L'Ucraina esprime preoccupazione per la neutralità del judoka russo per aver servito le forze armate russe

0
47

Inal Tasoev, uno dei vincitori del Grande Slam di Ulaanbaatar, è stato nominato in un elenco pubblicato dalla FJU come warrant officer russo. (Immagine: judoinside)

La Federazione ucraina di judo (FJU) ha espresso preoccupazione per i judoka russi che gareggiano in competizioni internazionali sotto la bandiera dell'IJF nonostante i loro legami con le forze armate russe. La federazione ha nominato undici membri della squadra russa di judo nella loro dichiarazione affermando che erano “profondamente delusi”; con la decisione presa dalla federazione internazionale di consentire agli atleti russi di competere.

“Chiunque segue lo sport mondiale in piccolo capisce che gli atleti russi sono una parte fondamentale dell'aggressività di questo paese politica di propaganda,” Il presidente della FJU Mykhailo Koshliak è stato citato da insidethegames.

“Parlando di Russia e sport, non è affatto possibile dire che ‘lo sport è fuori dalla politica’. Il silenzio di atleti e allenatori russi e bielorussi sostiene la guerra contro l'Ucraina e uccide migliaia di cittadini ucraini.”

L'elenco pubblicato dalla FJU comprende quattro ufficiali di mandato in Mikhail Igolnikov, Inal Tasoev, Kamila Badurova e Madina Taimazova, mentre David Karapetyan, Daria Kurbonmamadova, Sabina Giliazova e Anna Gushchina sono elencati come soldati, Alan Khubetsov come tenente anziano, Irina Dolgova come anche un tenente e Armen Agaian come sergente minore.

Il meglio di Express Premium

Premium

Sforzi per stimare la povertà da 2011-21 sono encomiabili, data l'assenza di…

Premium

Uddhav Thackeray: il politico riluttante che alla fine si è aggrappato a chai …

Premium

Udaipur killer e Da'wat-e-Islami: il gruppo, la sua ideologia e la sua crescita

Premium

UPSC Key-29 giugno 2022: Perché leggere 'Dumping' o 'Gulabi Meenakari' o 'H…Altre storie premium >> Le migliori notizie sportive ora

Fai clic qui per ulteriori informazioni

Inal Tasoev, uno dei vincitori dell'Ulaanbaatar Grand Slam ha detto che voleva vedere altri sport seguire l'esempio consentendo agli atleti russi e bielorussi di competere.

“Siamo stati accolti molto bene – si sono avvicinati a noi, hanno scattato foto con noi, non un accenno di negatività, al contrario,” ha detto Tasoev all'agenzia di stampa statale russa TASS.

“Ci hanno sostenuto, hanno espresso la loro gioia per il fatto che fossimo finalmente alla competizione. L'unico disagio è l'assenza di una bandiera e di un inno, perché stando su un podio e ascoltando il tuo inno, cerchi sempre la tua bandiera con gli occhi. È stato un po' scomodo, ma, d'altra parte, è stata issata la bandiera dell'IJF in onore di noi, a cui apparteniamo tutti.”

UPSC KEY Hai visto la nostra sezione dedicata ad aiutare gli aspiranti USPC a decodificare le notizie quotidiane nel contesto dei loro esami? Vedi qui