Estratti chiave della decisione di ribaltamento Roe v. Wade

0
54

I manifestanti reagiscono al di fuori della Corte Suprema degli Stati Uniti alla fuga di una bozza di parere della maggioranza scritta dal giudice Samuel Alito che si prepara a che la maggioranza della corte annulli la storica decisione sui diritti di aborto Roe v. Wade in seguito questo anno, a Washington, USA, 2 maggio 2022. (REUTERS/Moira Warburton)

ORIGINAL INTENT

Introduzione, Pagina 1: “Per i primi 185 anni dopo il adozione della Costituzione, ogni Stato è stato autorizzato ad affrontare questo problema in conformità con le opinioni dei suoi cittadini.

La storica opinione di venerdì, scritta dal giudice Samuel Alito e affiancata dal blocco conservatore della Corte Suprema, ribalta quasi 50 anni di precedente. Il principio guida di Alito è che nella Costituzione non si può trovare un diritto all'aborto. Aderisce a una filosofia giuridica nota come “intento originale”, che prevede l'esame del linguaggio del documento fondatore per trarre indicazioni su questioni contemporanee. — JAN HOFFMAN

Leggi anche |Spiegazione: cos'è Roe v. Wade, che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato, e perché è importante?

SENTIMENTI COMPLICATI E DIVERSI

Il meglio di Express Premium

Premium

FIR fresco contro RB Sreekumar, Sanjiv Bhatt e Teesta Setalvad basato su…

Premium

Dopo l'omicidio di Moosewala, torna in primo piano le bande (punjabi) del Canada

Premium

Decesso del figlio dell'ufficiale IAS: le discrepanze

Premium

Giornalista | Tra i primi a sostenere la causa delle vittime della rivolta in Gujarat, Teesta …Altre storie premium >>

Introduzione, Pagina 4: Gli americani continuano ad avere opinioni appassionate e ampiamente divergenti sull'aborto e le legislature statali hanno agito di conseguenza. Alcuni hanno recentemente emanato leggi che consentono l'aborto, con poche restrizioni, in tutte le fasi della gravidanza. Altri hanno fortemente limitato l'aborto iniziando ben prima della fattibilità.

Gli americani hanno “punti di vista appassionati e ampiamente divergenti sull'aborto”, come dice la corte, ma i loro sentimenti sono complicati. Il Pew Research Center ha recentemente riferito che il 61% degli americani ritiene che l'aborto dovrebbe essere legale in tutte o la maggior parte delle circostanze, sebbene molte siano aperte a restrizioni, mentre il 37% ritiene che dovrebbe essere illegale in tutte o la maggior parte delle circostanze. Il sostegno all'aborto è in realtà più alto di quanto non fosse dieci anni fa, ma il divario partigiano su di esso si sta allargando. “Il cambiamento di atteggiamento è avvenuto quasi interamente tra i democratici”, ha detto Pew. — SHHERYL GAY STOLBERG

'GRANDEMENTE SBAGLIATO'

Introduzione, pagine 4, 5: Stare decisis, la dottrina su cui si basava l'opinione di controllo di Casey, non obbliga ad aderire incessantemente all'abuso di autorità giudiziaria da parte di Roe. Roe aveva terribilmente torto dall'inizio. Il suo ragionamento è stato eccezionalmente debole e la decisione ha avuto conseguenze dannose. E lungi dal portare a una soluzione nazionale della questione dell'aborto, Roe e Casey hanno acceso il dibattito e approfondito la divisione.

L'idea alla base di questa dottrina è di evitare di destabilizzare la legge e di coltivare una mancanza di rispetto per la magistratura in quanto troppo politica. Anche se l'arrivo di nuovi giudici alla Corte Suprema sposta il suo equilibrio ideologico, la corte non dovrebbe rivedere e ribaltare ogni precedente con cui una nuova maggioranza non è d'accordo. Ma come osserva Alito, la corte, tuttavia, a volte ribalta ancora i precedenti e ha sviluppato un test a cinque fattori. Ciascuno sostiene il ribaltamento del diritto costituzionale all'aborto, sostiene – e spiegherà più dettagliatamente in seguito. — CHARLIE SAVAGE

“La conclusione inevitabile è che il diritto all'aborto non è profondamente radicato nella storia e nelle tradizioni della Nazione”, ha affermato in gli estratti chiave.
(Express file foto)

LEGGI DI ALTRI PAESI

Sezione I, Pagina 6: A sostegno di questa legge, il legislatore ha effettuato una serie di constatazioni di fatto. Ha iniziato osservando che, al momento dell'entrata in vigore, solo sei paesi oltre agli Stati Uniti “permettono l'aborto non terapeutico o elettivo su richiesta dopo la ventesima settimana di gestazione”.

Questo è accurato, in base alla lettera delle leggi internazionali. Ma confrontare i limiti gestazionali da soli non presenta un quadro completo dell'accesso all'aborto nei diversi paesi. Diversi paesi che specificano i limiti gestazionali prevedono anche ampie eccezioni.

In Gran Bretagna, ad esempio, un aborto deve essere approvato da due medici, ma tali richieste vengono generalmente accolte. In Danimarca e Germania, sono previste eccezioni per un limite gestazionale di 12 settimane per la salute mentale e fisica, nonché per le circostanze della vita. — LINDA QIU

SULLE PROCEDURE

Sezione I., Pagina 7: Ha rilevato che la maggior parte degli aborti dopo 15 settimane impiega “procedure di dilatazione ed evacuazione che implicano l'uso di strumenti chirurgici per schiacciare e lacerare il nascituro” e ha concluso che “l'impegno intenzionale di tali atti per scopi non terapeutici o ragioni elettive è una pratica barbara, pericolosa per la paziente materna e umiliante per la professione medica”.

La dilatazione e l'evacuazione sono la procedura più comune utilizzata negli aborti del secondo trimestre; la procedura è generalmente considerata la più sicura per la maggior parte delle donne in quella fase della gravidanza.

Secondo un rapporto del 2018 delle National Academies of Sciences, Engineering and Medicine, la dilatazione e l'estrazione sono “efficaci con tassi minimi di complicanze, che vanno dallo 0,05 al 4 per cento”. L'American College of Obstetricians and Gynecologists ha affermato che la procedura “si traduce in meno complicazioni mediche rispetto ad altre procedure di aborto e spesso è necessaria per preservare la salute di una donna o la sua futura fertilità”. — LINDA QIU

'CONTROLLO AUMENTATO'

Sezione II., A. 1., Pagina 10: Discutiamo questa teoria in modo approfondito di seguito, ma prima di farlo, affrontiamo brevemente un'ulteriore disposizione costituzionale che alcuni amici degli intervistati hanno ora offerto come un'altra potenziale sede per il diritto all'aborto : Clausola di Parità di Protezione del Quattordicesimo Emendamento. Né Roe né Casey hanno ritenuto opportuno invocare questa teoria, ed è assolutamente preclusa dai nostri precedenti, che stabiliscono che la regolamentazione dell'aborto da parte di uno Stato non è una classificazione basata sul sesso e quindi non è soggetta al “controllo accresciuto” che si applica a tale classificazioni.

Molti studiosi di diritto hanno argomentato che Roe avrebbe dovuto essere argomentato come un diritto di pari protezione per le donne, sulla falsariga che il giudice Ruth Bader Ginsberg avrebbe presentato come avvocato davanti alla Corte Suprema poco dopo che Roe fosse stata deciso. Alito afferma che poiché il diritto all'aborto non si basava su tale ragionamento, i giudici che valutano le leggi che lo regolano non devono applicare un livello di controllo che si estende alle leggi basate sul genere. — JAN HOFFMAN

“Fino a pochi anni prima della consegna di Roe, nessun tribunale federale o statale aveva riconosciuto tale diritto”, si legge negli estratti del Decisione di ribaltare Roe v. Wade.
(Express file foto)

CITAZIONE DI GINSBURG

Sezione II., A. 2., Pagina 11: Il parere di Ginsburg per la Corte nella causa Timbs è un esempio recente. Nel concludere che la protezione dell'Ottavo Emendamento contro le multe eccessive è “fondamentale per il nostro schema di libertà ordinata” e “profondamente radicata nella storia e nella tradizione di questa Nazione”, la sua opinione ha fatto risalire il diritto alla Magna Carta, ai Commentari di Blackstone e a 35 dei 37 costituzioni statali in vigore alla ratifica del Quattordicesimo Emendamento.

È degno di nota il fatto che la corte stia citando Ginsburg, che notoriamente ha espresso dubbi su Roe, anche se ha fortemente sostenuto il diritto all'aborto. Ginsburg, la cui morte nel 2020 ha spianato la strada alla maggioranza conservatrice 6-3 della corte, ha ritenuto che la Corte Suprema avesse deciso Roe prima che la nazione fosse pronta per questo. Avrebbe voluto che ci fosse stato il tempo per creare un consenso negli Stati Uniti. “La mia critica a Roe è che sembrava aver fermato lo slancio dalla parte del cambiamento”, ha detto all'Università di Chicago nel 2013. — SHHERYL GAY STOLBERG

PRIMA ROE

Sezione II., B. 1., Pagina 15: Fino all'ultima parte del 20° secolo, non c'era sostegno nel diritto americano per un diritto costituzionale di ottenere l'aborto. Nessuna disposizione costituzionale statale aveva riconosciuto tale diritto. Fino a pochi anni prima della consegna di Roe, nessun tribunale federale o statale aveva riconosciuto un tale diritto. Né aveva alcun trattato accademico di cui siamo a conoscenza.

Nel 1959, l'American Law Institute, un gruppo indipendente di giuristi, giudici e avvocati, iniziò a redigere una legislazione modello per depenalizzare l'aborto in alcuni casi. Lo sforzo è stato, in parte, un riconoscimento che la legge aveva bisogno di mettersi al passo con la pratica medica: molti ospedali avevano comitati per determinare quali casi meritassero un “aborto terapeutico”, un processo che ha protetto alcuni medici dall'azione penale ma che è stato applicato in modo incoerente. Prima di Roe, almeno 13 stati adottavano versioni della legge modello, alcune delle quali erano più ampie della stessa Roe. — JAN HOFFMAN

'NON PROFONDAMENTE RADICATO'

Sezione II., B. 2. d., Pagina 25: La conclusione inevitabile è che il diritto all'aborto non è profondamente radicato nella storia e nelle tradizioni della Nazione. Al contrario, una tradizione ininterrotta di proibire l'aborto sotto pena di punizione penale è perdurata dai primi giorni della common law fino al 1973.

Sulla base della premessa di Alito che il 14° emendamento non protegge alcun diritto non scritto alla libertà che non si pensava esistesse nel profondo della storia della nazione, come discusso sopra, ora raggiunge il culmine della sua analisi principale. Dopo aver elencato numerose leggi prima e durante il 19° secolo che vietavano l'aborto – alcune dopo “acceleramento”, un termine antiquato per quando è rilevabile il movimento nell'utero e altre in tutte le fasi della gravidanza – conclude che nessuno allora pensava che ci fosse un diritto all'aborto. — CHARLIE SAVAGE

“Roe e Casey hanno raggiunto un equilibrio particolare tra gli interessi di una donna che vuole abortire e gli interessi di quella che hanno definito “vita potenziale”, hanno affermato negli estratti. (Foto di file Express)

IL GIUDIZIO DI UN MEDICO

Sezione II., C. 1., Pagina 31: La libertà ordinata fissa i limiti e definisce il confine tra interessi concorrenti. Roe e Casey hanno trovato ciascuno un particolare equilibrio tra gli interessi di una donna che vuole abortire e gli interessi di quella che hanno definito “vita potenziale”.

Roe si preoccupava anche del rapporto tra medici e pazienti e dell'autorità decisionale del medico. Il giudice Harry Blackmun ha scritto: “La decisione rivendica il diritto del medico di somministrare cure mediche secondo il suo giudizio professionale”. La Corte Suprema sta valutando la tensione tra il miglior giudizio di un medico e l'autorità di regolamentazione statale in un altro caso, Ruan v. Stati Uniti, sull'eccessiva prescrizione di oppioidi. — JAN HOFFMAN

CONGEDO FAMIGLIARE

Sezione II., B. 2. d., Pagina 33: Gli americani che credono che l'aborto dovrebbe essere limitato stampano argomenti controbilancianti sugli sviluppi moderni. Notano che gli atteggiamenti riguardo alla gravidanza delle donne non sposate sono cambiati drasticamente; che le leggi federali e statali vietano la discriminazione sulla base della gravidanza; che i congedi per gravidanza e parto sono ormai garantiti dalla legge in molti casi; che i costi delle cure mediche associate alla gravidanza siano coperti da un'assicurazione o dall'assistenza del governo.

Una legge federale richiede alle aziende con 50 dipendenti o più di fornire fino a 12 settimane di congedo medico e familiare non retribuito. I dati del Bureau of Labor Statistics mostrano che mentre quasi il 90% dei lavoratori ha avuto accesso a congedi non retribuiti nel 20121, meno di un quarto dei lavoratori ha avuto accesso a congedi retribuiti. Gli Stati Uniti sono l'unico paese senza un programma di congedo familiare retribuito tra i 38 membri dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che ha previsto una media di 50 settimane di congedo retribuito nel 2020.

The Affordable La legge sull'assistenza richiede agli assicuratori di coprire la maternità e l'assistenza neonatale come beneficio sanitario essenziale. Ma studi recenti hanno scoperto che i costi vivi per l'assistenza sono ancora in media superiori a $ 3.000 per le donne con un'assicurazione sponsorizzata dal datore di lavoro e il 95% delle nascite coperte da assicurazione richiede alcuni costi diretti. — LINDA QIU

GIUSTIFICARE IL PRECEDENTE OVERRUING

Sezione III., Pagina 40: Alcune delle nostre decisioni costituzionali più importanti hanno annullato i precedenti precedenti. Ne ricordiamo tre. In Brown v. Board of Education (1954), la Corte ha ripudiato la dottrina “separata ma uguale”, che aveva consentito agli Stati di mantenere scuole e altre strutture segregate razzialmente. In tal modo, la Corte ha annullato la famigerata decisione in Plessy v. Ferguson (1896), insieme ad altri sei precedenti della Corte Suprema che avevano applicato la regola separata ma uguale.

Sostenendo che il rispetto del precedente non impedisce alla Corte Suprema di ribaltare mai una delle sue precedenti sentenze, Alito indica una lunga serie di sentenze in tal senso, a partire dalla più venerata decisione storica sui diritti civili nella storia americana, il caso del 1954 che annulla segregazione razziale nelle scuole. — CHARLIE SAVAGE

VIABILITÀ

Sezione III., B. 1. c., Pagine 51-52: Il problema più ovvio con qualsiasi argomento del genere è che la vitalità dipende fortemente da fattori che non hanno nulla a che fare con le caratteristiche di un feto. Uno è lo stato delle cure neonatali in un particolare momento. Grazie allo sviluppo di nuove apparecchiature e al miglioramento delle pratiche, la linea di sostenibilità è cambiata nel corso degli anni.

La vitalità, il punto di una gravidanza in cui un feto potrebbe sopravvivere al di fuori dell'utero, è leggermente cambiata con i progressi della medicina. Per decenni, il punto di vitalità è stato considerato a circa 24 settimane dall'inizio della gravidanza; ora può essere spesso a 23 settimane di gestazione e occasionalmente anche a 22 settimane, con rari casi di bambini che sopravvivono se consegnati a 21 settimane di gestazione.

Ma le caratteristiche di un feto impediscono ancora la vitalità molto prima, perché fasi importanti dello sviluppo del cervello e di altri organi non si verificano fino a ben oltre il primo trimestre. Non c'è possibilità di vitalità fetale a 15 settimane, il punto in cui la legge del Mississippi bandirebbe la maggior parte degli aborti nello stato. Né i funzionari del Mississippi affermavano che un bambino potesse sopravvivere in quella fase. — PAM BELLUCK

CHIAMA LE DONNE

Sezione III., E. 2., Pagina 65: La nostra decisione rinvia la questione dell'aborto a quegli organi legislativi e consente alle donne di entrambi i lati della questione dell'aborto di cercare di influenzare il processo legislativo influenzando l'opinione pubblica, facendo pressioni sui legislatori, votare e candidarsi. Le donne non sono prive di potere elettorale o politico. È interessante notare che la percentuale di donne che si registrano per votare e votare è costantemente superiore alla percentuale di uomini che lo fanno.

È interessante vedere la corte suggerire che il futuro del diritto all'aborto spetta esclusivamente alle donne nella sfera politica. I sondaggi dell'opinione pubblica mostrano che le opinioni sull'aborto tra le donne seguono grosso modo le opinioni di tutti gli americani; Il 61% delle donne si definisce “pro-scelta” e il 33% si considera “pro-vita”, secondo un sondaggio Gallup di lunga data. Gli uomini sono equamente divisi: 48% “a favore della scelta” e 47% “a favore della vita”. (Questi sono i descrittori di Gallup; molte testate giornalistiche, incluso il Times, usano termini più neutri, distinguendo tra coloro che sostengono e si oppongono al diritto all'aborto.) — SHERYL GAY STOLBERG

Leggi anche |Assenza di Roe v Wade non solo impatto sugli Stati Uniti

ALTRI PRECEDENTI

Sezione III., E. 3., Pagina 66: E per garantire che la nostra decisione non sia fraintesa o definita in modo errato, sottolineiamo che la nostra decisione riguarda il diritto costituzionale all'aborto e nessun altro diritto. Nulla in questa opinione dovrebbe essere inteso per mettere in dubbio precedenti che non riguardano l'aborto.

L'affermazione di Alito secondo cui questa sentenza non mette a repentaglio altri diritti dell'era moderna che derivano dallo stesso ragionamento legale – come il sesso tra adulti consenzienti dello stesso sesso e il diritto di sposarsi di coppie dello stesso sesso – è stata ampiamente criticata come poco convincente da quando il momento in cui è apparso nella bozza trapelata. Dopotutto, questioni come i diritti per le coppie dello stesso sesso non hanno basi storiche profonde e, nella mente di alcune persone, sollevano anche questioni morali critiche.

Il giudice Clarence Thomas, nella sua opinione concordante, ha preso di mira tre casi storici che si basavano sullo stesso ragionamento legale: Griswold v. Connecticut, una decisione del 1965 che dichiarava che le coppie sposate avevano diritto alla contraccezione; Lawrence v. Texas, un caso del 2003 che invalidava le leggi sulla sodomia e rendeva legale l'attività sessuale tra persone dello stesso sesso a livello nazionale; e Obergefell v. Hodges, il caso del 2015 che stabilisce il diritto delle coppie gay a sposarsi. — CHARLIE SAVAGE E SHERIL GAY STOLBERG

L'idea che i feti possano provare dolore durante l'aborto è molto controversa e generalmente non supportata dalla maggior parte degli scienziati che hanno espresso opinioni sull'argomento. (Foto del file Express)

CONCORSO DI ROBERTS

Sezione V., B. 1., Pagina 72: Passiamo ora alla concordanza nel giudizio, che ci rimprovera per aver deciso se Roe e Casey debbano essere trattenuti o annullati. Tale parere (che per comodità chiameremo semplicemente “la concorrenza”) raccomanda un “corso più misurato”, che difende sulla base di quella che sostiene essere “una semplice analisi dello stare decisis”.

Il presidente della Corte Suprema John Roberts ha votato con la maggioranza, ma ha scritto separatamente per sottolineare che riteneva che la corte fosse andata oltre ciò che era stato chiesto di fare. Il Mississippi voleva eludere il quadro di fattibilità di Roe e limitare l'aborto dopo 15 settimane. Il capo della giustizia è un sostenitore di lunga data della “restrizione giudiziaria” e un difensore dell'integrità delle tradizioni legali della corte. Sebbene abbia scritto che la fattibilità non era un costrutto costituzionalmente valido, “Se non è necessario decidere di più per risolvere un caso, allora è necessario non decidere di più”. — JAN HOFFMAN

CONDIZIONE FETALE E MATERNA

Sezione VI., A., Pagina 78: Una legge che regola l'aborto, come altre leggi sulla salute e sul benessere, ha diritto a una “forte presunzione di validità”. Deve essere sostenuto se esiste una base razionale su cui il legislatore avrebbe potuto pensare che sarebbe servito a legittimi interessi statali. Questi interessi legittimi includono il rispetto e la conservazione della vita prenatale in tutte le fasi dello sviluppo; la tutela della salute e sicurezza materna; l'eliminazione di procedure mediche particolarmente raccapriccianti o barbare; la conservazione dell'integrità della professione medica; la mitigazione del dolore fetale; e la prevenzione della discriminazione sulla base di razza, sesso o disabilità.

Alito non dice quasi nulla su cosa dovrebbe accadere quando un medico ritiene necessario un aborto dal punto di vista medico, lasciando che gli stati determinino tali soglie. I giudici dissenzienti sollevano questa preoccupazione. “Gli stati possono persino sostenere che un divieto di aborto non deve prevedere alcuna disposizione per proteggere una donna dal rischio di morte o danni fisici”, affermano. E più tardi, “La maggioranza non dice – il che è di per sé inquietante – se uno stato può impedire a una donna di abortire quando lei e il suo medico hanno stabilito che è un trattamento medico necessario”. — JAN HOFFMAN

L'idea che i feti possano provare dolore durante l'aborto è molto controversa e generalmente non supportata dalla maggior parte degli scienziati che hanno espresso opinioni sull'argomento. La maggior parte degli scienziati che hanno esaminato il problema afferma che se i feti possono provare dolore, il cablaggio neurologico per renderlo possibile non è in atto fino ad almeno 24 settimane di gravidanza, che è successiva a quando quasi tutti gli aborti potrebbero verificarsi sotto il Roe v. Wade standard. Di conseguenza, la maggior parte di questi scienziati afferma che vietare gli aborti prima di 24 settimane, o del tutto, per evitare che i feti provino dolore, non è supportato dalla scienza dello sviluppo fetale. — PAM BELLUCK

Abbonamento Express Non colpire il muro, abbonati per la migliore copertura fuori dall'India a partire da soli $ 5 al mese Abbonati ora