Spiegazione: chi è Sajid Mir, il pianificatore del 26/11, secondo quanto riferito, arrestato in Pakistan?

0
48

L'FBI ha designato Mir come 'più ricercato' terrorista. (Foto: FBI)

Sajid Mir, il capo pianificatore degli attacchi terroristici del 26 novembre 2008 (26/11) a Mumbai, che una volta era ritenuto morto, secondo quanto riferito è stato tenuto in custodia in Pakistan secondo un rapporto di Nikkei Asia. Le agenzie di intelligence indiane, che hanno ritenuto Mir più pericolosa del capo di Lashkar Hafiz Saeed, sono a conoscenza dell'arresto da un po' di tempo, riferiscono fonti.

L'FBI ha designato Mir come un terrorista “più ricercato”. Le sue accuse contro di lui includono cospirazione per ferire proprietà del governo straniero, fornire supporto materiale ai terroristi, uccidere un cittadino al di fuori degli Stati Uniti, aiutare e favorire e bombardare luoghi di uso pubblico.

Best of Explained

Fai clic qui per ulteriori informazioni

Tra le 166 persone uccise negli attacchi di Mumbai, sei erano americani. L'FBI ha assegnato una ricompensa fino a $ 5 milioni per le informazioni che hanno portato all'arresto e alla condanna di Mir. Le agenzie di intelligence indiane lo ritengono “l'uomo più pericoloso del Pakistan”.

Terrorista oscuro di Lashkar

Il meglio di Express Premium

Premium

La casta e la politica dell'ascesa di Sena e della sua crisi

Premium

I nuovi vestiti dell'avatar digitale

Premium

Che ne dici di un blog della madre come prima persona

< img src="https://images.indianexpress.com/2022/06/Eknath-Main.jpeg?resize=450,250" />Premium

Non ci sorprende più che i nostri rappresentanti eletti tradiscano le persone… Altre storie premium >>

Mir ha aiutato a dirigere i preparativi e le ricognizioni per il Lashkar-e-Toiba (LeT), il gruppo terroristico pakistano che ha effettuato gli attacchi con l'aiuto e il sostegno dell'ISI. Era uno dei controllori pakistani dei terroristi che si trovavano a Mumbai.

Non si conoscono molti dettagli concreti su Mir. Le autorità statunitensi credevano che Mir fosse in Pakistan fino alla fine dell'anno scorso. Ha 40 anni ed è entrato a far parte del LeT all'inizio degli anni '90. L'FBI ritiene che abbia cospirato per commettere un attacco terroristico contro il quotidiano danese Jyllands-Posten e i suoi dipendenti tra il 2008 e il 2009.

Reclutò Dawood Gilani alias David Coleman Headley, un pachistano-americano e un informatore dell'FBI/Drug Enforcement Authority, e pianificò gli attacchi di Mumbai con l'aiuto di ufficiali militari pakistani menzionati nelle FIR e negli atti giudiziari.

Mir ha inviato Headley a Mumbai per osservare gli obiettivi prima degli attacchi, ha aiutato ad addestrare i terroristi e ha dato loro istruzioni per telefono durante l'attacco, in particolare quello a Nariman House dove sono stati uccisi sei residenti ebrei.

L'FBI ha emesso un mandato d'arresto contro di lui il 22 aprile 2011.

Anche in Explained | Cos'è Roe v. Wade, che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato e perché è significativo?

Il responsabile di David Headley

Quando è stato arrestato dalle autorità statunitensi, Headley aveva nominato Mir e un maggiore Iqbal, che ha descritto come un ufficiale dell'ISI, come gli altri coinvolti negli attacchi.

Headley ha confessato il suo coinvolgimento negli attacchi di Mumbai e sta attualmente scontando una pena detentiva di 35 anni negli Stati Uniti. Il suo co-cospiratore Tahawwur Rana sta scontando una pena più breve di 14 anni.

Stato attuale di Mir

Nikkei Asia ha citato un funzionario dell'FBI senza nome, che ha affermato che Mir era stato arrestato, processato e condannato. Tuttavia, i dettagli del processo o dell'arresto non erano pubblicamente disponibili come lo sono stati in passato, quando i tribunali antiterrorismo del Pakistan hanno processato altri accusati di terrorismo nel paese.

Nel 2021, un rapporto del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti affermava che, sebbene il Pakistan avesse adottato alcune misure per contrastare il terrorismo, non aveva ancora interrotto le operazioni di terroristi come Mir.

I Rapporti nazionali sul terrorismo del 2020 affermavano: “Gruppi prendendo di mira l'Afghanistan, compresi i talebani afgani e gli affiliati HQN, nonché i gruppi che prendono di mira l'India, tra cui LeT e le sue organizzazioni di facciata affiliate, e Jaish-e-Mohammed (JeM) – hanno continuato ad operare dal territorio pakistano. Il Pakistan non ha intrapreso azioni contro altri noti terroristi come il fondatore di JeM e terrorista designato dalle Nazioni Unite Masood Azhar e il “direttore di progetto” degli attacchi di Mumbai del 2008 Sajid Mir, che si ritiene siano entrambi liberi in Pakistan”.

Il Pakistan ha tentato di contrastare il finanziamento del terrorismo negli ultimi anni nel tentativo di essere rimosso dalla Grey List del GAFI, che monitora il finanziamento del terrorismo e il riciclaggio di denaro da parte dei paesi.

Newsletter | Fai clic per ricevere le migliori spiegazioni della giornata nella tua casella di posta

Abbonamento Express Non colpire il muro, iscriviti per la migliore copertura fuori dall'India a partire da soli $ 5 per mese Iscriviti ora