Il MoEF propone emendamenti alla legge sulla protezione dell'ambiente, per depenalizzare le disposizioni

0
53

Ministro dell'Unione per l'ambiente, le foreste e il cambiamento climatico Bhupender Yadav (file)

Il ministero dell'Ambiente, delle foreste e del cambiamento climatico ha chiesto il feedback di esperti e altre parti interessate venerdì come ha proposto di depenalizzare le disposizioni esistenti della legge sulla protezione dell'ambiente, 1986.

Per inciso, le attuali disposizioni dell'EPA disciplineranno le sanzioni in caso di divieto di plastica monouso entrato in vigore venerdì.

Il ministero ha proposto di sostituire la reclusione con la sanzione pecuniaria per le contravvenzioni “meno gravi” previste l'EPA, una legge generale che sostituisce altre leggi ambientali come il Water and Air Act, che sarà anch'esso depenalizzato.

Tuttavia, le gravi violazioni dell'EPA che portano a lesioni gravi o alla morte sono coperte dalle disposizioni del codice penale indiano.

Il meglio di Express Premium

Premium

Non ci sono più stelle, dice Karan Johar. Perché ha ragione

Premium

Lasciati ispirare: perché Sardar Patel ha affermato che i dipendenti pubblici non devono accettare …

Premium

Rapporto commissionato da NITI Aayog che ha studiato 3 ordini dalla Corte Suprema, 2…

Premium

Inside Track: la strategia di Amit Shah per Maharashtra e FadnavisAltre storie premium > >

Gli emendamenti propongono anche la creazione di un “Fondo per la tutela dell'ambiente” in cui verrà rimesso l'importo della sanzione.

Un avviso emesso venerdì affermava che i feedback ricevuti dal ministero suggerivano la depenalizzazione delle disposizioni dell'EPA “al fine di estirpare il timore della reclusione per semplici violazioni”.

Una volta esaminato il riscontro, previsto entro il 27 luglio, il ministero uscirà con una bozza di notifica e avvierà un altro giro di obiezioni e suggerimenti da parte del pubblico.

“Al fine di depenalizzare le disposizioni vigenti del EPA, 1986, questo ministero sta esaminando le proposte per apportare modifiche… sulla base dei contributi ricevuti da varie parti interessate', ha affermato un avviso pubblico emesso dal ministero venerdì.

Attuato ai sensi dell'articolo 253 della Costituzione, l'EPA è entrato in vigore il 19 novembre 1986. La legge stabilisce “il quadro per lo studio, la pianificazione e l'attuazione dei requisiti a lungo termine della sicurezza ambientale e la definizione di un sistema di risposta rapida e adeguata alla situazioni che minacciano l'ambiente.”

In caso di inosservanza o violazione delle vigenti disposizioni dell'EPA, o delle norme della presente legge, il trasgressore può essere punito con la reclusione fino a cinque anni o con una multa fino a Rs 1.00.000, o con entrambi.

In caso di persistenza di tale violazione, un'ulteriore multa fino a Rs 5.000 per ogni giorno durante il quale tale omissione o contravvenzione continua dopo la condanna per la prima tale contravvenzione può essere riscossa.

Inoltre, se la violazione si protrae oltre il termine di un anno dalla data di condanna, l'autore del reato può essere punito con la reclusione fino a sette anni.

LUGLIO 4 SALDI! Solo per i nostri lettori internazionali, prezzo mensile a partire da soli $ 2,50 OTTIENI QUI