Come identificare e misurare i carichi fantasma nella tua casa

0
61
Monkey Business Images/Shutterstock.com

Chi vuole pagare di più sulla bolletta della luce se non deve? Ecco come identificare e misurare i carichi fantasma per risparmiare denaro.

Che cos'è un carico fantasma?

’ 8220;Carico fantasma” è un'espressione comunemente usata per riferirsi alla potenza in standby consumata da elettrodomestici e dispositivi quando non sono in uso attivo.

Se stai ascoltando musica tramite l'impianto stereo di casa e il consumo è 80 watt, questo è il carico attivo. Quando lo stereo è spento e sta ancora consumando 5 watt di potenza, questo è il carico fantasma.

Tuttavia, non tutti i carichi fantasma sono intrinsecamente negativi, anche se la tua reazione iniziale è quella di presumere che l'energia utilizzata quando non stai utilizzando attivamente un dispositivo o un'appliance sia energia sprecata. Ci sono vantaggi e svantaggi nel carico fantasma di un dispositivo, con quasi tutti i vantaggi incentrati sul nostro comfort, come garantire che i dispositivi si accendano rapidamente o mantengano le loro impostazioni.

Ma eliminare i carichi fantasma intorno alla tua casa quando quei carichi fantasma non ti avvantaggiano o rendono la tua vita più confortevole è uno sforzo nobile che fa bene all'ambiente e ti farà risparmiare denaro.

Quanto soldi risparmierai? Sebbene ciò dipenda fortemente dalla composizione della tua famiglia e dal numero di dispositivi che hai, la famiglia media potrebbe facilmente risparmiare centinaia di dollari all'anno in costi elettrici all'anno eliminando in modo aggressivo i carichi fantasma.

Ma non ti preoccupare; non vi lasceremo in sospeso con una stima vaga. Tra poco ti mostreremo come misurare tu stesso i carichi e calcolare quanto ti stanno costando.

Come identificare i carichi fantasma

Quindi come identificare quali dispositivi hanno un carico fantasma e quali no? Sebbene l'unico modo per essere certi sia misurare effettivamente il consumo elettrico del dispositivo, ci sono alcuni segnali rivelatori.

Ecco alcune domande di base che puoi porre su un determinato dispositivo. Se la risposta a qualsiasi domanda è sì, il dispositivo ha un carico di alimentazione phantom.

  • Il dispositivo o la “verruca da parete” del dispositivo è ’ mattone di ricarica caldo al tatto quando il dispositivo è spento?
  • Ha un telecomando o può essere acceso a distanza tramite la rete locale o altri mezzi?
  • Ha ha spie, display o altri indicatori che rimangono accesi quando il dispositivo è spento?
  • Il dispositivo è programmabile e/o mantiene le impostazioni, senza l'ausilio di una batteria, tra un utilizzo e l'altro?
  • Il dispositivo ha una funzione timer per automatizzare alcuni processi (preparazione del caffè, accensione delle lampade, ecc.)?

Insomma se un dispositivo si accende istantaneamente (soprattutto tramite telecomando) oppure per il resto sembra pronto per l'uso come se fosse parzialmente acceso e in attesa, è un buon indicatore che fosse, anzi, parzialmente acceso.

Come misurare i carichi fantasma

JWPhotoworks/Shutterstock.com

Diamo un'occhiata a come misurare un carico fantasma a livello di un singolo dispositivo e poi come, per i curiosi là fuori, controllare il disegno fantasma di tutta la tua casa .

Come misurare il carico fantasma di singoli dispositivi

Mentre metti la mano su un power brick e senti il ​​calore che ti dirà che il dispositivo sta consumando un po' di energia, ha vinto 8217;non dirti quanto. Per sapere quanto ti serve un misuratore.

Il nostro dispositivo preferito, e uno che raccomandiamo da anni ormai, è il monitor P3 International P4460 Kill a Watt. Non solo puoi collegare un dispositivo e vedere esattamente quanti watt di potenza il dispositivo sta abbassando, ma puoi programmare Kill a Watt con il tuo prezzo elettrico locale per kWh e ottenere una stima sul dispositivo per quanto un determinato dispositivo ti costa per funzionare al giorno, settimana, mese e anno.

P3 International P4460 Uccidi un misuratore di watt

Se sei curioso del consumo di energia dei dispositivi in ​​casa, hai bisogno di questo dispositivo.

Amazon

$ 33,99
$ 59,95 Risparmia il 43%

Il Kill a Watt ha una precisione dello 0,2% in watt e può misurare fino a 0,1 W. Anche se vale la pena notare che al di sotto di 1 W, in particolare al di sotto di 0,5 W, i wattmetri commerciali di base, incluso il Kill a Watt, sono meno precisi.

A livelli di potenza in standby estremamente bassi, sono necessarie apparecchiature di laboratorio più sofisticate per misurare la potenza con estrema precisione. Per i nostri scopi, tuttavia, Kill a Watt è utile e di grande valore. È più importante capire se un dispositivo ha un carico fantasma di 20 W piuttosto che capire se il carico fantasma è veramente 0,6 W o 0,4 W.

Abbiamo una guida dettagliata all'uso del misuratore Kill A Watt per misurare il consumo energetico della tua casa se desideri saperne di più, ma per usarlo per misurare la potenza in standby di un singolo dispositivo è 8217; è abbastanza semplice. Basta collegarlo e leggere l'output sul display.

Potresti essere scioccato dai risultati, tra l'altro. Mentre molti dispositivi, come un caricabatterie per cellulari, avranno un carico fantasma così piccolo da essere incommensurabile per Kill a Watt, altre cose consumano più energia di quanto ti aspetteresti.

Ad esempio, ho testato diverse smart TV Samsung in casa mia e il carico fantasma inattivo variava da 14 a 18 W a seconda delle dimensioni della TV. Con un costo di alimentazione di 12 centesimi per kWh, lasciare i televisori collegati e inattivi per un anno costa circa $ 17 per TV.

Come misurare il carico fantasma netto della tua casa

Misurare i singoli carichi di dispositivi per determinare se, caso per caso, vale la pena tenere i dispositivi sempre collegati è una cosa. Ma cosa succede se sei curioso del carico fantasma complessivo della tua casa?

È una specie di novità di cui essere curiosi. La tua casa ha un “standby” modalità quando non lo stai vivendo godendo di tutti i comfort della creatura, quindi che cos'è? Ecco come puoi avere un'idea approssimativa di quanta energia consuma la tua casa nei diversi stati.

Per farlo, avrai bisogno di accedere al misuratore di potenza per la tua casa in modo da poter leggere i dati presentati su di esso. Avrai anche bisogno di un cronometro e di una calcolatrice. Descriviamo il metodo e l'equazione richiesti nella sezione di questo articolo intitolata “Utilizzo del contatore elettrico per misurare l'utilizzo elettrico,” quindi rivedi quella sezione prima di continuare, poiché non avremo rielaborato l'intero processo qui. Invece, ci concentreremo sui suggerimenti per aiutarti a farti un'idea reale di quale sia il carico fantasma netto della tua casa.

Innanzitutto, stabiliamo una linea di base per avere un punto di riferimento e una base per giudicare eventuali modifiche. Non modificare nulla in casa, come scollegare i dispositivi. Vai fuori al contatore e misura il consumo di energia con la tecnica descritta nell'articolo sopra. Diciamo, a titolo di esempio, che calcoli il tuo consumo orario di energia è 1.400 W—che è abbastanza vicino alla media nazionale.

Dopo aver stabilito la linea di base, entra nel tuo casa e spegni o scollega tutti gli elettrodomestici o dispositivi necessari al funzionamento della tua casa e/o che non possono essere scollegati.

Ad esempio, non spegneresti mai il tuo forno per risparmiare energia in standby, né scollegheresti il ​​frigorifero. Efficienti o meno, queste cose devono rimanere accese per la tua sicurezza e il tuo benessere. Spegnendoli brevemente, tuttavia, possiamo rimuovere l'energia in standby che potrebbero consumare dalla nostra valutazione domestica e concentrarci su tutto il resto che rimane collegato, come TV, computer, altoparlanti intelligenti, ecc.

Con quegli elementi scollegati e gli altri dispositivi in ​​casa collegati ma spenti, torna fuori e controlla di nuovo il tuo contatore. A titolo di esempio, supponiamo che la lettura e i tuoi calcoli indichino che la tua casa sta utilizzando 900 W di potenza. Questo è il consumo di energia inattivo collettivo di tutto (tranne il frigorifero e cose del genere che hai appena scollegato) nella tua casa. Ogni TV, ogni presa multipla, ogni caricatore del telefono, anche il più piccolo carico fantasma, se presente, da ogni circuito stampato su ogni lampadina a LED.

Se sei ancora più curioso, puoi tornare indietro e scollegare più cose. Scollegare la TV nella camera degli ospiti. Scollega la tua vecchia console di gioco a cui non giochi quasi mai. Scollega tutto ciò a cui non desideri un accesso immediato e senza problemi, se sei disposto a essere disturbato un po' di tanto in tanto per collegarlo per risparmiare denaro, scollegalo ora.

Fai una lettura finale del misuratore di potenza. Diciamo che la lettura è ora di 600 W. La differenza tra la lettura inattiva ma collegata, 900 W, e la lettura inattiva ma scollegata, 600 W, è di 300 W.

A 12 centesimi per kWh, un carico in standby di 300 W, nel corso di un anno intero, ti costa $ 315,36. Non è esattamente una somma di denaro insignificante e potrebbe farti prendere seriamente in considerazione di scollegare tutto quando non lo usi.

LEGGI SUCCESSIVO

  • &rsaquo ; Come scaricare app su Amazon Fire TV Stick
  • › Come creare un pacchetto di texture Minecraft con una diffusione stabile
  • › Ecco come funziona Steam sui Chromebook
  • › I migliori gadget da viaggio tecnologici del 2022
  • › Come aggiungere una mappa di Google al tuo documento Google
  • › Come pianificare le email sul tuo iPhone