Cybersecurity legata alla sicurezza nazionale, l'India si aggiorna per affrontare la minaccia: Amit Shah

0
52

Amit Shah riceve lunedì un ricordo dal ministro dell'Interno Ajay Bhalla a New Delhi. (Express Photo di Prem Nath Pandey)

La sicurezza informatica è legata alla sicurezza nazionale e, con molti paesi che hanno creato i propri “eserciti informatici”, l'India si sta aggiornando per far fronte a questa minaccia, ha affermato lunedì il ministro dell'Interno dell'Unione Amit Shah.

Shah ha anche affermato che molte nuove dimensioni della frode informatica saranno viste nei prossimi giorni e che l'India dovrà fare molti preparativi per prepararsi a proteggere completamente il cyberspazio.

Intervenendo qui alla Conferenza nazionale sulla sicurezza informatica e sulla sicurezza nazionale a Vigyan Bhavan, Shah ha affermato: “La sicurezza informatica è anche collegata in un certo senso alla sicurezza nazionale. Coloro che non vogliono vedere il nostro paese al sicuro tentano vari tipi di attacchi informatici: alcune nazioni hanno persino creato eserciti informatici. Ma il Ministero dell'Interno (MHA) è pienamente all'erta per affrontare questo problema e si sta aggiornando per prevenire tali minacce”.

Affermando che “le questioni di privacy dei cittadini ci sono già”, il ministro dell'Interno ha affermato: “Dobbiamo essere più attenti nel contesto della sicurezza delle informazioni critiche. Sia i dati che le informazioni diventeranno un'enorme forza economica nei prossimi giorni, quindi dobbiamo prepararci alla sicurezza dei dati e delle informazioni.”

Il meglio di Express Premium

Premium

UPSC Key-22 giugno 2022: Conoscere la rilevanza di 'Defection' per 'Horse Tradi…

Premium

2 giorni fa, Shinde aveva sputato con Raut & Aaditya sui voti per Cong in …

Premium

Non in contatto con gli MLA, poco brillante nell'amministrazione, come Uddhav Thackera…

Premium< /figura>Rajeswari Sengupta scrive: Perché il divario di comunicazione tra MPC e …Altre storie premium >>

Secondo l'MHA, Shah ha informato la riunione che il portale di segnalazione della criminalità informatica lanciato dal governo nel 2019 ha registrato più di 11 lakh di denunce di diverso tipo. Sono state registrate anche più di 2 migliaia di denunce di crimini sui social media, ha sottolineato.

Shah ha affermato che questo volume aumenterà di giorno in giorno poiché 800 milioni di persone hanno una presenza online in India oggi e entro il 2025 altri 400 milioni di indiani entreranno nel mondo digitale. Ha affermato che c'è stato un aumento del 231% delle connessioni Internet negli ultimi otto anni e che il costo dei dati per GB in India è sceso di circa il 96%, una percentuale che dovrebbe scendere ulteriormente poiché i dati diventano più economici man mano che il numero di utenti aumenta.

Shah ha sottolineato che la sensibilizzazione del pubblico è della massima importanza per garantire la sicurezza informatica. “Dovremmo cercare di portare la sicurezza informatica in ogni parte del paese”, ha affermato.

Sottolineando che i crimini informatici sono aumentati nel corso degli anni, Shah ha affermato che nel 2012 sono stati segnalati 3.377 casi di questo tipo, e la cifra corrispondente era di 50.000 nel 2020. Mentre una media di 136 casi di criminalità informatica sono stati registrati ogni giorno nel 2020, anche il numero di crimini informatici per 1 lakh di popolazione è aumentato del 270% in quattro anni dal 2016, quando la cifra era 1 — nel 2020 era del 3,7 per 1 lakh di popolazione.

“Ciò mostra quanto grande sarà questa sfida nei prossimi tempi,” Ha detto Shah.

Abbonamento Express Dai un'occhiata ai nostri prezzi speciali per i lettori internazionali quando l'offerta durerà Abbonati ora