Invita a boicottare i discorsi negativi sui film, vizia l'atmosfera, dice Thakur durante la lite di “Pathaan”.

0
40

Prendendo posizione contro gli appelli al boicottaggio di alcuni film, Union Information & Il ministro della radiodiffusione Anurag Thakur ha detto venerdì a Mumbai che tali discorsi “negativi” “viziano l'atmosfera” in un momento in cui l'India sta cercando di aumentare la sua influenza come soft power.

Le sue osservazioni arrivano pochi giorni dopo che il primo ministro Narendra Modi ha chiesto ai leader del BJP di astenersi dal fare “commenti non necessari” contro film e personalità “per catturare i titoli dei giornali”. Parlando alla riunione dell'esecutivo nazionale del BJP, Modi aveva detto: “Nessuno dovrebbe fare commenti inutili che metterebbero in ombra il duro lavoro che facciamo”.

Leggi anche | Commenti inutili, come quelli sui film, oscurano il nostro duro lavoro: PM Modì

Thakur ha parlato con i giornalisti a margine del festival cinematografico di cinque giorni della Shanghai Cooperation Organization (SCO), iniziato venerdì a Mumbai. Rispondendo a una domanda sulla “tendenza al boicottaggio” che prende di mira i film, Thakur ha dichiarato: “Oggi i nostri film stanno guadagnando elogi in tutto il mondo. Quando le persone parlano negativamente… rovinano solo l'ambiente… Questo porta a danni e non dovrebbe accadere.”

“In un momento in cui l'India è desiderosa di aumentare la sua influenza come soft power, in un momento in cui i film indiani stanno facendo scalpore in ogni angolo del mondo, tali discorsi influenzano sicuramente l'atmosfera “, ha detto. “A volte, le persone commentano senza avere piena conoscenza del contenuto del film, solo per viziare l'atmosfera”, ha detto Thakur.

Sottolineando che tutti i film devono ottenere l'autorizzazione dal Central Board of Film Certification (CBFC), ha detto che se qualcuno ha un problema con un film, “dovrebbe parlare con il dipartimento interessato che se ne occuperà con il produttore e il regista”. .

“Solo dopo che un film è stato certificato dalla CBFC, viene distribuito nelle sale cinematografiche… se qualcuno ha qualche obiezione e ce la comunica, la inoltriamo alla CBFC per essere presa in considerazione”, ha affermato Thakur.

commenti sui film': 'Obbligo ora di non mostrare cose che possano offendere le persone'

Di recente, ci sono state chiamate a boicottare diversi film di Bollywood. L'ultima è stata la chiamata, anche da parte di alcuni alti dirigenti del BJP, a boicottare Pathaan, con Shah Rukh Khan. Il ministro dell'Interno del Madhya Pradesh Narrotam Mishra e il deputato di Bhopal Pragya Thakur si erano opposti al colore del costume di Deepika Padukone in una canzone del film.

Sulle obiezioni relative ai contenuti rilasciati su piattaforme OTT, Thakur ha affermato che mentre lavorano in modalità di autocertificazione, esistono tutele adeguate, con tre livelli per registrare le preoccupazioni: i produttori, l'associazione e il comitato intergovernativo.

Pubblicità Pathaan e oltre |Decodificare il marchio Shah Rukh Khan e perché è ancora l'imbattuto Badshah di Bollywood

Thakur ha affermato che il ministero I&B riceve molte lamentele sui contenuti OTT, ma quasi il 95% delle lamentele viene risolto a livello di produttori, mentre gli altri si risolvono nella seconda fase dell'associazione degli editori del contenuto.

Solo l'1 per cento dei reclami raggiunge il comitato interdipartimentale e viene intrapresa un'azione rigorosa, ha affermato. “Tuttavia, non dovrebbero esserci restrizioni alla creatività”, ha sottolineato.

Storie riservate agli abbonatiVisualizza tutto

Mentre l'India si prepara al cambiamento centralizzato del mercato dell'energia, l'UE si muove in modo diverso…

'La Cina stringe la presa nella regione': i migliori poliziotti citano CAA, att…

La gentile confutazione di Saurabh Kirpal: c'è gioia di essere riconosciuto come partner…

Surge nelle importazioni di petrolio dalla Russia, forte calo dalla Nigeria, USAApplica il codice promozionale di Capodanno SD25

Lo SCO film festival presenterà 58 film del raggruppamento regionale. Il Pakistan non ha inviato alcuna voce.