Il profilo della domenica: all'incrocio a T

0
52

La notte del 22 giugno, mentre Uddhav percorse la breve distanza dalla sua residenza ufficiale Varsha alla sua casa privata Matoshree, fu la dinastia in prima linea. Uddhav, Rashmi ei loro due figli, acclamati e acclamati dai sostenitori, appaiono ripetutamente dai loro veicoli per riconoscere il sostegno. Illustrazione: Suvajit Dey

Punto dalla rivolta di Chhagan Bhujbal con altri 17 MLA e beffa dall'interno per aver trasformato il suo partito nel suo feudo, il capo di Shiv Sena Balasaheb Thackeray il 18 luglio 1992, scrisse un articolo firmato su Saamana e ha annunciato che avrebbe lasciato il partito.

Due giorni dopo, il 20 giugno, un mare di Shiv Sainik è atterrato fuori dall'ufficio del Sena, implorando Thackeray di riconsiderarlo. I leader senior di Shiv Sena sono stati molestati e maltrattati per non essere abbastanza leali e molti dei potenziali detrattori di Thackeray sono stati tagliati a misura. Thackeray ha quindi “magnanimamente” acconsentito alle richieste dei Sainik di riconsiderare la sua decisione, con l'episodio che ha impresso per sempre la sua autorità sul partito.

Quasi esattamente 30 anni dopo, quanto sopra è lo scenario migliore per il figlio Uddhav Thackeray. Tuttavia, il 29 giugno, quando si è dimesso da Primo Ministro e MLC dopo un discorso serio di 15 minuti, è stato con un appello per la pace, che sembrava non necessario. Salvo alcuni episodi di vandalismo, il trasferimento del potere dalla sua fazione Sena a quella rappresentata da Eknath Shinde nel Maharashtra è stato regolare, con i Sainik più perplessi che arrabbiati con Uddhav per aver “gettato la spugna” senza combattere.

Leggi anche |Maharashtra: CM Eknath Shinde inizia con il veto al piano del capannone di Aarey di Uddhav. Persino il rabbioso Sanjay Raut ha fatto appello ai Sainik affinché non facessero storie quando è apparso davanti alla Direzione delle forze dell'ordine.

Il meglio di Express Premium

Premium

UPSC Key-4 luglio 2022: Perché leggere 'piante solari galleggianti' o 'malnutriti…

Premium

Campo riscaldato DMK MP Raja su ’ 8216;separato Tamil Nadu’, au…

Premium

UPSC Essentials: termini chiave della scorsa settimana

Premium

ExplainSpeaking: Nonostante la caduta, i mercati azionari indiani sono ancora sopravvalutati…Altre storie premium >>

Ma poi di nuovo, il giorno dopo, Uddhav sembrava mostrare i muscoli parlando del tradimento del BJP e dell'“espellere” Shinde.

Per i ranghi di Sena, questa pigrizia rappresenta tutto ciò che non va nel partito. Un decennio dopo essere entrato nei panni di Bal Thackeray, Uddhav sembra incerto su dove vuole portare la festa. Dovrebbe attenersi al nuovo stampo “moderato” che è considerato più adatto alla sua personalità di politico rilassato? O sotto il calore dei ribelli, in particolare per le credenziali Hindutva di Uddhav, dovrebbe ripiegare sulle tattiche sfacciate che hanno ripagato il Sena nel corso degli anni?

Leggi anche |La ribellione di Eknath Shinde mette in luce l'ostinato di Shiv Sena problema: Il suo processo decisionale

I numeri

Con 39 dei 55 MLA che si ribellano, qualsiasi politico troverebbe difficile una reazione. Uddhav deve fare i conti con questo più un BJP che gli scatta alle calcagna. I ribelli avranno il sostegno del Sangh e il denaro e la forza muscolare che derivano dall'essere al governo.

Molti osservatori di Sena dubitano che Uddhav abbia lo stomaco per farlo, soprattutto considerando come si è svolta la recente crisi. Ancora nelle fasi iniziali, Uddhav lasciò inspiegabilmente la sua residenza ufficiale, facendone uno spettacolo; poi che passi un buon momento di addio; solo per resistere mentre i numeri diminuivano; e infine esci senza usare il piano dell'Assemblea per fare una grande uscita.

“Avrebbe dovuto presentare il suo caso in aula. Avrebbe potuto esprimere le sue opinioni e spiegare perché ha scelto il Congresso e il PCN. Sarebbe stato negli atti della Camera per i posteri. Invece ha scelto Facebook Live”, afferma il leader Prithviraj Chavan, non nascondendo il suo sgomento.

La perdita di 39 MLA a favore di Shinde non si farà sentire solo in Assemblea. La Sena ha perso la sua leadership di secondo grado in tutto il Maharashtra. Shinde stesso era il numero 2, dopo solo i Thackeray. Dei sei MLA del Maharashtra settentrionale e cinque dell'ovest, nessuno rimane con Uddhav. Lo stesso è il caso di Vidarbha, dove tre dei quattro MLA di Sena sono andati con Shinde. A Marathwada, otto dei 12 MLA, ea Konkan, 12 dei 15, ora sono con Shinde.

Leggi anche |Mentre MVA fissa un futuro incerto, NCP guarda lo spazio di Sena, Cong alla deriva

L'unico posto in cui Uddhav ha mantenuto un certo supporto è Mumbai, dove otto dei 15 MLA sono ancora con la sua fazione. Uno dei primi test di quanto sia forte quella base saranno i sondaggi BMC in arrivo. Il BJP è determinato a strappare il corpo ricco di denaro e, poche ore dopo il giuramento di Shinde-Fadnavis, è iniziata la raffica contro la società controllata dal Sena. Dice un ex corporator BJP incaricato di gestire i sondaggi BMC: “È tempo di cambiare. Quest'anno il BJP avrà anche il controllo della città.”

Il track record di Sena nei sondaggi BMC sotto Uddhav non ispira molta fiducia. Alle elezioni del 2002, quando ricoprì un ruolo importante, mentre era in giro Bal Thackeray, il Sena vinse 97 dei 227 seggi. Da allora è in discesa: 84 seggi nel 2007 e 75 nel 2012 (Thackeray Sr morì quell'anno), con il BJP come alleato. Nel 2017, quando Sena e BJP hanno combattuto separatamente, la Sena ha ottenuto 84.

Anche alle elezioni dell'Assemblea, la Sena è stata in declino. È salito al potere nel 1995 vincendo 73 dei 288 seggi. Dopo che Uddhav ha iniziato a svolgere un ruolo attivo, ha ottenuto 62 nel 2004, 45 nel 2009, 63 nel 2014 e 56 nel 2019. Nel 2014, Sena, BJP ha combattuto separatamente.

Serie di divisioni< /forte>

Da quando Uddhav ha preso il controllo del partito nel 2003, questa è la terza scissione al Sena. Molti ribelli di Sena notano che mentre Uddhav non ha l'aura di suo padre, si aspetta di essere trattato con la stessa deferenza, senza che vengano sollevate domande sui suoi metodi. Il suo “disinteresse” si aggiunge al problema, con Uddhav che opera attraverso una confraternita, inclusa la sua famiglia.

Leggi anche |I giornalisti della settimana | MLA ribelle Eknath Shinde, candidati presidenziali Droupadi Murmu & Yashwant Sinha

“Quelli nella sua cerchia ristretta divennero guardiani e molti vecchi leader furono delusi dal fatto che dovessero passare attraverso di loro per avvicinarsi a Uddhav. Il deficit di fiducia è solo cresciuto”, afferma Sanjay Patil dell'Università di Mumbai che ha tracciato il Sena tra il 1985 e il 2022 per il suo lavoro di dottorato.

I membri del partito affermano che non solo si è affidato a pochi eletti, Uddhav non è stato in grado di monitorare ciò che stavano facendo. Il capo del PCN Sharad Pawar non ha usato mezzi termini in privato sul fatto che il Sena fosse all'oscuro della ribellione in corso.

Dopo il trasferimento del potere giovedì, Pawar ha detto ai giornalisti: “Lo stile di lavoro di Uddhav Thackeray è tale che se ha fiducia in qualcuno, gli dà completa autonomia. L'abbiamo visto con Eknath Shinde. Non so se c'è questo dietro a ciò che è emerso.”

Altro da Political Pulse

Clicca qui per ulteriori informazioni

Anche nei giorni successivi alla rivolta, Uddhav sembrava aver lasciato la parola agli altri, in particolare Raut e il figlio Aaditya. Molti leader della Sena ritengono che l'atteggiamento aggressivo dei due abbia allontanato i ribelli.

Per ora, Uddhav ha il sostegno del Congresso e del PCN. Ma questo sarà messo alla prova quando i tre partiti, con i loro ordini del giorno separati, si batteranno per le elezioni. Persino Pawar è stato vigilato sugli impegni elettorali.

Nuovo Uddhav o vecchio padre di famiglia?

Quasi tutti sono unanimi sul fatto che Uddhav debba riadattarsi. “Ha bisogno di affrontare la scomoda realtà che la sua presa sulla leadership di secondo e terzo gradino del Sena è stata spazzata via. È essenziale che rifletta duramente per raggiungere i quadri Sena, che hanno ancora una presenza significativa sul campo”, afferma un MLA del Congresso.

Qualunque cosa faccia in futuro, Uddhav potrebbe trovarsi ancora più dipendente dai consigli della moglie Rashmi, Aaditya e dal capo del PCN Pawar. Proprio come Balasaheb, che dopo la ribellione di Bhujbal nel 1992 iniziò a coinvolgere la sua famiglia nel partito, anche Uddhav potrebbe attirare una cerchia di famiglia ancora più stretta intorno a sé.

Leggi anche |Fai male a me, non a Mumbai, dice Uddhav; Aarey è il sito giusto per il progetto: BJP

Il crescente peso di Aaditya, un'altra causa di bruciore di stomaco per i ribelli, è già più visibile. La Yuva Sena, che ha guidato per 12 anni dalla sua formazione, sta guidando le manifestazioni per fare pressioni sul sostegno in tutto lo stato. I membri del comitato centrale, che sono per lo più con sede a Mumbai, sono stati incaricati di concentrarsi sui distretti.

Rais Shaikh, MLA del partito Samajwadi, afferma che, nonostante tutto l'entusiasmo di Aaditya, rappresenta un nuovo volto del Sena contro il quale i ribelli si sono ammutinati. “Con Aaditya puoi parlare di cose belle come quello che sta succedendo a Davos. Ma se gli dici che c'è spazzatura sparsa intorno a un chawl… si sente a disagio. Ho avuto una conversazione con lui in cui gli ho detto che questi problemi non riceveranno voti. Mi ha detto che qualcuno dovrebbe pensare al di là dei soli voti. Gli ho detto che non è il momento. Ma poi inizia a ignorarti e smette di parlarti”, dice Shaikh.

Leggi anche |Sharad Pawar: la dipendenza di Uddhav da Shinde potrebbe essere alla base della crisi, Fadnavis visibilmente scontento del post del vice CM

Rashmi è anche visto come chiave per la carriera politica di Uddhav, avendo svolto un ruolo importante nello spingerlo ad assumere il ruolo di CM. E, soprattutto, prendere la difficile decisione di rompere con il BJP.

La notte del 22 giugno, mentre Uddhav percorse la breve distanza dalla sua residenza ufficiale Varsha alla sua casa privata Matoshree, fu la dinastia a in prima linea. Uddhav, Rashmi ei loro due figli, acclamati e acclamati dai sostenitori, apparivano ripetutamente dai loro veicoli per riconoscere il sostegno.

Quella sera ha mostrato che potrebbe esserci un nuovo giorno per Uddhav. Ma il tempo scorre.