James Earl Jones si ritira come Darth Vader, AI subentra

0
53
Stefano Buttafoco/Shutterstock.com

James Earl Jones si è ritirato dalla voce dell'iconico cattivo di Star Wars Darth Vader. Jones interpreta la voce di Vader dal 1977. Ora, a 91 anni, l'attore ha dichiarato di volersi ritirare dal ruolo.

La battuta di Obi-wan Kenobi descrive Vader in Return of the Jedi, “Ora è più macchina che uomo,” assume un significato più preveggente nel 2022. Questo perché Jones ha ceduto la sua voce alla società di intelligenza artificiale ucraina Respeecher. La start-up è specializzata nell'utilizzo di registrazioni d'archivio e algoritmi di intelligenza artificiale per creare dialoghi nuovi e originali con la stessa voce.

La prima interpretazione di Respeecher di Jones è già arrivata sul grande schermo. Nella prima stagione di Obi-Wan Kenobi, le apparizioni di Vader di Hayden Christensen sono state parzialmente doppiate utilizzando la tecnologia AI di Respeecher.

RELATEDQuesta spada laser Obi-Wan Kenobi è quasi reale

Questa non è la prima volta che Star Wars utilizza l'avanzata algoritmi per mantenere gli attori anziani nei loro ruoli iconici. Nel film del 2016 Rogue One, Lucasfilm ha utilizzato la CGI per resuscitare il Grand Moff Tarkin di Peter Cushing e interpretare la versione del 1977 di Carrie Fisher della principessa Leia. E nel 2020, la società ha riportato la versione del 1983 di Luke Skywalker in The Mandalorian utilizzando la cosiddetta tecnologia deepfake.

Dopo l'apparizione di Vader in Obi-Wan Kenobi, molti fan si aspettano che il personaggio ritorno nella prossima serie di Ahsoka. Ahsoka segue le ulteriori avventure dell'ex padawan Jedi di Vader Ahsoka Tano, come si è visto nella serie animata di Star Wars The Clone Wars.

Fonte: Vanity Fair