La Russia scatena uno sbarramento missilistico, mentre avanza nell'Ucraina orientale

0
54

Le persone in lutto circondano la bara del soldato dell'esercito ucraino Roman Sorokin, 29 anni, durante la sua cerimonia funebre in un cimitero a Bortnychi, Ucraina, domenica 26 giugno 2022. (Mauricio Lima/The New York Times)

Scritto da Marc Santora, Megan Specia e Ivan Nechepurenko

Dai cieli sopra la Bielorussia a nord e dalle acque del Mar Nero a sud, sabato le forze russe hanno scatenato una raffica di missili da crociera in tutta l'Ucraina, hanno affermato funzionari ucraini, in uno degli assalti aerei più diffusi e coordinati delle ultime settimane.< /p>

Anche se la Russia devastava le infrastrutture civili e militari dall'aria, aspri combattimenti infuriavano sul fronte orientale, dove le forze russe premevano per tagliare le linee di rifornimento a migliaia di soldati ucraini.

L'esercito ucraino ha affermato che gli aerei da guerra russi avevano attaccato le posizioni ucraine vicino alla città orientale di Lysychansk, l'ultima roccaforte urbana ancora sotto il controllo ucraino nella provincia orientale di Luhansk, mentre le forze russe premevano per circondare la città. Nella malconcia città gemella di Sievierodonetsk, il sindaco Oleksandr Striuk ha dichiarato sabato che le truppe russe hanno stabilito il pieno comando dopo il ritiro dell'esercito ucraino venerdì.

Il meglio di Express Premium

Premium

UPSC Key-28 giugno 2022: Perché leggere 'Hurting religiosi Sentiments' o 'In…

Premium

NCP ha tenuto la mano di Uddhav, ha smesso di rassegnarsi, gli ha dato false speranze?

Premium

La follia record di $ 82 miliardi vede l'India sfidare la crisi globale

Premium

Come sono stati vinti Rampur, Azamgarh: dietro BJP che ha ridotto i voti SPAltre storie premium >>

Gli attacchi missilistici sono arrivati ​​​​ore prima che il presidente russo Vladimir Putin promettesse al presidente bielorusso Alexander Lukashenko missili in grado di trasportare testate nucleari in un incontro a San Pietroburgo, in Russia. Anche le forze bielorusse stanno conducendo esercitazioni militari vicino al confine con la regione di Kiev, Ucraina, aumentando le tensioni e mettendo le autorità ucraine in stato di massima allerta.

L'agenzia di intelligence militare ucraina ha definito l'assalto russo “una provocazione su larga scala della Russia allo scopo di trascinare ulteriormente la Bielorussia nella guerra contro l'Ucraina”. Gli analisti militari occidentali affermano che è improbabile che la Bielorussia si unisca allo sforzo bellico russo, ma la presa del potere di Lukashenko dipende dal sostegno del Cremlino, limitando il suo margine di manovra politica.

Gli attacchi missilistici sono arrivati ​​mentre i leader del Gruppo delle 7 democrazie più ricche del mondo si preparavano a incontrarsi in Germania, e funzionari ucraini hanno affermato di ritenere che Mosca stesse tentando di inviare un messaggio all'Ucraina e ai suoi alleati occidentali. (Mauricio Lima/The New York Times)

Il presidente Joe Biden era in viaggio sabato in Germania, dove si sarebbe unito ai leader delle democrazie più ricche del mondo, note come il Gruppo dei 7, per rafforzare la determinazione occidentale nel sostenere l'Ucraina di fronte al crescente tributo economico che la guerra sta gravando sulle loro nazioni .

Anche se l'Ucraina affronta forse il suo momento più difficile sul campo di battaglia dalle prime settimane di guerra, il comandante delle sue forze armate, il generale Valeriy Zaluzhnyi, ha pubblicato un video prodotto con cura per celebrare il primo utilizzo sul campo di battaglia di sistemi avanzati di razzi a lancio multiplo dagli Stati Uniti. Ha detto che le armi venivano usate per colpire “bersagli militari del nemico sul nostro territorio ucraino”.

Ma gli attacchi missilistici russi hanno offerto un potente promemoria del vasto potere distruttivo dell'arsenale a disposizione di Mosca, che è stato diretto contro obiettivi militari e utilizzato per colpire indiscriminatamente città e paesi.

Il sindaco del sud combattuto la città portuale di Mykolaiv, che è stata attaccata dalle forze russe dall'inizio della guerra, ha chiesto che “tutti coloro che vogliono sopravvivere” se ne vadano, perché “non è chiaro quando tutto questo finirà”.

< img src="https://indianexpress.com/wp-content/plugins/lazy-load/images/1x1.trans.gif" /> I vigili del fuoco lavorano sul luogo di un attacco missilistico russo nel centro di Kiev, in Ucraina domenica 26 giugno 2022. (Mauricio Lima/The New York Times)

In un'intervista a Radio Liberty, ha affermato che la città veniva bombardata quotidianamente e che “circa l'80% di quelle munizioni sono munizioni a grappolo” sparato da sistemi missilistici russi a lancio multiplo.

Già circa la metà della popolazione prebellica di Mykolaiv di 480.000 abitanti è fuggita. Tra quelli rimasti, molti sono più anziani e circa l'80% di loro sopravvive grazie a cibo e vestiti distribuiti dalle organizzazioni umanitarie.

Gli scioperi russi di sabato hanno colpito anche aree del Paese relativamente tranquille nelle ultime settimane. Anche nelle regioni occidentali e settentrionali, dove il lamento degli allarmi aerei era diventato più sporadico, sono risuonati numerose volte in meno di 48 ore per segnalare che i missili erano stati lanciati a breve distanza.

Dozzine di attacchi missilistici sono stati lanciati da aerei russi nello spazio aereo bielorusso durante la notte, secondo un gruppo di monitoraggio bielorusso, il bielorusso Guyun, che ha dettagliato le azioni russe dall'inizio della guerra.

Gli agenti di polizia si fanno strada tra i relitti fuori da un edificio residenziale sul luogo di un attacco missilistico russo nel centro di Kiev, in Ucraina, domenica 26 giugno 2022. (Mauricio Lima/The New York Times)

L'agenzia di intelligence militare ucraina ha affermato che sei bombardieri russi Tu-22M3 sono decollati dall'aeroporto di Shaykovka nella regione russa di Kaluga, sorvolando Smolensk, prima di entrare nello spazio aereo bielorusso. Una volta che si trovavano a circa 30 miglia dal confine ucraino, ha detto l'agenzia, hanno sparato almeno 12 missili da crociera prima di tornare nello spazio aereo russo. I missili hanno colpito obiettivi nelle regioni di Kiev, Chernihiv e Sumy, hanno detto i militari.

Ufficiali locali ucraini hanno riferito che altri missili che secondo loro sembravano essere stati lanciati dalla Bielorussia, incluso uno sbarramento di 24 missili che hanno colpito il periferia di Zhytomyr, una città a circa 80 miglia a ovest di Kiev, la capitale.

Il bilancio degli attacchi notturni in tutto il paese non è stato immediatamente chiaro e gli ucraini raramente rilasciano dettagli sugli attacchi alle installazioni militari. Ma Vitaly Bunechko, governatore della regione di Zhytomyr, ha affermato che almeno un soldato è stato ucciso e che un altro è stato ferito.

Nella regione di Chernihiv, direttamente a est di Kiev, Vyacheslav Chaus, il governatore della zona, ha affermato che un “imponente attacco missilistico” dal territorio bielorusso aveva distrutto le infrastrutture nel villaggio di Desna, dove anche le forze ucraine hanno un'installazione militare.

Gli ucraini hanno affermato che le loro difese aeree hanno abbattuto due missili tra una salva di sei lanciati da navi militari sul Mar Nero, con i restanti quattro che hanno colpito un “oggetto militare” nell'area di Yavoriv, ​​il sito di una base di addestramento militare a Leopoli regione. Quattro persone sono rimaste ferite, ha affermato Maksym Kozytskyi, governatore della regione.

I volontari realizzano reti mimetiche per i militari ucraini a Uzhhorod, Ucraina, venerdì 24 giugno 2022. (Emile Ducke/The New York Times)

Il distretto di Yavoriv è stato preso di mira più volte dall'inizio della guerra, tra cui un importante attacco di marzo che ha ucciso e ferito dozzine.

Gli attacchi sono avvenuti quando l'Ucraina è in uno stato di allerta intensificato mentre le forze armate bielorusse tengono esercitazioni di “mobilitazione” vicino al confine settentrionale dell'Ucraina. Le esercitazioni minacciano di aggravare le tensioni in una regione già instabile e hanno spinto l'Ucraina a mettere in allerta le sue guardie di frontiera.

Nelle prime fasi della guerra, la Bielorussia ha permesso a Putin di utilizzare il suo territorio per le truppe russe per organizzare un'operazione scioccante per cercare di catturare Kiev. Il piano fallì in modo spettacolare, ma con la Russia ormai impantanata in una guerra di logoramento nell'est dell'Ucraina, Mosca trarrebbe vantaggio da qualsiasi aiuto che Lukashenko potesse fornire.

Sabato, Putin ha incontrato Lukashenko a San Pietroburgo, promettendo di consegnare il sistema missilistico Iskander-M – con una portata di circa 300 miglia e in grado di trasportare testate convenzionali e nucleari – “entro mesi”. Il leader russo ha anche promesso di potenziare i caccia bielorussi Su-25 dopo che Lukashenko ha chiesto al leader russo di rendere i suoi aerei da guerra in grado di trasportare armi nucleari.

“Dobbiamo essere pronti a tutto, anche all'uso di seri armi per difendere la nostra patria da Brest a Vladivostok”, ha detto Lukashenko, riferendosi alla città più occidentale della Bielorussia e al porto della Russia nell'Estremo Oriente.

I funzionari ucraini e gli osservatori occidentali ritengono altamente improbabile che la Bielorussia, un ex La repubblica sovietica di 9,4 milioni di persone si unirà direttamente alla guerra in questo momento, dati i rischi di provocare disordini sociali in patria e di minare la presa di Lukashenko sul potere. Tuttavia, gli analisti ritengono che Lukashenko, un autocrate legato al Cremlino, stia cercando disperatamente di mostrare il suo valore a Putin.

Abbonamento Express Non colpire il muro, iscriviti per la migliore copertura dall'India a partire da soli $ 5 al mese Abbonati ora