Ecosistema: la parola d'ordine del BJP sia per la critica che per l'autoelogio

0
59

Il primo ministro Narendra Modi con il ministro dell'Interno dell'Unione Amit Shah. (PTI)

Il 28 giugno, rispondendo a una domanda sugli arresti del co-fondatore di AltNews Mohammed Zubair e dell'attivista Teesta Setalvad, il portavoce del BJP Gaurav Bhatia a una conferenza stampa conferenza a New Delhi ha suggerito che le proteste contro lo stesso hanno mostrato “c'è un ecosistema velenoso”.

Bhatia ha continuato ad accusare il Congresso di sostenere e opporsi ad azioni giudiziarie secondo la sua convenienza.

(Crediti: The Oxford Dictionary)

Tre giorni prima, il 25 giugno, il ministro dell'Interno dell'Unione Amit Shah, parlando all'agenzia di stampa ANI, ha anche usato la parola “ecosistema” per descrivere ciò che era seguito ai disordini del 2002. Commentando l'ordine della Corte Suprema che confermava la notizia pulita al governo di Narendra Modi durante le rivolte, Shah ha detto: “I rivali politici del BJP, i giornalisti che sono venuti in politica per ideologia e alcune ONG insieme hanno pubblicizzato le accuse. Avevano un forte ecosistema, quindi tutti hanno iniziato a credere che le bugie fossero la verità. “

Anche in Political Pulse | Ordine di rivolta della Corte Suprema del 2002: BJP afferma che non il problema dei sondaggi, ma la “vittoria morale” aumenterà il partito

Non proprio nel contesto delle violenze e delle proteste, il BJP tra i ranghi ha iniziato a usare la parola “ecosistema” in tutte le situazioni, dall'introduzione delle politiche del governo all'attacco ai suoi rivali, incluso il primo ministro Narendra Modi.

Il meglio di Express PremiumPremium

UPSC Key-1 luglio 2022: perché leggere 'Office of Chief Minister' o 'Sponge …

Premium

Dramma politico del Maharashtra: quando il BJP ha vinto ma il suo leader ha perso

Premium

Un secolo fa, come Gita Press è diventata ‘leader nella fornitura di stampe…

Premium

Spiegazione: 5 modi in cui l'iPhone ha cambiato il mondo in 15 anniAltre storie premium >>

Il 14 giugno, durante il discorso del portavoce del partito Nupur Sharma sul Profeta, il portavoce nazionale del BJP Gopal Krishna Agarwal, parlando al Financial Express, ha dichiarato: “Il partito ha affermato che rispettiamo tutte le religioni. L'attuale dibattito è un'eccessiva amplificazione dell'ecosistema anti-BJP, che nasconde un'agenda nascosta”.

Il 20 maggio, rivolgendosi virtualmente ai lavoratori del partito a Jaipur, il premier Modi ha affermato che otto anni del suo governo sono stati dedicati al “buon governo” e alla “giustizia sociale” e che il BJP non deve “cadere nella trappola” ; di alcuni partiti politici con un “ecosistema” per distogliere l'attenzione del paese dalle questioni principali.

Leggi anche |Necessità di mettere in guardia la nazione contro le offerte per suscitare nuove liti sulla lingua, la casta: dal PM ai vertici del BJP

In precedenza, il 15 marzo, il premier Modi, parlando del film The Kashmir Files, sull'esodo dei Pandit, in una riunione del partito ha affermato che “invece di valutare il film sulla base di fatti e verità, è in corso una campagna per screditarlo” . Ha incolpato un “intero ecosistema” che “si oppone a chiunque cerchi di mostrare la verità”.

Il Primo Ministro dell'Assam Himanta Biswa Sarma ha usato la stessa parola, in un tweet pubblicato il 13 febbraio: “Il Congresso ha sviluppato un ecosistema & le persone che fanno parte di questo ecosistema possono tollerare cose contro l'India, ma non tollereranno nulla contro i Gandhi. Oggi nessuno li ascolta.”

Il 6 febbraio 2020, parlando in Parlamento mentre imperversavano le proteste contro la legge sulla cittadinanza (emendamento), il Primo Ministro ha dichiarato: “Sono grato al Congresso e al suo ecosistema per aver creato scalpore attorno alla CAA. Se non si fossero opposti, il Paese non avrebbe visto attraverso il loro vero volto”.

Il 26 marzo 2021, durante la campagna elettorale in Bengala, il ministro dell'Interno dell'Unione Amit Shah, parlando a CNN News 18 sulla questione degli immigrati illegali nel Bengala occidentale, ha dichiarato: “Le infiltrazioni non possono essere controllate dal solo governo centrale. È controllato da un intero ecosistema. Se un DM (Magistrato Distrettuale) o SP (Sovrintendente di Polizia) promuove l'infiltrazione nell'ambito della politica dell'amministrazione statale, la BSF (Border Security Force) non può fermarlo. Occorre costruire un ecosistema per fermare tali attività”.

Lo scorso luglio, durante il picco del coronavirus, il ministro dell'Unione Hardeep Puri, rispondendo a un tweet del leader del Congresso Jairam Ramesh, ha accusato il Congresso “ ecosistema” di “correre verso la pazzia!”.

Non è solo in senso negativo che il BJP usa questa parola. Il partito lo vede favorevolmente anche nel contesto delle politiche che sta attuando.

Altro da Political Pulse

Fai clic qui per ulteriori informazioni

Durante la stesura del Bilancio 2022, il ministro delle Finanze Nirmala Sitharaman ha usato la parola sei volte: parlando di fornire alle classi medie un “ecosistema” necessario; lanciare un “ecosistema” digitale; la creazione di un “ecosistema” sanitario nazionale nell'ambito del programma del governo per la digitalizzazione dei servizi sanitari; promettenti “ecosistemi” di pagamento digitale; il miglioramento dell'“ecosistema” del Veicolo Elettronico; e “ecosistema” di Venture Capital e Private Equity.

Anche il ministro dell'Unione Puri ha usato la parola elogiando gli sforzi del governo sul coronavirus. “Abbiamo prodotto un ecosistema che oggi ci ha reso uno dei principali produttori di vaccini”, ha affermato.

I leader dei partiti usano spesso la parola twittando su altre politiche, in particolare sulle startup, che hanno visto una spinta sotto il Governo Modi.

L'8 luglio 2020, P Muralidhar Rao, ex segretario generale nazionale del BJP, ha parlato del divieto di 59 app cinesi, aggiungendo: “Fornirà anche un impulso all'autosufficienza dell'India nell'ecosistema tecnologico/di start-up.”

Il 16 luglio 2021, il premier Modi ha parlato di rendere l'India tra gli “ecosistemi di startup in più rapida crescita al mondo”, aggiungendo: “Invito il mondo a investire in India, sulla base dei cinque pilastri — Talento, mercato, capitale, ecosistema e cultura dell'apertura.”

Meno di quindici giorni dopo, il 29 luglio, Modi ha dichiarato: “I giovani indiani stanno rivoluzionando l'ecosistema delle start-up indiane, preparando La leadership dell'India per l'Industria 4.0 e dando nuove ali all'India digitale.”

Pubblicando un tweet il 15 gennaio di quest'anno, citando un discorso del Primo Ministro Modi, l'account Twitter ufficiale del BJP ha affermato che, in questo decennio, “le decisioni prese dal governo in materia di innovazione, imprenditorialità e amp; l'ecosistema di avvio aveva 3 aspetti principali – imprenditorialità, innovazione, tenere in mano gli innovatori”.

Il 7 giugno, Modi, rivolgendosi virtualmente alla 113a Convention internazionale annuale del Rotary a Houston, ha dichiarato: “L'India è tra gli ecosistemi di startup più grandi e in più rapida crescita nel mondo.”