Il Chhattisgarh approva il disegno di legge per la protezione dei media

0
92

Mercoledì l'Assemblea legislativa del Chhattisgarh ha approvato un disegno di legge, ‘Chhattisgarh Mediapersons Protection Bill 2023’, volto a fornire protezione ai mediapersons e prevenire la violenza contro di loro.

Lo ha presentato il primo ministro Bhupesh Baghel il disegno di legge in discussione alla Camera. Dopo che fu superato, definì il giorno “storico”. Gli MLA dell'opposizione BJP hanno chiesto che il disegno di legge fosse inviato al comitato ristretto dell'Assemblea per l'esame, che è stato respinto dal presidente Charandas Mahant.

Consigliato per te

  • 1Protesta del Khalistan nel Regno Unito: EAM Jaishankar afferma che l'India non accetterà standard di sicurezza differenziati
  • 2Un passo per Padma Lakshmi, un passo da gigante per la comunità trans
  • 3Il nuovo banco SC ascolta le suppliche sul rilascio anticipato dei detenuti del caso Bilkis

Il disegno di legge chiede la registrazione di tutti i mediapersons con un'ampia classificazione di giornalisti, istituzioni mediatiche e mass media, come raccoglitori di notizie, liberi professionisti, tirocinanti e stagisti.

Per trattare i reclami dei media, sarà costituito un comitato guidato da un presidente che sarà un funzionario amministrativo o di polizia in pensione non inferiore al grado di segretario. Tre mediaperson con oltre 10 anni di esperienza, tra cui almeno una donna, e due alti funzionari governativi saranno i membri del comitato.

Il comitato avrà gli stessi poteri in tutto lo stato che sono conferiti al tribunale civile durante il processo di una causa ai sensi del codice di procedura civile, 1908 (5 del 1908). La commissione avrà il potere di proporre misure di protezione di emergenza e piani di protezione al Sovrintendente di Polizia (SP) del distretto interessato, che a sua volta prenderà le opportune decisioni come per legge.

Nei casi in cui vi siano accuse o processo o inchiesta/indagine contro un addetto ai media, il comitato avrà il potere di incaricare l'SP del distretto interessato di supervisionare l'indagine e presentare un rapporto entro 15 giorni. Se l'SP e l'ufficiale distrettuale dell'accusa ritengono che sia un caso idoneo per il ritiro dall'accusa, lo raccomanderà al comitato che a sua volta inoltrerà il suo rapporto al governo dello stato, richiedendo il ritiro dell'accusa.

Il comitato può anche agire contro i media per false denunce. Per il primo falso reclamo, la registrazione verrà annullata e per la seconda volta, una multa può arrivare fino a Rs 10.000.

Pubblicità

Verrà creato un sito web dove le informazioni sui media registrati, i reclami ricevuti e l'azione preso sarà disponibile. Sarà prescritta un'autorità per trattare i ricorsi contro le azioni del comitato.

© The Indian Express (P) Ltd