Capo della NATO: l'Alleanza deve affrontare la più grande sfida dalla seconda guerra mondiale

0
48

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg (Reuters)

Mercoledì i leader della NATO si sono seduti per cercare di trasformare un urgente senso di scopo innescato dalla Russia&8217 ;s invasione dell'Ucraina in azione e per riparare eventuali crepe nella loro unità su denaro e missione.

Il segretario generale Jens Stoltenberg ha affermato che l'alleanza si sarebbe incontrata a Madrid “nel mezzo della sicurezza più seria crisi che abbiamo affrontato dalla seconda guerra mondiale”. L'invasione russa dell'Ucraina ha mandato in frantumi la pace in Europa e ha spinto la NATO a riversare truppe e armi nell'Europa orientale su una scala che non si vedeva dalla Guerra Fredda.

I membri dell'alleanza hanno anche inviato miliardi di aiuti militari e civili all'Ucraina. I 30 leader della Nato ascolteranno direttamente il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy, che probabilmente chiederà loro di fare ancora di più quando si rivolgerà al raduno tramite collegamento video. Il denaro potrebbe essere una questione delicata: solo nove dei 30 membri della NATO attualmente soddisfano l'obiettivo dell'organizzazione di spendere il 2% del prodotto interno lordo per la difesa.

La guerra ha già innescato un grande aumento delle forze della NATO a est e ci si aspetta che gli alleati si accordino al vertice per aumentare la forza della forza di reazione rapida dell'alleanza di quasi otto volte, da 40.000 a 300.000 soldati entro il prossimo anno. Le truppe saranno basate nelle loro nazioni d'origine, ma dedicate a paesi specifici sul fianco orientale della NATO, dove l'alleanza prevede di accumulare scorte di equipaggiamento e munizioni.

Il meglio di Express Premium

Premium

UPSC Key-1 luglio 2022: Perché leggere “Office of Chief Minister” o “Sponge …

Premium

Un secolo, come è nata Gita Press & #8216;fornitore leader di stampe…Premium

Spiegazione: 5 modi in cui l'iPhone ha cambiato il mondo in 15 anni

Premio

Spiegazione: cosa significano tassi di risparmio ridotti invariati per banche, risparmiatoriAltre storie premium >>

Stoltenberg ha affermato che la NATO sta intraprendendo “la più grande revisione della nostra difesa collettiva dalla fine della Guerra Fredda”. I leader pubblicheranno anche il nuovo Concetto strategico della NATO, la sua serie di priorità e obiettivi decennale. La Russia sarà dichiarata la minaccia numero uno dell'alleanza, ma il documento illustrerà anche l'approccio della NATO su questioni che vanno dalla sicurezza informatica ai cambiamenti climatici e alla crescente portata economica e militare della Cina.

Per la prima volta, i leader di Giappone, Australia, Corea del Sud e Nuova Zelanda partecipano al vertice come ospiti, un riflesso della crescente importanza della regione indo-pacifica.
Stoltenberg ha affermato che la Cina non è NATO’ s avversario, ma ha posto “sfide ai nostri valori, al nostro interesse e alla nostra sicurezza”.

Il vertice si è aperto con un problema risolto, dopo che la Turchia ha accettato martedì di revocare la sua opposizione all'adesione di Svezia e Finlandia alla NATO. In risposta all'invasione, le due nazioni nordiche hanno abbandonato il loro status di non allineato di lunga data e hanno chiesto di aderire alla NATO come protezione contro una Russia sempre più aggressiva e imprevedibile, che condivide un lungo confine con la Finlandia.

La NATO opera per consenso e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva minacciato di bloccare la coppia nordica, insistendo affinché cambiassero posizione sui gruppi ribelli curdi che la Turchia considera terroristi. Dopo colloqui urgenti ad alto livello con i leader dei tre paesi, il segretario dell'alleanza Stoltenberg ha affermato che l'impasse è stata superata.

La Turchia ha salutato l'accordo di martedì come un trionfo, affermando che le nazioni nordiche avevano accettato di rompere abbattere i gruppi che Ankara considera minacce alla sicurezza nazionale, compresi i lavoratori del Kurdistan’ Partito, o PKK, e la sua estensione siriana. Ha affermato di aver anche concordato di “non imporre restrizioni di embargo nel campo dell'industria della difesa” alla Turchia e di adottare “passi concreti sull'estradizione di criminali terroristi”.

Stoltenberg ha affermato che i leader dell'alleanza delle 30 nazioni mercoledì rilascerà un invito formale ai due paesi ad aderire. La decisione deve essere ratificata da tutte le singole nazioni, ma ha detto di essere “assolutamente fiducioso” che Finlandia e Svezia ne diventino membri. Stoltenberg ha detto che si aspettava che il processo fosse terminato “piuttosto rapidamente”, ma non ha fissato un orario.

UPSC KEY Hai visto la nostra sezione dedicata ad aiutare gli aspiranti USPC a decodificare le notizie quotidiane in il contesto dei loro esami? Vedi qui