La prima legge sul diritto alla riparazione degli Stati Uniti potrebbe fallire nonostante l'approvazione

0
58
AndriiKoval/Shutterstock.com

All'inizio di quest'anno, lo stato di New York ha approvato il “Digital Fair Repair Act.” È un disegno di legge storico e, se convertito in legge, sarà la prima legislazione sul diritto alla riparazione negli Stati Uniti. Ma un ostacolo potrebbe portare alla caduta di questo disegno di legge: sarà automaticamente posto il veto se non sarà firmato entro il 31 dicembre 2022.

Sommario

Cos'è il diritto alla riparazione?
New York ha approvato una legge sul diritto alla riparazione a giugno
Ma il “Digital Fair Repair Act” potrebbe fallire
Cosa accadrà dopo?

Che cosa è giusto riparare?

I produttori non vogliono che tu aggiusti le tue cose. Invece, preferirebbero che tu seguissi la strada più costosa, pagando un biglietto “autorizzato” tecnico per le riparazioni o semplicemente per acquistare una cosa nuova. Questo atteggiamento influisce su quasi tutti i prodotti che acquisti, che si tratti di uno smartphone, un trattore, un altoparlante Bluetooth o un dispositivo medico salvavita. È uno sforzo per il tuo portafoglio e per l'ambiente.

Per essere chiari, non stiamo parlando di “obsolescenza programmata.” Il problema è che le persone non possono eseguire le riparazioni a casa, poiché non hanno accesso alle istruzioni o ai pezzi di ricambio autentici. E sfortunatamente, la maggior parte dei prodotti è progettata per scoraggiare le “riparazioni non autorizzate”. L'iPhone è un esempio ovvio, in quanto potrebbe disabilitare alcune funzionalità se sostituisci un componente rotto.

Il problema della non riparabilità colpisce anche le imprese. Come forse saprai, John Deere è attualmente sotto pressione per diverse cause legali. Agricoltori e altri professionisti affermano che John Deere detiene il monopolio delle riparazioni, della manutenzione e della diagnostica dei suoi prodotti. La FTC è dalla parte degli agricoltori e ha scoperto che il 90% dei messaggi di errore John Deere (che disattivano istantaneamente le attrezzature agricole) può essere risolto solo da un concessionario autorizzato.

Vogliamo che queste sciocchezze finiscano. E i sostenitori di Right to Repair credono che la legislazione sia la soluzione. Tale legislazione, se approvata, costringerebbe i produttori a fornire ai consumatori schemi, istruzioni per la riparazione, parti di ricambio autentiche e software diagnostico critico. Il diritto alla riparazione potrebbe anche spingere i produttori verso un design del prodotto che sia favorevole alla riparazione, che è caduto nel dimenticatoio negli ultimi due decenni.

RELATEDMicrosoft ha finanziato uno studio sul diritto alla riparazione e i risultati sono incoraggianti

Ovviamente, i lobbisti stanno combattendo contro il diritto alla riparazione. Stanno anche cercando di soddisfare i clienti a metà strada con nuovi (e spesso deludenti) programmi di riparazione, qualcosa che i legislatori e il pubblico in generale potrebbero confondere con “progresso”. (Certo, aziende come Microsoft e Valve stanno facendo un lavoro decente in quest'area.)

Ma il pubblico statunitense sostiene in modo schiacciante la legislazione sul diritto alla riparazione. E, all'inizio di quest'anno, un “Digital Fair Repair Act” approvato dall'Assemblea di Stato e dal Senato di New York, è passato con un “sì” quasi unanime. Sfortunatamente, questo disegno di legge storico fallirà se non sarà convertito in legge dal Governatore Kathy Hochul entro la fine del 2022.

New York Approvato a Diritto di riparare la fattura di giugno

Il Senato dello Stato di New York

Introdotto dai sostenitori del diritto alla riparazione, il “Digital Fair Repair Act” è un disegno di legge storico che potrebbe avere un effetto a cascata sugli Stati Uniti. È la prima legge del paese sul diritto alla riparazione, almeno lo sarà se sarà firmata dal governatore di New York Kathy Hochul.

Il &#8220 ;Digital Fair Repair Act” mira a migliorare l'economia di New York incoraggiando un accesso equo ai materiali di riparazione, diagnostica e manutenzione. Se firmato in legge, garantirà che le officine di riparazione indipendenti possano acquistare parti e schemi autentici a prezzi ragionevoli. Anche i normali cittadini avrebbero accesso a questi materiali.

Ora, questo disegno di legge non è perfetto. Offre alle aziende un po' di spazio di manovra e si concentra principalmente sui beni di consumo, come telefoni, fotocamere e laptop. Le attrezzature agricole, le forniture mediche e i veicoli a motore sono omessi dal “Digital Fair Repair Act.” (I legislatori affermano che questa omissione è il risultato di problemi di sicurezza.)

Ma nonostante tutte le sue stranezze, il “Digital Fair Repair Act” è un buon punto di partenza. Gli effetti di questa legge si farebbero sentire in tutti gli Stati Uniti: le aziende non hanno altra scelta che conformarsi e altri governi statali (che stanno già spingendo per la legislazione sul diritto alla riparazione) seguirebbero il percorso di New York.< /p>

Come abbiamo detto in precedenza, il “Digital Fair Repair Act” passò attraverso l'Assemblea di Stato e il Senato di New York senza troppi respingimenti. È un disegno di legge estremamente popolare. Allora, qual è il problema?

Ma il “Digital Fair Repair Act” Potrebbe fallire

iFixit

La legislatura di New York ha approvato il diritto alla riparazione quasi all'unanimità, perché è un'ovvia vittoria per i consumatori e l'ambiente. Ora il Governatore Hochul deve firmarlo e sigillarlo, in modo che i newyorkesi possano ottenere le parti, gli strumenti e la documentazione di cui hanno bisogno per riparare le loro cose.

Sta finendo il tempo. Se non firmerà entro la fine dell'anno, dovremo ricominciare da capo il processo legislativo.

— Liz Chamberlain, iFixit Director of Sustainability

Firmare un progetto di legge non è mai un processo facile, anche con il supporto bipartisan. Ciò è particolarmente vero a New York, che è uno dei pochi stati degli Stati Uniti a consentire il “pocket veto” disposizione. Fondamentalmente, se una banconota resta in giro troppo a lungo, viene cestinata.

In particolare, un veto tascabile non può essere contestato dal legislatore statale. Questo è ciò che lo distingue da un tradizionale “pacchetto” veto o un “elemento pubblicitario” veto (che rimuove alcune sezioni di un disegno di legge). Se un governatore di New York vuole annullare un disegno di legge senza opporre resistenza, sceglie la via del veto tascabile.

Il “Digital Fair Repair Act” è passato attraverso l'Assemblea di Stato e il Senato di New York a giugno. Il suo unico ostacolo è il governatore Kathy Hochul, che non ha chiesto di vedere il disegno di legge. E il disegno di legge verrà intascato con il veto se non raggiunge la scrivania di Hochul entro il 31 dicembre.

Se Hochul richiede di vedere il “Digital Fair Repair Act,” perde la capacità di intascare il veto. A questo punto, è costretta a firmare il disegno di legge, perseguire un veto su voce o pacchetto (che probabilmente riceverebbe un respingimento da parte del legislatore statale), o semplicemente lasciarlo sulla sua scrivania per 10 giorni (a quel punto automaticamente diventa legge).

RELATEDGuarda iFixit demolire gli strumenti di riparazione ufficiali di Apple in un nuovo video

Come previsto, i sostenitori del diritto alla riparazione stanno suonando l'allarme. Vogliono che Hochul riconosca questo disegno di legge storico e, cosa più importante, sperano di informare gli elettori della situazione. Dopotutto, un'ampia percentuale degli elettori di Hochul sostiene la legislazione sul diritto alla riparazione.

Il più forte sostenitore del diritto alla riparazione è iFixit, una società che pubblica guide di riparazione gratuite per l'elettronica popolare (e vende attrezzature per la riparazione). I nostri amici di iFixit incoraggiano le persone a contattare il Governatore Hochul e hanno eretto cartelloni pubblicitari a New York per aumentare la consapevolezza del problema.

Cosa accadrà Successivo?

umarazak/Shutterstock.com

New York dovrebbe essere la prima giurisdizione al mondo ad approvare una legge sul diritto alla riparazione. Il governatore Hochul ha l'opportunità di assumere un ruolo di leadership nella lotta contro il cambiamento climatico.

— Kyle Wiens, CEO e co-fondatore di iFixit

Il “Digital Fair Repair Act” perirà se non sarà firmato entro il 31 dicembre. Se ciò accade, i newyorkesi sono costretti a ricominciare da capo. Qualcuno dovrà introdurre un nuovo disegno di legge sul diritto alla riparazione, che deve passare attraverso controlli ed equilibri prima di raggiungere (o essere ignorato da) il governatore.

Ma se i newyorkesi sono fortunati, il governatore Hochul richiederà il disegno di legge e gli darà una buona possibilità. Il semplice riconoscimento di questo disegno di legge fondamentale costituirebbe un precedente per altri stati degli Stati Uniti, anche se dovesse subire il veto. (Se Hochul firma il disegno di legge, non entrerà in vigore fino al 2024.)

Il lato positivo è che il movimento Right to Repair non sta perdendo forza. Molte aziende vedono la scritta sul muro e stanno cercando di affrontare la riparabilità prima che diventi una sfida legale: Microsoft è in realtà uno dei migliori esempi, in quanto ha recentemente messo insieme un team di ingegneri per migliorare la riparabilità in tutto il suo Linea di PC Surface. (Microsoft sta anche collaborando con iFixit per vendere parti di Surface e kit di riparazione autentici.)

Crediamo che diversi stati degli Stati Uniti introdurranno la legislazione sul diritto alla riparazione per tutto il 2023. È una popolare questione bipartisan che&#8217 è amplificato dalla situazione economica e ambientale odierna. Speriamo solo che il diritto alla riparazione diventi effettivamente legge!