Spiegazione: la partnership abbandonata del Nepal con le truppe statunitensi e il modo in cui il suo esercito ha pesato

0
50

Il timore ampiamente espresso era che concedere un ingresso legittimo alle forze statunitensi avrebbe avuto pericolose implicazioni per la sicurezza del Nepal.

Recentemente il Nepal ha dovuto abbandonare all'ultimo minuto un piano per firmare un Programma di partenariato statale (SSP) con gli Stati Uniti. Tra l'indignazione politica contro il programma, l'esercito del Nepal è intervenuto il 15 giugno , affermando che non accetterà un accordo contrario alla politica estera non allineata del Nepal. Il governo Sher Bahadur Deuba cedette, decidendo tre giorni dopo che il ministero degli Esteri avrebbe comunicato con il governo degli Stati Uniti.

L'SPP avrebbe portato la Guardia Nazionale dello Stato dello Utah e l'esercito del Nepal a lavorare insieme sulla “gestione umanitaria e disastri”. Doveva essere firmato durante la visita proposta di Deuba negli Stati Uniti a luglio. Ora è accantonato per il prossimo futuro.

Best of Explained

Fai clic qui per ulteriori informazioni

Il timore ampiamente espresso era che concedere un ingresso legittimo alle forze statunitensi avrebbe avuto pericolose implicazioni per la sicurezza del Nepal. Le critiche sono state su tre preoccupazioni: che significherebbe che il Nepal si sarebbe allineato militarmente con gli Stati Uniti; che l'India, che ha stretti legami con l'esercito del Nepal, non vorrebbe una presenza statunitense di questo tipo; e che in un modo o nell'altro provocherebbe la rappresaglia della Cina.

Queste preoccupazioni si basano su una serie di sviluppi: Nepal e Stati Uniti firmano la sovvenzione da 500 milioni di dollari della Millennium Challenge Corporation (Nepal compact) dopo la minaccia degli Stati Uniti di rivedere le relazioni con il Nepal a febbraio; Il Nepal ha votato contro la Russia alle Nazioni Unite; Il vicesegretario di Stato americano Zeya Ujra visita un campo profughi tibetano in Nepal; e Kathmandu hanno recentemente steso il tappeto rosso per Charles A Flynn, comandante generale dell'esercito degli Stati Uniti del Pacifico.

Il meglio di Express Premium

Premium

UPSC Key-28 giugno 2022: Perché leggere 'Hurting religiosi Sentiments' o 'In…

Premium

NCP ha tenuto la mano di Uddhav, ha smesso di rassegnarsi, gli ha dato false speranze?

Premium

La follia record di $ 82 miliardi vede l'India sfidare la crisi globale

Premium

Come sono stati vinti Rampur, Azamgarh: dietro BJP che ha ridotto i voti SPAltre storie premium >>

Tempesta politica

La scorsa settimana, la Camera dei Rappresentanti ha discusso le conseguenze dell'SPP una volta firmato. Una “bozza di accordo” che si presume sia stata scambiata era arrivata ai media, all'opposizione e ai generali dell'esercito. Tre ministri hanno rilasciato dichiarazioni diverse: il ministro degli Esteri Narayan Khadka ha affermato che l'SPP non è un “patto militare” e che le truppe statunitensi sarebbero tornate indietro al termine del mandato; Il ministro della Giustizia Gobinda Bandi ha negato lo scambio di lettere; e il ministro dell'Interno Balkrishna Khand hanno affermato che il governo non avrebbe firmato un accordo del genere.

In una riunione di gabinetto del 20 giugno, i ministri hanno chiesto al ministero degli Esteri di scrivere agli Stati Uniti. Il giorno prima, la commissione parlamentare per gli affari di Stato aveva costretto il ministro degli Esteri a fare marcia indietro rispetto alla sua precedente dichiarazione. Finora Deuba ha evitato una risposta alla Camera piena così come al Comitato. C'è pressione su di lui per annullare la sua visita negli Stati Uniti.

L'esercito

Letteralmente rinnegato dai partiti politici e dal governo dai cambiamenti politici del 2005-2006, l'esercito è stato in gran parte silenzioso per tutti questi anni, fino a questa reazione assertiva contro il programma.

Nell'aprile 2006, dopo che i maoisti avevano deciso di rinunciare all'insurrezione contro lo stato, il loro leader Pushpa Kamal Dahal Prachanda ha denunciato l'esercito del Nepal nella residenza del primo ministro come “un'istituzione di stupratori e corrotti”. Nello stesso anno, Prachanda firmò l'accordo di pace globale con il primo ministro GP Koirala. Mentre i maoisti entrarono a far parte del governo, l'esercito del Nepal fu proiettato come “esercito privato”; del Re.

Le agenzie internazionali coinvolte nel processo di pace, inclusa la Missione delle Nazioni Unite in Nepal (UNMIN), hanno iniziato a tenere seminari per ridimensionare l'esercito di 100.000 uomini nell'ambito delle “riforme del settore della sicurezza”. Ai generali dell'esercito del Nepal sono stati negati ruoli di leadership nel processo di pace in considerazione della situazione dei diritti umani dell'esercito. L'UNMIN è stato successivamente licenziato prematuramente per i suoi presunti pregiudizi nei confronti dei maoisti.

L'esercito, che non ha mai affrontato i leader politici durante questo periodo, ha scelto di parlare in un momento in cui viene visto che ha riguadagnato la sua stima in mezzo a instabilità politica e accuse di corruzione nel governo.

Anche in Explained |Chi sono i G7, al cui vertice in Germania è stata invitata l'India?

L'ultima mossa

Il presidente Bidhya Bhandari, nella sua qualità di comandante supremo dell'esercito nazionale, ha espresso la sua preoccupazione al primo ministro per l'impatto dell'SPP, ha affermato una fonte.

Una lettera dell'allora capo dell'esercito Rajendra Chhetri all'ambasciatrice degli Stati Uniti Aliana B Tepliz il 27 ottobre 2015, trapelata di recente ai media, diceva: “Come autorizzato dal governo del Nepal, è mio onore richiedere formalmente l'istituzione di una Guardia nazionale Programma di partenariato statale per il Nepal nel prossimo futuro”. Mentre l'esercito ha affermato che la lettera del Gen Chhetri era nel contesto della devastazione causata dal terremoto di quell'anno, che ha portato agli aiuti degli Stati Uniti e di altri paesi, la sua lettera è arrivata in soccorso di Deuba, che può usarla come scudo per affermare che l'esercito del Nepal stava cercando una partnership con gli Stati Uniti prima del suo tempo, quando il suo rivale K P Oli, ora critico dell'SSP, ha appena assunto la carica di Primo Ministro.

È trapelata anche una presunta “bozza” di un accordo (dichiarato falso dalle autorità statunitensi) secondo cui la Guardia nazionale di Stato degli Stati Uniti e l'esercito del Nepal coopereranno in aree come esercitazioni congiunte di addestramento sul terreno d'alta quota in Nepal, oltre al controspionaggio e contro la criminalità informatica. Geograficamente, per “aree di alta quota” si intendono le aree lungo il confine con la Cina.

Il rapporto sulla strategia indo-pacifica degli Stati Uniti del 2019 e il sito web menzionano il Nepal e lo Sri Lanka in quanto considerano la sovvenzione MCC (da allora lo Sri Lanka l'ha rifiutata ) come parti della SPP.

Newsletter | Fai clic per ricevere le migliori spiegazioni della giornata nella tua casella di posta

Cina e India

La Cina non ha ancora risposto alle richieste del governo decisione. Un funzionario del ministero della Difesa ha dichiarato: “La Cina ha affrontato la questione diverse volte, ma ora dovrebbe essere felice poiché la politica interna ha costretto Deuba a revocarla”.

L'ambasciatore indiano Namgya C Khampa ha incontrato il capo dell'esercito del Nepal Il generale Prabhu Ram Sharma lo stesso giorno in cui il quartier generale dell'esercito ha rilasciato la dichiarazione.

Abbonamento Express Non colpire il muro, iscriviti per la migliore copertura fuori dall'India a partire da soli $ 5 al mese Iscriviti ora< i class="ie-arrow-right">