“È diventato reale”: la decisione sull'aborto sconvolge gli Stati Uniti a metà mandato, inviando la lotta agli Stati

0
49

Attivisti per i diritti dell'aborto protestano davanti allo Utah State Capitol a Salt Lake City il 24 giugno 2022. (Kim Raff/The New York Times)

Scritto da Katie Glueck

La Decisione della Corte Suprema che ribalta Roe v Wadevenerdì ha catapultato l'esplosiva battaglia sui diritti all'aborto al centro di numerose gare di medio termine, trasformando la lotta per le principali gare del governatore e gli ambiti seggi al Senato in accesi dibattiti sulla libertà personale e sulla salute pubblica.

Devastati democratici, di fronte sbalorditive sfide politiche in mezzo all'inflazione elevata e ai bassi indici di approvazione del presidente Joe Biden, sperava che la decisione potesse rinvigorire gli elettori di base disamorati. Hanno anche visto il momento come una nuova opportunità per aggrapparsi agli elettori oscillanti moderati e suburbani che li hanno aiutati a vincere le recenti elezioni.

I repubblicani, da parte loro, hanno pubblicamente celebrato la sentenza come la realizzazione di uno sforzo decennale, anche se alcuni strateghi – e l'ex presidente Donald Trump – hanno riconosciuto in privato che la questione ha creato almeno qualche rischio per un partito che ha goduto di mesi di politica quantità di moto. Molti hanno sostenuto che le gare competitive alla fine sarebbero state decise da altri problemi.

“Dal punto di vista di base, c'è molta gioia”, ha detto Scott Jennings, un repubblicano che è stato un ex assistente di punta della campagna elettorale del senatore Mitch McConnell, R-Ky, il leader della minoranza. “Questo è il motivo per cui combattiamo. E allo stesso tempo, queste elezioni saranno decise su un paio di questioni: il grado di approvazione di Joe Biden, l'inflazione, l'economia, la criminalità, la qualità della vita.”

Per anni, la prospettiva di < strong>ribaltando Roe v Wadeera un concetto astratto per molti americani: una preoccupazione angosciante ma lontana per alcuni e un obiettivo a lungo termine piuttosto che una possibilità imminente per altri. Il parere della Corte Suprema che ha eliminato il diritto costituzionale all'aborto ha posto fine a quell'era di incredulità, aprendo un nuovo capitolo dalle conseguenze concrete, in cui le gare per il governatore, il legislatore statale e il procuratore generale, e persino i tribunali statali potrebbero determinare se milioni di americani hanno accesso a la procedura.

“Questo autunno, Roe è al ballottaggio”, ha detto Biden venerdì. “Le libertà personali sono al ballottaggio.”

Entrambe le parti concordano sul fatto che la posta in gioco alta galvanizzerà, in una certa misura, le rispettive basi. Ma la questione cruciale rimane se gli elettori oscillanti, in particolare le donne indipendenti di diverse periferie, che si concentrano sull'incertezza economica, rivolgeranno la loro attenzione alla lotta per l'accesso all'aborto.

“Ci sono molte donne indipendenti. Penso che ci siano molte donne che non hanno partecipato alle elezioni e si impegneranno”, ha detto il governatore Gretchen Whitmer del Michigan all'inizio di questa settimana, dopo aver ospitato una tavola rotonda emotiva incentrata sui diritti all'aborto in un birrificio a Grand Rapids. “Ma non lo darò per scontato. Dovremo assicurarci di svolgere il lavoro di educazione, persuasione e attivazione”.

Già quest'anno, le campagne democratiche e i gruppi esterni di supporto hanno speso quasi 18 milioni di dollari in pubblicità sull'aborto problemi, mentre i repubblicani e i gruppi esterni affiliati hanno speso quasi $ 21 milioni, secondo la società di monitoraggio dei media AdImpact. Entrambe le figure possono gonfiarsi.

Attivisti e strateghi del partito, che da mesi si stanno preparando a mobilitarsi su questo problema, si stanno concentrando in particolare sulle gare dei governatori in Michigan, Wisconsin e Pennsylvania, tre stati guidati da governatori democratici, e sui luoghi in cui i risultati di questo autunno potrebbero influenzare direttamente il futuro del diritto all'aborto dopo che la decisione dell'Organizzazione per la salute delle donne Dobbs v. Jackson ha restituito agli Stati Uniti il ​​controllo sulla protezione dell'aborto.

La polizia del Campidoglio degli Stati Uniti tiene d'occhio i manifestanti contro l'aborto e i difensori dei diritti all'aborto si riuniscono davanti alla Corte Suprema a Washington il 24 giugno 2022. (Shuran Huang/The New York Times)

I democratici stanno anche pianificando di utilizzare la questione per giocare un ruolo offensivo nelle gare di altri governatori, sostenendo al contempo che anche i candidati al Senato e alla Camera in tutto il paese hanno abbracciato posizioni sull'aborto che sono ben al di fuori del mainstream.

Un primo test di energia su questo problema arriverà ad agosto, quando il Kansans voterà se rimuovere il diritto all'aborto dalla costituzione dello stato.

In un'e-mail di raccolta fondi venerdì, il governatore Laura Kelly del Kansas, un Democratico, ha dichiarato che “potrei essere l'unico leader del Kansas a ostacolare” le nuove restrizioni sull'aborto. Il suo probabile avversario, il procuratore generale dello stato Derek Schmidt, ha affermato che avrebbe sostenuto l'iniziativa del voto.

I democratici si stavano preparando a cercare di dirigere l'atteso sfogo di shock e rabbia in un'azione elettorale una volta che l'opinione fosse stata tramandata, con i comitati di partito e gli stati partiti che si erano conferiti sulla messaggistica nazionale e sui piani di mobilitazione, oltre a lanciare un sito Web venerdì per dirigere gli sforzi organizzativi .

Un sostenitore dei diritti dell'aborto si asciuga una lacrima mentre si unisce a una protesta davanti alla Corte Suprema a Washington il 24 giugno 2022. (Haiyun Jiang/The New York Times)

I candidati e le organizzazioni hanno impiegato focus group e sondaggi per valutare il problema; ci sono sforzi tentacolari di raccolta fondi; e i gruppi per i diritti dell'aborto Planned Parenthood Action Fund, NARAL Pro-Choice America ed Emily's List hanno dichiarato di voler spendere 150 milioni di dollari per le elezioni di medio termine. American Bridge 21st Century, un super PAC di allineamento democratico, afferma di aver contattato gli influencer dei social media per comunicare sui diritti all'aborto e sui record repubblicani su tale questione agli americani che potrebbero essere solo casualmente politici.

“Vedremo , stato per stato per stato, i divieti preesistenti entrano in vigore, le legislature statali si affrettano ad approvare i divieti di aborto “, ha affermato Cecile Richards, l'ex presidente di Planned Parenthood che ora è presidente di American Bridge. “Ora è una conversazione diversa perché è diventata reale.”

Nonostante tutta la mobilitazione, molti strateghi del partito non prevedono che anche la decisione sismica di venerdì cambierà radicalmente l'attenzione degli elettori sulle preoccupazioni sul costo della vita. Ma alcuni lo vedono come un rafforzamento della loro argomentazione centrale contro i repubblicani: che l'ala destra del partito ha il controllo, non è al passo con l'opinione pubblica e si concentra soprattutto sulle battaglie culturali. I Democratici e gli strateghi del Senato sono particolarmente concentrati nell'evidenziare i candidati repubblicani che sostengono il divieto quasi totale dell'aborto.

“Le questioni economiche superano sempre l'aborto per molti elettori”, ha affermato Celinda Lake, una veterana stratega democratica. “Ma è molto, molto importante per i Democratici – vincere questi elettori oscillanti – fare di questa una scelta, non un referendum”.

I sondaggi mostrano che gli americani si oppongono fermamente al ribaltamento completo di Roe v Wade: in un sondaggio del Washington Post-ABC condotto a fine aprile, il 54% degli americani pensava che la decisione di Roe dovesse essere confermata, mentre il 28% riteneva che dovesse essere ribaltata. Ma le opinioni sull'aborto variano a seconda dell'inclinazione politica di uno stato.

Questo è uno dei motivi per cui i messaggi dei repubblicani sulla questione sono stati meno unificati. Venerdì, mentre alcuni candidati, legislatori e il Comitato Nazionale Repubblicano si sono precipitati a celebrare la sentenza, altri hanno cercato di tornare rapidamente a concentrarsi sulle questioni del portafoglio.

Adam Laxalt, il candidato repubblicano al Senato del Nevada, uno stato con una storia di sostegno al diritto all'aborto, venerdì ha elogiato la “vittoria storica per la santità della vita”, ma ha sottolineato che l'accesso all'aborto era già una “legge stabilita” in Nevada.

“Non distrarrebbe gli elettori da prezzi inaccessibili, dall'aumento della criminalità o dalla crisi del confine”, ha affermato.

Quando è stato chiesto un commento, Jesse Hunt, portavoce della Republican Governors Association, ha risposto in una dichiarazione che “gli elettori persuasivi che determineranno i risultati nelle gare competitive sono profondamente preoccupati per il danno che viene fatto alla loro sicurezza finanziaria” dai Democratici.

Anche Trump, l'ex presidente che ha messo in campo i conservatori, ha detto in privato alla gente che crede che la decisione della corte sarà “negativa per i repubblicani”. In una dichiarazione pubblica venerdì, Trump ha definito la decisione “la più grande VITTORIA per la VITA in una generazione”.

Gli oppositori del diritto all'aborto stanno lavorando per sfruttare l'entusiasmo dei conservatori.

Il gruppo per i diritti contro l'aborto Susan B Anthony Pro-Life America ha lanciato un programma sul campo l'anno scorso, con l'intenzione di coinvolgere 8 milioni di elettori in stati critici. Il gruppo si sta concentrando su “quelle persone che sono in gioco, che potrebbero andare in entrambe le direzioni in base a questo particolare problema”, ha affermato Marjorie Dannenfelser, presidente dell'organizzazione.

“Non è solo un voto teorico su qualcuno che dice di essere pro-vita”, ha detto. “Ora è un'opportunità per fare davvero qualcosa al riguardo”.

Penny Nance, presidente di Concerned Women for America, un'organizzazione che si oppone ai diritti all'aborto, ha affermato che il gruppo stava pianificando un vertice incentrato sul ruolo dell'attivismo statale in una nazione post-Roe.

Alcuni funzionari statali hanno “fondamentalmente detto: 'Non abbiamo davvero la capacità di cambiare la legge a causa della decisione della Corte Suprema'”, ha affermato.

“Ora”, ha continuato, “cambia tutto.”

Quella nuova attenzione alle leggi statali ha già intensificato il dibattito nelle case statali e nelle gare dei governatori negli stati politicamente divisi. In Pennsylvania, il prossimo governatore e una Camera di Stato a guida repubblicana determineranno probabilmente l'accesso.

“Roe v Wade è giustamente relegato nel mucchio di cenere della storia”, ha affermato Doug Mastriano, candidato repubblicano di estrema destra per governatore in Pennsylvania. Josh Shapiro, il procuratore generale dello stato e candidato democratico alla carica di governatore, ha scritto venerdì su Twitter che “senza Roe, l'unica cosa che li ferma è il veto del nostro prossimo governatore”.

In Michigan e Wisconsin, le vecchie leggi sui libri contabili richiedono il divieto quasi totale dell'aborto e i governatori democratici candidati alla rielezione hanno promesso di lottare per proteggere l'accesso.

In Michigan, i sostenitori dei diritti all'aborto stanno lavorando per garantire la sicurezza un emendamento costituzionale a tutela del diritto all'aborto. Whitmer ha anche intentato una causa chiedendo “alla Corte Suprema del Michigan di decidere immediatamente” se la costituzione statale protegge il diritto all'aborto.

Alla sua tavola rotonda di questa settimana, Whitmer ha parlato con le donne per sapere se pensavano che gli elettori avessero ancora colto il significato di cosa significherebbe ribaltare Roe contro Wade.

Il meglio di Express Premium

Premium

FIR fresco contro RB Sreekumar, Sanjiv Bhatt e Teesta Setalvad basato su…

Premium

Dopo l'omicidio di Moosewala, i riflettori tornano sulle bande (punjabi) del Canada

Premium

La morte del figlio dell'ufficiale IAS: le discrepanze

Premium

Giornalista | Tra i primi a sostenere la causa delle vittime della rivolta in Gujarat, Teesta …Altre storie premium >>

“Così tante persone”, le ha detto un partecipante, “non si rendevano conto che fosse così grave”.

Abbonamento Express Non colpire il muro, iscriviti per la migliore copertura dell'India a partire da soli $ 5 al mese Iscriviti ora