Una sonnolenta linea ferroviaria baltica riceve un campanello d'allarme geopolitico

0
64

La stazione di Kybartai, Lituania, da dove i binari ferroviari si estendono a ovest fino a Kaliningrad, portando merci nell'exclave russa, 22 giugno 2022. (Andrej Vasilenko/The New York Times)

Scritto da Andrew Higgins

Mentre la guerra infuria in Ucraina, alimentando le tensioni sempre crescenti tra NATO e Russia, una sonnolenta stazione ferroviaria del Baltico senza passeggeri e pochi treni questa settimana si è trovata a al centro di un nuovo pericoloso confronto tra Oriente e Occidente.

La stazione si trova al confine tra la Lituania, membro della NATO e forte sostenitore dell'Ucraina, e Kaliningrad, un'exclave russa sul Mar Baltico piena di missili nucleari ma scollegata fisicamente dal resto della Russia.

Dalla città lituana di Kybartai, addobbata con bandiere ucraine, i binari ferroviari si estendono a ovest fino a Kaliningrad, portando merci nella regione, ma tracciando anche una linea di faglia strategica potenzialmente instabile ai confini dell'Europa.

Il meglio di Express Premium

Premium

Il Consiglio GST esaminerà il piano di verifica per i contribuenti ad alto rischio

Premium

Rendi il sanscrito obbligatorio dalla classe 1, RSS dice al governo del Gujarat

Premium

Indietreggiare in America

Premio

Assente Akhilesh, forte campagna BJP & BSP: Perché SP è affondato ad Azamgarh, …Altre storie premium >>

Questa settimana sono esplose tensioni a lungo dormienti su Kaliningrad, logorando ulteriormente le relazioni della Russia con l'Occidente, dopo le affermazioni infondate di Mosca secondo cui l'Europa stava soffocando le rotte ferroviarie e di autotrasporti che portavano rifornimenti vitali a Kaliningrad e, di conseguenza, avrebbe dovuto affrontare ritorsioni .

Il confine tra Kaliningrad e la Lituania, a Kybartai, Lituania, 22 giugno 2022. (Andrej Vasilenko/The New York Times)

“La Russia risponderà sicuramente a tale azione ostile”, ha avvertito martedì Nikolai Patrushev, capo del Consiglio di sicurezza del Cremlino e uno dei più stretti consiglieri del presidente Vladimir Putin durante una visita a Kaliningrad . Ha affermato che la Russia adotterà misure “nel prossimo futuro” che “avranno un grave impatto negativo sulla popolazione della Lituania”.

La minaccia ha innescato una frenetica corsa di Washington e delle capitali europee per scongiurare qualcosa che hanno cercato di evitare da quando Putin ha invaso l'Ucraina quattro mesi fa: uno scontro diretto tra Russia e NATO.

Mercoledì i ministri lituani e i legislatori si sono riuniti in una sala conferenze sotterranea sicura per individuare le possibili risposte russe e discutere di come l'arida minuzia delle sanzioni europee abbia innescato una corsa di conseguenze non intenzionali e forse pericolose.

“Nessuno voleva o si aspettava nulla di tutto ciò”, ha affermato Laurynas Kasciunas, presidente del comitato di difesa e sicurezza della Lituania, che ha guidato l'incontro. “Sappiamo tutti quanto sia sensibile Kaliningrad per i russi.”

Peter Nielsen, a destra, colonnello danese al comando di un'unità NATO a Vilnius, capitale della Lituania, 10 marzo 2022. (Andrea Mantovani/The New York Times)

Marius Emuzis, esperto di storia dell'era sovietica all'Università di Vilnius , ha affermato che Kaliningrad è sempre stato un “luogo complicato e instabile”, parte della regione conosciuta fino al 1945 come Prussia orientale, il cuore del militarismo tedesco.

Conquistata dall'Armata Rossa alla fine della seconda guerra mondiale, la regione fu svuotata dai tedeschi e sottoposta a quella che Emuzis definì “anarchia militare”, caratterizzata da saccheggi, stupri e violenze casuali da parte dei soldati sovietici. Il primo leader del Partito Comunista nella regione, inviato da Mosca da Josef Stalin per ristabilire un po' di ordine, si disperò e si sparò nel 1947.

Il caos in seguito si ritirò, ma Kaliningrad, incuneata tra Polonia e Lituania, ora entrambe I membri della NATO non hanno mai perso il senso di luogo insicuro separato dal resto della Russia e circondato da potenziali nemici.

L'ex consigliere per la sicurezza nazionale dell'ex presidente Donald Trump, Robert O'Brien, ha descritto Kaliningrad, sede della flotta baltica della marina russa e irta di missili Iskander avanzati, come un “pugnale nel cuore dell'Europa”.

Era così prima della guerra in Ucraina, che forse ha rafforzato il desiderio della Russia di scagliarsi contro l'Occidente, ma ha gravemente diminuito la sua capacità di farlo senza ricorrere alle armi nucleari.

Peter Nielsen, colonnello danese al comando di un'unità Nato a Vilnius, la capitale lituana, ha affermato di non aver visto nei giorni scorsi segnali che la Russia stia preparando una nuova azione militare contro la Lituania. “Non ho dormito bene nel mese precedente l'invasione dell'Ucraina; ora dormo molto bene”, ha detto. “Tocca il legno”.

Il governatore di Kaliningrad, Anton Alikhanov, che ha pubblicato un videomessaggio sul suo canale Telegram il 17 giugno 2022, affermando che la Lituania stava bloccando le merci russe, nel suo ufficio a Kaliningrad, il 26 gennaio 2021. (Emile Ducke/The New York Times)

Ciò che alla fine potrebbe fare la Russia, ha aggiunto, dipenderà dalla mente di Putin e “non possiamo esaminarlo”. Ma la capacità del presidente russo di agire, a parte l'inizio di una guerra nucleare, è gravemente limitata, ha affermato. “Stiamo monitorando quello che fanno, non quello che dicono”, ha detto.

Ad esempio, circa la metà delle truppe e dell'hardware russi che in precedenza aveva sede a Kaliningrad, è stata ridistribuita in Ucraina. Gli Stati Uniti, al contrario, hanno potenziato le forze NATO in Lituania, con circa 700 soldati statunitensi ora in rotazione nel paese per integrare un contingente regolare di 1.150 soldati tedeschi, 250 olandesi e 200 norvegesi.

Questo, Nielsen ha detto, rende altamente improbabile un attacco militare russo contro la Lituania, “anche se sono pazzi”.

È più probabile, secondo i funzionari di Vilnius, che la Russia si intrometta nelle rotte marittime vicino al principale porto baltico della Lituania, Klaipeda, con esercitazioni militari o l'interruzione di una rete elettrica che collega Russia, Bielorussia, Lituania, Lettonia ed Estonia.

Ma fare quest'ultimo, ha detto Dainius Kreivys, ministro dell'Energia della Lituania, significherebbe tagliare l'elettricità a tutti gli stati baltici, un'escalation che probabilmente Mosca non vuole. E, ha aggiunto, la Lituania ha costruito collegamenti con Polonia, Finlandia e Svezia che le consentono di collegarsi facilmente alla rete europea ed evitare interruzioni di corrente.

Mentre i funzionari del governo hanno minimizzato le minacce russe, i nervi sono al limite. Per aiutare a calmare questi tremori, mercoledì gli Stati Uniti hanno promesso un sostegno “corazzato” in caso di azioni militari o di altra ritorsione da parte della Russia.

Il primo a sapere che c'era un problema è stato il 17 giugno, quando il governatore di Kaliningrad, Anton Alikhanov, ha pubblicato un videomessaggio sul suo canale Telegram affermando di aver ricevuto la “sgradevole notizia” che la Lituania stava vietando il traffico merci tra la Russia continentale e la sua regione a causa delle sanzioni europee.

Ha affermato che il divieto – che la Lituania insiste non esiste – copriva circa la metà degli articoli importati da Kaliningrad e costituiva una “cruda violazione” dell'impegno dell'Unione europea di consentire il flusso senza ostacoli di merci tra le due parti sconnesse della Russia.

Mosca ha accusato la Lituania, un membro della NATO, di soffocare il flusso di merci al porto russo di Kaliningrad sul Mar Baltico come parte delle sanzioni per la guerra in Ucraina, ma la Lituania dice che il Cremlino sta mentendo. (Andrej Vasilenko/The New York Times)

La Lituania afferma che la quota di merci a Kaliningrad finora interessata dalle restrizioni europee ammonta all'1% del traffico totale, perché molte sanzioni dell'UE contro quel traffico non sono ancora entrate in vigore.< /p>

“I russi vogliono creare isteria”, ha detto Kasciunas, presidente del comitato di difesa e sicurezza. Ha suggerito che faceva parte di uno sforzo per creare un cuneo tra i paesi dell'UE che sono stati insolitamente uniti sulle sanzioni e costringere il blocco a introdurre esenzioni che rischiano di svelare una politica di punizione della Russia per la sua invasione.

Un rapporto interno delle ferrovie statali lituane mostra che il carico ferroviario tra la Russia continentale e Kaliningrad è diminuito drasticamente anche prima dell'entrata in vigore delle sanzioni, da 616.000 tonnellate di marzo a 298.000 tonnellate di maggio. Il 54% di questo carico riguardava merci oggetto di sanzioni europee ma non ancora vietate nell'ambito di un programma graduale di attuazione. Le sanzioni già annunciate sulla vodka, ad esempio, non entreranno in vigore fino al 10 luglio.

In un videomessaggio mercoledì, il primo ministro lituano Ingrida Simonyte ha respinto le affermazioni russe di un blocco definendole una “menzogna”, sottolineando che i passeggeri potevano ancora viaggiare liberamente in treno e il traffico merci era stato interrotto solo marginalmente.

Simonyte ha insistito sul fatto che la Lituania stava semplicemente “rispettando le sanzioni imposte dall'UE alla Russia per la sua aggressione e guerra contro l'Ucraina”.

Non sono sicuro se le merci russe sanzionate fossero vietate solo dalla vendita in Europa o anche dal transito attraverso Territorio dell'UE, la Lituania quest'anno ha chiesto chiarimenti al braccio esecutivo del blocco, la Commissione europea, e ad aprile è stato detto che “è vietato anche il transito tra Kaliningrad e la Russia continentale attraverso gli Stati membri dell'UE di articoli che rientrano nell'ambito delle misure”.< /p>

Si consigliava di effettuare controlli “proporzionati”, ma non era chiaro cosa significasse.

Sperando in un po' di chiarezza, la Lituania attende ora che la Commissione Europea emani precise linee guida in merito come e quando esattamente le sanzioni sulle merci russe dovrebbero essere applicate al loro trasporto a Kaliningrad. I funzionari hanno affermato di aspettarsi una decisione nei prossimi giorni.

Abbonamento Express Non colpire il muro, abbonati per la migliore copertura fuori dall'India a partire da soli $ 5 al mese Abbonati ora