Google potrebbe creare versioni royalty-free di Dolby Atmos e Vision

0
52
Vectorpocket/Shutterstock.com

Una nuova fuga di notizie suggerisce che Google potrebbe lanciare i propri formati audio 3D e HDR. Nome in codice “Project Caviar,” I nuovi formati home theater di Google potrebbero non avere costi di licenza, offrendo di fatto ai produttori un'alternativa gratuita a Dolby Vision e Dolby Atmos.

I dettagli del “Project Caviar” sono stati scoperti da Protocol, che ha ottenuto un video di Google che mostra la sua tecnologia a vari produttori di hardware. Nel video, che rimane inedito, il project manager Roshan Baliga descrive “Caviar” come passaggio necessario in un “ecosistema più sano e più ampio.”

Sembra che l'obiettivo principale del “Project Caviar” è l'integrazione con YouTube. Attualmente, YouTube non supporta Dolby Vision o Atmos. E mentre YouTube supporta vagamente il vecchio HDR, l'implementazione è terribile. (In generale, Google cerca di evitare i formati Dolby. Il Chromecast è una rara eccezione.)

RELATEDCos'è Dolby Vision?

Per essere chiari, Google potrebbe semplicemente abbracciare i formati home theater Dolby. Ma la società non sembra molto contenta dei costi di licenza. Secondo quanto riferito, Dolby addebita $ 2 o $ 3 per ogni dispositivo hardware che supporta Atmos o Vision. E questa è una tariffa per unità, tra l'altro. (Un po' ironicamente, Dolby consente ai servizi di streaming di utilizzare questi formati gratuitamente.)

Neanche i produttori di hardware probabilmente sono troppo contenti di queste tariffe di licenza. Detto questo, Dolby Atmos e Vision sono formati già consolidati. L'idea che un produttore rinuncerà alla tecnologia Dolby per “Project Caviar” è un po' forzato e, nella migliore delle ipotesi, i formati possono coesistere.

O l'intero “Project Caviar” la cosa potrebbe svanire lentamente come HDR10+, che è anche un formato aperto.

Fonte: Protocollo