Rapporto commissionato da NITI Aayog che ha studiato 3 ordini della Corte Suprema, 2 di NGT: “5 verdetti verdi costano entrate del governo Rs 8K-cr”

0
52

Tribunale nazionale dei verdi.

Il governo ha perso entrate per un valore di Rs 8.000 crore dalla metà del 2018 alla metà del 2021 e almeno 75.000 persone sono state colpite negativamente con circa 16.000 lavoratori che hanno perso la loro posti di lavoro, a causa di cinque importanti sentenze relative all'ambiente emesse dalla Corte suprema e dal National Green Tribunal (NGT), ha stimato un rapporto commissionato dal NITI Aayog.

I verdetti valutati nel rapporto includono tre sentenze della corte d'apice – l'interruzione dell'estrazione del minerale di ferro a Goa, la chiusura dell'impianto di Tuticorin di Sterlite Copper nel Tamil Nadu e l'interruzione della consultazione dell'aeroporto di Mopa a Goa – e due della NGT – il divieto di estrazione di sabbia caso e interruzione delle attività di costruzione a Delhi-NCR.

Secondo una persona a conoscenza delle deliberazioni sul rapporto, questi cinque casi sono stati scelti per la loro importanza quando il rapporto è stato commissionato.

Secondo il rapporto intitolato “Impatto economico delle decisioni selezionate della Corte suprema e del tribunale verde nazionale dell'India”, all'indomani dei cinque verdetti, l'industria ha perso quasi 15.000 crore di Rs di ricavi e i lavoratori hanno perso circa 500 crore di Rs. reddito. La perdita di entrate stimata di Rs 8.000 crore al governo avrebbe potuto comportare un impatto economico di oltre Rs. 20.000 crore se investiti come spesa in conto capitale, ha detto. Il rapporto è stato commissionato per la prima volta nel 2019 ed è stato finalizzato con il sostegno finanziario del NITI Aayog. È stato preparato dal gruppo di ricerca politica e advocacy con sede a Jaipur CUTS International, che ha presentato il rapporto al think tank del governo lo scorso giugno.

Best of Express Premium

Premium

ExplainSpeaking: nonostante la caduta, i mercati azionari indiani sono ancora in sovrastima…

Premium

'Peter Brook ha cercato di distruggerci, ricrearci. Non volevo essere distrutto…

Premium

In Gujarat, la crisi del Covid riunisce le coppie estranee per una seconda possibilità

Premium

Molti scenari, risultato simile: l'impianto di Tuticorin potrebbe non riavviarsi, ad esempio exp…Altre storie premium >>

In un ordine approvato nel 2018, la SC aveva annullato il contratto di locazione di Vedanta Ltd per l'estrazione di minerale di ferro, che l'allora governo di Goa aveva rinnovato nel 2014. L'ordine ordinava anche alle società minerarie di interrompere tutte le operazioni minerarie fino a quando non avessero ottenuto nuove autorizzazioni ambientali e contratti di locazione. A causa di questo divieto, il rapporto afferma: “Il debito pubblico statale è aumentato a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 10,06% dal 2007 al 2021, mentre i prestiti di mercato presi dallo stato sono aumentati a un CAGR del 19,93%, di conseguenza a causa della sospensione dell'attività mineraria.”

Come risultato del divieto di estrazione mineraria nello stato costiero, le entrate totali guadagnate dal governo di Goa tra gli anni finanziari 2015-16 e 2017-18 sono state di Rs 1.128,38 crore, che sono diminuite del 79,51% a Rs. 231,23 crore tra il 2018 e il 2021, una differenza di Rs. 897,15 crore, afferma il rapporto.

“Come conseguenza del divieto minerario a Goa, le entrate centrali e statali hanno sofferto cumulativamente un deficit stimato di Rs 668,39 crore di tasse pagate dalle compagnie minerarie, mentre lo stato i ricavi hanno subito esclusivamente un disavanzo stimato di Rs 1.821,32 crore”, ha aggiunto.
“Anche se annullava 88 contratti di locazione mineraria, la SC avrebbe potuto ordinare al governo di Goa di riavviare le operazioni minerarie entro un termine stabilito sotto la supervisione del tribunale e facilitato da un comitato di esperti in materia tra cui economisti, ambientalisti, ecc.”, raccomandava il rapporto.

Ha aggiunto: “Un simile approccio avrebbe potuto essere informato da un'analisi di impatto della sospensione mineraria, avviata e supervisionata dallo stesso SC. L'analisi avrebbe potuto anche esplorare le migliori misure di protezione ambientale possibili per ridurre al minimo i danni”.

Nel 2019 l'apex court ha sospeso un'autorizzazione economica (CE) ottenuta dal governo di Goa per lo sviluppo di un secondo aeroporto internazionale a Mopa.

Newsletter | Fai clic per ottenere le migliori spiegazioni della giornata nella tua casella di posta

A causa di discrete restrizioni giudiziarie sulla costruzione dell'aeroporto, rimobilitazione delle risorse e ritardi dovuti alla pandemia di Covid-19, il rapporto ha affermato che il costo della prima fase dell'aeroporto è aumentato da Rs 1.900 crore a Rs 2.615 crore, un costo del 38 per cento in più.
Ad aprile un comitato di esperti ha definito ulteriori tutele e condizioni ambientali per la costruzione dell'aeroporto, che è stata accettata dall'apex court il 16 gennaio 2020, ritirando la sospensione da CE. L'aeroporto sarà operativo nell'agosto di quest'anno.

L'impianto di rame Sterlite a Tuticorin, Tamil Nadu, che è stato chiuso nel 2018 dal consiglio statale per il controllo dell'inquinamento con il tribunale apicale che in seguito si è rifiutato di concedere aiuti a Sterlite, ha avuto un impatto sui redditi delle persone che hanno perso il lavoro, riducendo le loro entrate mensili di a almeno il 50% mentre molti disoccupati, afferma il rapporto.

La magistratura deve essere ben attrezzata per bilanciare gli interessi economici ed ecologici del paese, raccomanda il rapporto. Ad esempio, in risposta al divieto di costruzione a Delhi-NCR, introdotto dalla Commissione per la gestione della qualità dell'aria (CAQM) nel novembre 2021 e revocato un mese dopo, il rapporto ha suggerito che “l'inefficacia delle procedure adottate da la magistratura e l'esecutivo nella lotta all'inquinamento evidenziano l'esistenza di lacune nelle procedure e nel sistema stabiliti a causa di vari motivi come vincoli di capacità e competenze, scarsità di risorse, ecc. “

Ha anche affermato che i tribunali dovrebbero impegnarsi analisi dell'impatto economico facilitate da un gruppo di esperti tra cui economisti, ambientalisti, sociologi, tra gli altri, per affrontare e giudicare casi di interesse pubblico che coinvolgono questioni economiche sensibili.