Corruzione’. Il partito del Congresso è incapace di vedere la differenza. Ma se hanno il coraggio, sfido i leader del Congresso a sporgere denuncia contro di me e li affronterò legalmente.

Sundar ha anche sottolineato che al Partito del Congresso non è mai piaciuto che lei apprezzasse il passi compiuti dalla sentenza BJP. “Che si trattasse del Triple Talaq, dell'abrogazione dell'articolo 370 o del lancio della New Education Policy (NEP), il partito del Congresso ha sempre avuto un problema quando ho twittato apprezzamenti,” ha ricordato.

Un attore che ha recitato in oltre 100 film, Khushbu Sundar si è inizialmente unito al Dravida Munnetra Kazhagam (DMK) e poi è passato al partito del Congresso prima di unirsi al BJP.