Spiegazione: tutto sul McDonald's ribattezzato russo

0
56

I membri dello staff aspettano i visitatori in un fast food di nuova apertura in un ex punto vendita McDonald's in Bolshaya Bronnaya Street a Mosca, Russia, domenica 12 giugno 2022. (Foto AP /Dmitry Serebryakov)

Scritto da Manya Sheil

Il colosso dei fast food McDonald's si è ritirato dalla Russia a maggio a causa della continua invasione dell'Ucraina da parte del paese, chiudendo negozi in 850 sedi. Quando è uscito dalla Russia, ha venduto i suoi punti vendita nel paese a un titolare di licenza locale, Alexander Grovor. In pochissimo tempo, i negozi sono stati rinominati con un nuovo nome– Vkusno i Tochka, e uno slogan che diceva: “Il nome cambia, l'amore resta”. Il logo ha sostituito gli iconici archi dorati di McDonald's con uno composto da due patatine fritte e un tortino di hamburger su uno sfondo verde. Il nome ‘Vkusno i Tochka’ si traduce in “Gustoso, ecco fatto”.

Dal NYT |McDonald's, lo stile di Mosca, è tornato, mentre l'economia russa inciampa su

McDonald’s in Russia

McDonald’s è entrato per la prima volta in Russia nel 1990, con la sua prima apertura il 31 gennaio di quell'anno in piazza Pushkin a Mosca. L'apertura è stata un grande successo con circa 38.000 clienti in coda fuori dal negozio, battendo il record di tutti i tempi dell'azienda.

Nei successivi sette anni, l'azienda ha aperto 21 sedi in tutta la Russia. Quando ha deciso di chiudere le operazioni a maggio di quest'anno, contava circa 62.000 dipendenti in tutto il paese.

Il meglio di Express Premium

Premium

All'evento “JorrDaar” di Digital Pratik, l'unico modo per accedervi è un biglietto NFT

Premium

Nel 1978 Sharad Pawar aveva guidato un gruppo ribelle e rovesciato Mahara…

Premium

Spiegazione: come sta cambiando l'industria automobilistica da miliardi di dollari, corteggia…

Premium

Il Bangladesh attende il suo ponte dei sogni attraverso il potente PadmaAltre storie premium >>

Il restyling russo

‘Vkusno e Tochka’ hanno aperto i loro primi negozi dentro e intorno a piazza Pushkin a Mosca, vendendo circa 120.000 hamburger il primo giorno, battendo i record stabiliti da McDonald's prima di lasciare il paese. La nuova catena ha completamente eliminato le confezioni e i colori di McDonald's, cambiando anche le divise del personale. Tuttavia, la maggior parte delle voci del menu rimangono simili a quelle servite da McDonald’s, anche se con nomi cambiati. Il menu, sebbene manchi del Big Mac e del McFlurry di McDonald's, ha altri elementi simili. Alcuni degli hamburger del negozio sono — Grand De Luxe, Double Grand, Grandee, Chicken Premier, hamburger di pesce singolo o doppio. Il negozio serve anche piadine, dessert, patatine fritte, muffin, panini e un'ampia varietà di colazioni, bevande e salse.

Tendenza | Dopo l'uscita di McDonald's in Russia, la catena di fast food rinominata serve prelibatezze

Mentre il menu è più piccolo rispetto a quello di McDonald's, Grovor spera di lanciare oggetti simili al Big Mac. Ha detto: “Il Big Mac è la storia di McDonald's. Faremo sicuramente qualcosa di simile… Cercheremo di fare qualcosa di ancora migliore in modo che i nostri visitatori e ospiti apprezzino questo piatto.”

Persone in fila per visitare un fast food di recente apertura in un ex punto vendita McDonald’s in Bolshaya Bronnaya Street a Mosca, Russia, domenica 12 giugno 2022. Il cartello recita ‘Il nome cambia, l'amore rimane’. (Foto AP/Dmitry Serebryakov)

Può tornare McDonald's?

Mentre le autorità russe hanno affermato che McDonald’s può riacquistare la propria attività entro 15 anni, Grovor non è d'accordo, sostenendo che il gigante del fast food non ha intenzione di fare lo stesso.

L'azienda rinominata mira a aprire circa 1000 sedi in tutta la Russia nei quattro o cinque anni, espandendosi dalle 850 sotto McDonald’s.

La sfida più grande ‘Vkusno i Tochka’ facce sta mantenendo un flusso costante di clienti e abbinando la qualità e l'esperienza di McDonald’s, con il CEO Oleg Paroev che afferma: “Il nostro obiettivo è che i nostri ospiti non notino differenze né nella qualità né nell'atmosfera”.

Best of Explained

Fai clic qui per ulteriori informazioni

Altri che hanno lasciato la Russia

McDonalds è 8217;t l'unica azienda che ha smesso di vendere le sue merci nel paese. Starbucks, Coca Cola, Mothercare e Heineken hanno smesso di rifornire la Russia e hanno chiuso i loro negozi nel paese dopo l'invasione dell'Ucraina. Anche Imperial Brands, che include aziende come Davidoff Cigarettes e JPS, ha interrotto la produzione nelle loro fabbriche nel paese, con anche la British American Tobacco che ha interrotto gli investimenti. Anche Netflix e Levi's hanno interrotto le vendite nel paese.

Abbonamento Express Dai un'occhiata ai nostri prezzi speciali per i lettori internazionali quando l'offerta durerà Abbonati ora