Spiegazione: come i soldi sauditi hanno scosso lo status quo del golf

0
70

Il PGA Tour, con sede negli Stati Uniti, è stato il circuito di golf più duro, prestigioso e redditizio del mondo, con la maggior parte dei giocatori in arrivo che aspiravano ad esso come se fosse il Santo Graal. Insieme al DP World Tour (precedentemente chiamato European Tour), ha dominato la scena del golf per decenni. (Pic: Wikimedia Commons)

Questa settimana, Brookline, nel Massachusetts, ospiterà il “test più duro del golf”, come viene spesso descritto dagli US Open. Ma le ultime settimane possono anche essere definite la “prova più dura del golf”, poiché gli sviluppi sul campo e fuori minacciano di fare a pezzi il gioco professionistico.

Il PGA Tour, con sede negli Stati Uniti, è stato il circuito di golf più duro, prestigioso e redditizio del mondo, con la maggior parte dei giocatori in arrivo che aspirano ad esso come se fosse il Santo Graal. Insieme al DP World Tour (precedentemente chiamato European Tour), ha dominato la scena del golf per decenni.

Ora, un'impresa finanziata dall'Arabia Saudita con tasche immensamente profonde ha minacciato lo status quo, tentando i migliori giocatori del mondo con contratti redditizi e premi in denaro garantiti per giocare nei loro eventi di golf LIV. Alcuni dei migliori golfisti hanno abbandonato la nave e il PGA Tour ha perso poco tempo nel sospendere la loro iscrizione.

Il meglio di Express Premium

Premium

BJP cerca di rovesciare Azam Khan nella sua cittadella, ma ha il suo lavoro interrotto

Premium

Perché gli esperti affermano che l'India non ha bisogno di una politica demografica

Premium

Monsone finora: forti piogge in alcune parti del nord-est, quasi nessuna altrove

Premium

Schema Agnipath: perché anche il rilassamento dell'età può diventare un problemaAltre storie premium >>

Ma i big che hanno deciso di cambiare squadra sono liberi di giocare agli US Open e, con ogni probabilità, al 150° Open Championship del mese prossimo sull'Old Course a St. Andrews, considerata la casa del golf.

< p>Tuttavia, sembra probabile che non potranno essere coinvolti a qualsiasi titolo nelle future Ryder Cup o Presidents Cup.

Di cosa si tratta?

Il Public Investment Fund (PIF), il fondo sovrano dell'Arabia Saudita, ha speso molti soldi in sport d'élite, che secondo i critici è un mezzo per abbellire l'immagine del regime al potere saudita, chiamato “sportswashing”. Il regno è accusato di numerose violazioni dei diritti umani ed è anche caduto nell'ombra dopo l'omicidio del giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi. Il lancio di un'impresa rivale contro un tour consolidato con sede negli Stati Uniti tocca un nervo scoperto negli Stati Uniti poiché 15 dei 19 dirottatori negli attacchi dell'11 settembre provenivano dall'Arabia Saudita.

Leggi anche |Lotta sui fairway: come un'impresa sostenuta dall'Arabia Saudita può sconvolgere l'ordine stabilito del golf

Il PGA Tour ha rifiutato di concedere esenzioni ai suoi giocatori per aver giocato negli eventi di golf LIV. Alcuni dei giocatori hanno persino rassegnato le dimissioni dall'abbonamento per evitare sanzioni o contenziosi futuri.

🚨 Offerta a tempo limitato | Express Premium con ad-lite per sole Rs 2 al giorno 👉🏽 Fai clic qui per iscriverti 🚨

Qual ​​è il formato?

< p>LIV sta per 54 in numeri romani e i tornei sono a 54 buche, in contrasto con 72 nei tour tradizionali, e si giocano in tre giorni, non quattro come generalmente accade.

Ogni evento prevede 48 giocatori e prevede una squadra e una competizione individuale. Le squadre hanno quattro membri ciascuna. I giocatori iniziano contemporaneamente su buche diverse in quella che viene definita una “partenza con il fucile”. Questo serve a ridurre il tempo impiegato per un round, nel tentativo di renderlo più adatto alla TV.

Quanti soldi vengono offerti?

Ai più grandi nomi del golf sono state offerte somme astronomiche, spesso in centinaia di milioni di dollari, per unirsi alla nuova impresa. Questo è solo l'importo della firma.

Guidato dall'ex numero 1 del mondo Greg Norman, LIV Golf ha organizzato otto eventi nel 2022. Ognuno di loro avrà un montepremi di $ 25 milioni, il che li rende comodamente più redditizi di qualsiasi torneo del PGA Tour. Il vincitore porterà a casa 4 milioni di dollari, un altro massimo. L'evento finale vedrà la squadra vincente ricevere $ 16 milioni, con ogni membro che riceverà il 25 percento.

Non ci sono tagli e il giocatore che finisce ultimo sarà ancora più ricco di $ 120.000. Al contrario, in altri tour, i giocatori che non hanno ottenuto il taglio non ricevono alcun premio in denaro.

Chi si è unito a tutti e perché?

Dustin Johnson, Bryson DeChambeau, Patrick Reed, Charl Schwartzel, Louis Oosthuizen, Ian Poulter, Graeme McDowell e Phil Mickelson sono alcuni dei nomi di spicco del LIV Elenco dei giocatori di golf.

Alcuni di loro, come Poulter e McDowell, hanno giustificato la loro decisione, sostenendo di essere professionisti globali, eludendo le domande morali loro poste.

“Nessuno lo discuterà, ma siamo giocatori di golf. Non siamo politici. Se l'Arabia Saudita vuole usare il gioco del golf come un modo per arrivare dove vuole essere, siamo orgogliosi di aiutarli in questo viaggio”, ha detto McDowell.

Poulter ha detto: ” Mi considero un golfista globale e lo sono da 24 anni. Ho suonato in numerosi tour ed eventi in tutto il mondo ed è quello che sto continuando a fare.”

Altri non hanno nascosto il fatto che si trattava di soldi.

< p>Johnson aveva precedentemente promesso la sua fedeltà al PGA Tour prima di cambiare idea e dimettersi.

“Non voglio giocare per il resto della mia vita, questo mi dà l'opportunità di fare quello che voglio fare”, ha detto Johnson.

DeChambeau definisce la sua mossa “una decisione commerciale , prima di tutto.”

“Ci sono stati molti aspetti finanziari e molto tempo. Ho anche una vita al di fuori del gioco del golf. Mi ha dato molte più opportunità al di fuori del gioco del golf e mi ha dato più tempo con la mia famiglia e la mia futura famiglia”, ha detto DeChambeau.

Best of Explained

Fai clic qui per ulteriori informazioni

Alcuni altri hanno tra i 40 ei 50 anni e conoscono il loro miglior golf i giorni sono dietro di loro. Potrebbero voler incassare finché possono.

Perché così tanti giocatori di LIV Golf sono ancora sul campo degli US Open?

L'istituto di golf non ha nascosto la sua delusione per i grandi nomi che hanno disertato i tour ufficiali. Ma gli US Open sono organizzati dalla United States Golf Association (USGA) e non dal PGA Tour. I criteri per guadagnare un posto nel Major sono stati decisi molto prima che LIV Golf emergesse sulla scena, quindi si è sostenuto che negare loro l'opportunità di giocare sarebbe ingiusto nei confronti di coloro che ce l'hanno fatta per merito. Molti di loro sono campioni del passato e hanno ottenuto esenzioni.

Ci sono paralleli in altri sport?

Se uno può guadagnare molto di più giocando molto meno , c'è una grande tentazione. È la logica dei professionisti del cricket T20 che girano il mondo giocando in vari campionati senza sempre presentarsi per le loro squadre nazionali. È meno faticoso per il corpo e lascia molto tempo per se stessi.

Abbonamento Express Dai un'occhiata ai nostri prezzi speciali per i lettori internazionali quando l'offerta durerà Abbonati ora