Lo strumento di ricerca di Google Foto è appena peggiorato per alcuni utenti

0
56
BigTunaOnline/Shuttersock.com

Questo probabilmente non sarà una sorpresa, ma Google ha appena peggiorato uno dei suoi prodotti. In un nuovo thread di supporto, la società spiega che Google Foto non utilizzerà più la tua “Cronologia delle posizioni” per approssimare il punto in cui è stata scattata un'immagine. Invece, cercherà di indovinare la posizione dell'immagine in base a indizi visivi, come punti di riferimento o segnaletica.

In altre parole, la funzione “Ricerca per posizione” funzione in Google Foto diventerà molto meno efficace. Ma solo per alcuni utenti.

Google non sempre "approssima" dove è stata scattata una foto. Se hai attivato la codifica della posizione nell'app della fotocamera, questa modifica non ha importanza: le tue foto contengono già metadati di geolocalizzazione, che verranno utilizzati da Google Foto.

RELATEDPerché ho lasciato Google Maps per Waze

Ma se la codifica della posizione è disattivata nell'app della fotocamera, Google è costretto a indovinare dove è stata scattata un'immagine. In precedenza, questo veniva fatto controllando la “Cronologia delle posizioni” associato al tuo account Google (qualcosa che gli utenti possono disabilitare). Ora, Google dice che indovinerà dove è stata scattata una foto sulla base di indizi visivi.

Ho la sensazione che questo sistema di tagging visivo funzionerà decentemente. Ma non funzionerà perfettamente. Ad ogni modo, la prossima volta che apri Google Foto, dovrebbe chiederti se desideri conservare i dati approssimativi sulla posizione per le tue vecchie immagini. Hai tempo fino al 1° maggio 2023 per decidere: se non prendi una decisione, i dati approssimativi sulla posizione scompariranno automaticamente.

Fonte: Google tramite Android Police