Google Chrome sta provando un esperimento per velocizzare le pagine

0
53

I siti web e le app web continuano a diventare sempre più complessi, motivo per cui Google lavora costantemente a nuovi miglioramenti delle prestazioni per il browser Chrome. Ora l'azienda sta provando un nuovo esperimento che potrebbe portare a tempi di caricamento più rapidi.

Molto tempo fa, i browser Web caricavano contemporaneamente l'intero contenuto di una pagina — immagini, plug-in incorporati, lo chiami. Nel corso del tempo, i browser e i siti Web hanno iniziato a passare al “caricamento lento,” dove alcuni contenuti non vengono caricati finché non sono visibili. Ad esempio, un sito potrebbe non caricare un video a metà pagina finché non scorri così in basso.

RELATEDNovità di Chrome 103, ora disponibile

Google Chrome supporta il carico pigro per la maggior parte degli oggetti incorporati, come video e PDF, da luglio 2020 (e molti siti avevano i propri hack prima di allora). Per evitare di rompere qualcosa, Chrome carica i contenuti incorporati solo se la pagina lo consente specificamente. Tuttavia, Google sta ora testando un nuovo esperimento che caricherà automaticamente alcuni contenuti incorporati senza che la pagina lo richieda.

Il nuovo esperimento, soprannominato “LazyEmbeds,” è previsto che inizi con l'1% delle persone che eseguono la versione stabile di Chrome 104 (il rilascio è previsto per il 2 agosto). Il contenuto incorporato che soddisfa determinati criteri (ospitato da un sito di terze parti, sorgente corrisponde a un elenco selezionato, dimensione del frame, ecc.) non è stato caricato finché non è visibile sulla pagina, proprio come le immagini e altri incorporamenti che hanno attivato il caricamento lento.

Google spera che la funzione possa portare i vantaggi in termini di prestazioni e durata della batteria del caricamento lento a ancora più pagine, senza interrompere alcun sito nel processo. Il documento esplicativo dice: “non è raro che un incorporamento richieda ed esegua grandi quantità di script, il che può avere un impatto sorprendente sulle prestazioni della pagina padre – dalla contesa delle risorse al ritardo della prontezza dell'interazione.”

Google ha affermato nel 2020 che il caricamento lento dei video di YouTube su Chrome.com ha ridotto i tempi di caricamento sui dispositivi mobili di 10 secondi e gli incorporamenti di Instagram a caricamento lento hanno risparmiato di più di 1 MB di utilizzo dei dati. Sarebbe bello vedere questi miglioramenti su più pagine, ma dovremo aspettare i risultati dell'esperimento per vedere se si rompe qualche sito. Se funziona, la funzione dovrebbe arrivare in altri browser Web basati su Chromium, come Microsoft Edge, Brave e Vivaldi.

Fonte: Google Gruppi, GitHub

LEGGI SUCCESSIVO

  • › Novità di Chrome 103, ora disponibile
  • › Questi gadget scacciano le zanzare
  • › Recensione del monitor INNOCN Ultrawide da 40 pollici 40C1R: un grosso problema con alcuni compromessi
  • › 10 funzioni Samsung Galaxy da utilizzare
  • › Recensione PrivadoVPN: sconvolgere il mercato?
  • › 4 modi in cui stai danneggiando la batteria del tuo laptop