Un alimentatore sovradimensionato spreca energia?

0
103
Corsair

In caso di dubbio, ti consigliamo di dimensionare l'alimentatore, ma il dimensionamento dell'alimentatore spreca energia? Ecco uno sguardo all'utilizzo dell'alimentazione dell'alimentatore.

In pratica, non c'è differenza

Se lo sei Se sei nuovo nella costruzione di PC o semplicemente non hai smesso di pensarci prima, sarebbe facile presumere che i valori di potenza in watt elencati per gli alimentatori rappresentino carichi di potenza assoluti, proprio come rappresenta la potenza nominale su un riscaldatore d'ambiente la potenza effettiva che il dispositivo assorbe per riscaldare una stanza.

Anche se a volte un PC può sicuramente sembrare un riscaldatore d'ambiente, la potenza nominale dell'alimentatore è per il carico massimo, non per il carico assoluto.

PSU Corsair RM850X 850W

La serie Corsair RMx offre affidabilità, connettori completamente modulari e una garanzia di 10 anni.

Amazon

$ 134,99
$ 149,99 Risparmia il 10%

Best Buy

$ 149,99
 

L'alimentatore fornirà solo la potenza necessaria al tuo PC e non di più. Se metti un alimentatore da 1600 W mostruoso in una build che richiede solo 200 W sotto carico, allora è tutto ciò che l'alimentatore fornirà. Potresti sostituire l'alimentatore da 1600 W con un alimentatore da 500 W e non rileverai alcuna differenza tra l'utilizzo del computer con l'alimentatore più grande e quello più piccolo.

Inoltre, faresti fatica a notare una differenza nella bolletta elettrica. Anche con il tuo computer collegato a un dispositivo come un Kill A Watt per misurare la potenza erogata alla presa, a malapena noterai la differenza tra i due.

Tecnicamente parlando, ci sono inefficienze

Se vuoi allontanarti dal parlare di differenze, noterai in realtà —quelle che avrebbero un impatto sulla bolletta elettrica&#8212 ;e negli aspetti tecnici dell'efficienza dell'alimentatore, in realtà c'è una differenza tra l'utilizzo di un alimentatore grande e piccolo per una determinata build.

Gli alimentatori hanno una curva di efficienza. Quando sono notevolmente sottocarico o, all'estremità opposta, messe sotto carico massimo, sono meno efficienti. L'efficienza di picco è di circa il 50% del carico nominale.

Quanto potrebbe essere efficiente o inefficiente viene generalmente descritto utilizzando la terminologia della certificazione 80 Plus. La certificazione 80 Plus indica che un alimentatore è efficiente almeno all'80% nel convertire l'energia elettrica CA nell'energia elettrica CC utilizzata dal tuo PC.

RELATEDChe cos'è la certificazione “80 Plus” su un alimentatore?

Oltre alla certificazione minima 80 Plus Basic, hai Bronze, Silver, Gold, Platinum e Titanium. A 80 Plus Basic, ottieni l'80% di efficienza al 50% di carico e sale fino al 94% al livello di Titanio.

Quando il carico scende al 20%, l'efficienza di un alimentatore 80 Plus Basic rimane all'80%, ma all'estremità premium della scala dell'alimentatore, l'efficienza di un'unità Titanium scende al 92% dal 94%. È prevista una perdita di efficienza del 2-3% per qualsiasi cosa al di sopra della certificazione di base. Puoi leggere di più sulla certificazione 80 Plus e le relative specifiche qui se vuoi approfondire.

Quindi cosa significa, in pratica? Confrontiamo due build identiche ma cambiamo l'alimentatore per mostrare come cambia l'effettiva potenza assorbita in base all'efficienza dell'alimentatore.

Diciamo che abbiamo una build per PC che richiede 250 W di potenza. Per semplicità, diremo che l'assorbimento di 250 W è costante e non fluttua enormemente con le richieste di carico, solo per poter eseguire alcuni calcoli di base del back-of-the-envelope.

Se inseriamo un alimentatore 80 Plus Gold da 500 W in questa build, l'assorbimento di 250 W raggiunge il punto del 50% per la potenza nominale. Si prevede che un alimentatore con classificazione Gold avrà un'efficienza dell'87% con un carico del 20%, un'efficienza del 90% con un carico del 50% e un'efficienza dell'87% con un carico del 100%.

Ciò significa che il nostro alimentatore da 500 W, al 50% del carico, richiede il 10% in più di energia dalla parete rispetto a quella fornita ai componenti. 250 W * 1,10 = 275 W. Perdiamo 25 W nel processo di conversione.

Ora supponiamo di mantenere la stessa build e sostituire l'alimentatore da 500 W con un alimentatore da 1000 W più grande, sempre con una classificazione 80 Plus Gold.

Un carico di 250 W su un alimentatore da 1000 W rappresenta solo il 25% della capacità nominale e riduce la nostra efficienza all'87% circa, dal precedente 90%. Quindi ora il nostro sovraccarico di conversione è del 13%, o 250 W * 1,13 = 282,5. Perdiamo 32,5 watt.

La differenza tra le due perdite generali è di soli 7,5 watt. Sebbene sia abbastanza energia per alimentare una lampadina a LED, non è un sacco di energia. In effetti, con 8 ore di utilizzo al giorno, 365 giorni all'anno e 12 centesimi per kWh, si ottiene $ 1,31 in più sulla bolletta elettrica annuale.

Quindi, in caso di dubbio, c'è 8217; è un piccolo rischio nel dimensionare la tua PSU oltre a pagare un premio per una potenza nominale più elevata di cui potresti non aver mai bisogno. Ma, soprattutto se stai acquistando un'unità di qualità, puoi utilizzarla non solo per il PC che stai costruendo oggi, ma anche per quello che costruirai tra cinque anni.

LEGGI SUCCESSIVO

  • › Che cos'è DLSS 3 e puoi usarlo su hardware esistente?
  • › Il concorrente RTX 3060 di Intel costa meno di $ 300
  • › Qual è il “Click of Death” in un HDD e cosa dovresti fare?
  • › Il nostro controller preferito per i giochi su PC costa oggi solo $ 45
  • › Spotify e Audible: qual è il migliore per gli audiolibri?
  • › La NASA e SpaceX vogliono dare una spinta al telescopio Hubble