Gare: FinMin per l'allentamento dei criteri di solvibilità degli assicuratori PSU

0
41

Solo la New India Assurance Company Ltd ha riportato un coefficiente di solvibilità superiore a 1,5 tra i quattro assicuratori PSU.

Il ministero delle Finanze ha chiesto alle Central Public Sector Enterprises (CPSE) e ai dipartimenti governativi di allentare il requisito del coefficiente di solvibilità minimo di 1,5 delle passività come uno dei criteri di ammissibilità per la partecipazione delle compagnie di assicurazione del settore pubblico alla procedura di gara.

Secondo un memorandum d'ufficio del ministero a vari dipartimenti e compagnie di assicurazione, la stipula di un elevato coefficiente di solvibilità rende tre delle quattro compagnie di assicurazione generale del settore pubblico (PSGIC) — National Insurance Company Ltd (NIC), Oriental Insurance Company Ltd (OIC) e United India Insurance Company Ltd (UII) — non idonei a partecipare alla procedura di gara nonostante la loro “vasta esperienza e capacità di gestione del rischio”.

La nota del Ministero segue l'intensa concorrenza nel settore e il calo delle prestazioni di tre assicuratori PSU. Solo la New India Assurance Company Ltd ha riportato un coefficiente di solvibilità superiore a 1,5 tra i quattro assicuratori PSU. I dipartimenti governativi e i CPSE, che costituiscono un grande mercato per le compagnie di assicurazione, aggiudicano contratti assicurativi attraverso una procedura di gara.

Indice di solvibilità: utile netto e ammortamenti divisi per passività — è la capacità finanziaria di una compagnia di assicurazioni di far fronte ai propri obblighi. Un rapporto elevato significa che l'azienda è finanziariamente solida e dispone di un capitale sufficiente per pagare tutte le richieste valide. Secondo il mandato dell'IRDAI, il coefficiente di solvibilità minimo che le compagnie assicurative devono mantenere è 1,5 per ridurre i rischi. In termini di margine di solvibilità, il valore richiesto è del 150%.

Il meglio di Express Premium

Premium

Come un ramo si avvizzisce , l'albero di Thackeray vede sbocciare un altro figlio: Amit, …Premium

L'inverno dei finanziamenti inizia per le startup indiane, il personale al freddo: oltre 1…

Premio

Nuova preoccupazione in J&K: gli ufficiali affermano che la militanza entra in un “segreto, pericolo…

Premium

Il centro oncologico di terapia cellulare prende forma a Bengaluru, le prove sono in corsoAltre storie premium >>

Comitato sullo scambio nazionale di attestazioni sulla salute

Il presidente dell'IRDAI Debasish Panda ha proposto la creazione di un gruppo di lavoro che includa i funzionari dell'Autorità sanitaria nazionale (NHA), dell'IRDAI e della rappresentanza del settore per deliberare sull'utilizzo del National Health Claims Exchange da parte del settore assicurativo. Di recente, rivolgendosi al secondo incontro bimestrale con i CEO e gli MD degli assicuratori vita, danni e salute, Panda ha anche annunciato la creazione di una task force, che includerà la rappresentanza di assicuratori, riassicuratori e IRDAI, per garantire la collaborazione e approccio consultivo nei confronti di varie questioni riassicurative. Il proposto National Health Claims Exchange è una piattaforma digitale per la liquidazione dei reclami sulla salute.

Il margine di solvibilità è il capitale extra che le aziende devono detenere al di sopra degli importi dei reclami che potrebbero dover sostenere. Gli assicuratori privati ​​sono tenuti a mantenere un coefficiente di solvibilità di 1,5 per partecipare alla procedura di gara.

Sebbene il margine di solvibilità sia una buona misura per valutare la salute e la stabilità finanziaria e la capacità degli assicuratori di far fronte alla responsabilità, è importante notare che il settore assicurativo è debitamente regolamentato dall'Insurance Regulatory and Development Authority of India (IRDAI), il Ministero nota ha detto. L'IRDAI ha concesso la tolleranza (dal mantenimento del coefficiente di solvibilità richiesto) a queste società considerando tutti gli aspetti e ha consentito loro di continuare a sottoscrivere le attività come al solito, ha affermato.

È pertinente notare che la passività riassicurata non è presa in considerazione nel calcolo del coefficiente di solvibilità, specificato dall'IRDAI, per cui il coefficiente di solvibilità di 1,5 è molto alto dal punto di vista del rischio, ha affermato il Ministero. Inoltre, le compagnie di assicurazione generale del settore pubblico non sono mai state inadempienti sulle loro passività. “Il governo ha recentemente infuso capitale nelle società di cui sopra e si impegna a fornire più capitale, come potrebbe essere necessario”, ha inviato la notifica.

“Si richiede di non includere il coefficiente di solvibilità come criterio per partecipazione delle compagnie di assicurazione generale del settore pubblico alle gare di assicurazione generale. Ciò rafforzerebbe la concorrenza nel processo di gara senza compromettere la qualità dei servizi. È inoltre richiesto di portare questo all'attenzione di tutte le entità e organizzazioni appaltanti sotto la giurisdizione amministrativa del tuo Ministero/Dipartimento”, ha affermato il Ministero.

Express Explained Vai oltre le notizie. Comprendi i titoli dei giornali con le nostre storie spiegate Leggi qui