Il BJP si rivolge all'incontro dei partiti di opposizione per decidere il candidato presidente

0
68

Concludendo l'incontro di mercoledì "come inizio", Banerjee ha affermato che “l'opposizione sta insieme in un momento in cui il nostro sistema democratico è in corso di demolizione e ogni istituzione viene totalmente mancato politicamente.” (Credit: TMC)

ON Un giorno in cui i leader di 17 partiti di opposizione si sono incontrati qui per creare consenso su un candidato congiunto per i sondaggi presidenziali, mercoledì gli alti dirigenti del BJP hanno contattato i principali leader dell'opposizione, tra cui Sharad Pawar del PCN e Farooq Abdullah del NC: due dei tre nomi sono stati presentati come possibili candidati alla riunione convocata dal leader del TMC e dal primo ministro del Bengala occidentale Mamata Banerjee. Il terzo nome nell'elenco era l'ex governatore del Bengala occidentale Gopalkrishna Gandhi.

In precedenza, il BJP aveva autorizzato il capo del partito JP Nadda e il ministro della Difesa Rajnath Singh a tenere consultazioni con altre parti per creare consenso su un candidato alla presidenza in vista delle urne del 18 luglio.

Mercoledì, Singh ha parlato con Pawar, Banerjee, Mallikarjun Kharge (Congresso), Akhilesh Yadav (SP), Mayawati (BSP), Shibu Soren (JMM), Odisha Chief Minister Naveen Patnaik (BJD), Andhra Pradesh Chief Minister Y S Jagan Mohan Reddy (YSR-CP) e il Primo Ministro del Bihar Nitish Kumar, il cui JD(U) fa parte della coalizione al potere dell'NDA.

Alla domanda sulla conversazione di Singh con Kharge, il leader del Congresso Jairam Ramesh, che era tra i presenti all'incontro di mercoledì, ha detto: “questa è una formalità che è stato chiesto a Rajnath Singh di espletare, cercando sostegno senza indicare nulla” .

Leggi anche |Posto di guida o niente passaggio: perché il KCR sta lontano dai colloqui presidenziali dell'opposizione

Nadda ha parlato con Farooq Abdullah, il Primo Ministro di Meghalaya Conrad Sangma (NPP), leader di All Jharkhand Students' Union, Naga People's Front e alcuni indipendenti.

BJD, YSR-CP, AAP, TRS, SAD e Sikkim Democratic Front, anch'essi invitati alla riunione di opposizione, sono rimasti alla larga.

Parlando con i giornalisti dopo l'incontro, Banerjee ha detto che c'era unanimità sul nome di Pawar, ma non era disposto a contestare, lasciando il campo aperto per ulteriori consultazioni nei giorni a venire.

Pawar in seguito ha twittato: &#8220 ;Apprezzo sinceramente i leader dei partiti di opposizione per aver suggerito il mio nome come candidato
per l'elezione del Presidente dell'India, nella riunione svoltasi a Delhi. Tuttavia, vorrei dichiarare che ho umilmente rifiutato la proposta della mia candidatura. Sono felice di continuare il mio servizio per il benessere dell'uomo comune.

Quando è stato contattato, Gopalkrishna Gandhi ha detto: “è troppo prematuro per commentare”.

Una risoluzione adottata durante l'incontro, durato quasi due ore, diceva: “Nelle prossime elezioni presidenziali che si terranno nel 75° anno dell'indipendenza dell'India, abbiamo deciso di schierare un candidato comune che possa veramente fungere da custode della Costituzione e impedire al governo Modi di arrecare ulteriori danni alla democrazia e al tessuto sociale del Paese.”

Definindo l'incontro di mercoledì “come l'inizio”, Banerjee ha affermato che “l'opposizione sta insieme in un momento in cui il nostro sistema democratico è in corso di demolizione e ogni istituzione è totalmente assente dal punto di vista politico.”

Fonti di TMC hanno affermato che Banerjee, nel suo discorso, ha anche condannato l'interrogatorio dell'ED a Rahul Gandhi, dicendo che “è stato molestato proprio come Abhishek Banerjee mentre i leader corrotti del BJP sono trattati come vacche sacre”.

Il Congresso, che era a disagio per l'apparente tentativo del TMC di guidare il blocco dell'opposizione sulla questione, ha inviato il leader dell'opposizione a Rajya Sabha Mallikarjun Kharge e i suoi parlamentari di Rajya Sabha Jairam Ramesh e Randeep Surjewala per l'incontro.

L'AAP, TRS, BJD e SAD, anch'essi invitati alla riunione di opposizione convocata da Banerjee, sono rimasti alla larga. (Credito: TMC)

Kharge ha detto che il Congresso non aveva un “candidato particolare” in mente, ma “seduti insieme” con altre parti per “arrivare a un candidato.” Ha affermato che il Congresso svolgerà un ruolo costruttivo nell'assicurare che i partiti arrivino a un candidato di consenso nei prossimi giorni. “Siamo proattivi e non reattivi,” disse.

Ha detto che il candidato dovrebbe essere “qualcuno impegnato a sostenere la Costituzione indiana, i suoi valori, principi e disposizioni nella lettera e nello spirito, qualcuno impegnato a garantire che tutte le istituzioni della nostra democrazia funzionino senza timore o favore, qualcuno impegnato a proteggere i diritti di tutti i nostri cittadini e preservare il tessuto secolare della nostra società diversificata, qualcuno impegnato a parlare apertamente contro le forze del pregiudizio, dell'odio, del bigottismo e della polarizzazione e qualcuno impegnato a essere una forza potente per promuovere la giustizia sociale e l'empowerment. 8221;

“Sono consapevole che molti dei partiti attorno a questo tavolo competono tra loro alle elezioni dell'assemblea. Ma ciò non ha impedito lo svolgimento di questo incontro. Ognuno di noi ha preso una visione nazionale più ampia ed è venuto qui per una causa più grande. Lascia che questo spirito continui. Dobbiamo rimanere uniti e disciplinati e non segnare punti politici l'uno contro l'altro. L'unità che dimostreremo ora avrà implicazioni che andranno ben oltre i sondaggi presidenziali,” ha detto Kharge.

In Premium Now | Coloro che hanno saltato i discorsi presidenziali di Oppn: le loro compulsioni e calcoli

I partiti di sinistra erano rappresentati da Binoy Viswam del CPI, Elamaram Kareem del CPI(M), NK Premachandran del RSP e Dipankar Bhattacharya del CPI(ML). Tra gli altri presenti all'incontro c'erano l'ex primo ministro e leader del JD(S) H D Deve Gowda e suo figlio H D Kumarasamy, il capo SP Akhilesh Yadav, il leader RLD Jayant Chaudhary, il capo del PDP Mehbooba Mufti, ET Mohd Basheer di IUML, Vijay Hansdak di JMM, T R Baalu ​​di DMK, Priyanka Chaturvedi e MLC Subhash Desai di DMK, e Manoj Jha, membro di Rajya Sabha di RJD.

I leader dell'opposizione terranno un altro incontro sulla questione la prossima settimana, possibilmente a Delhi o Mumbai. “È stata presa la decisione di contattare parti come BJD, YSR-CP, TRS e AAP per ampliare la base di supporto dell'opposizione prima della prossima riunione, possibilmente il 21 giugno. Pawar deciderà l'ora e il luogo, ” ha affermato una fonte presente all'incontro.

Altro da Political Pulse

Clicca qui per ulteriori informazioni

L'NDA ha già oltre il 48% dei voti nel collegio elettorale per la scelta del nuovo presidente.

Il meglio di Express Premium

Premium

La demolizione di Prayagraj è contraria all'ordine di Allahabad HC, afferma l'ex CJ

Premium

Dietro la protesta dello schema Agnipath: periodo di lavoro temporaneo, nessuna pensione o assistenza sanitaria…

Premium

Spiegazione: 2 anni dopo lo scontro di Galwan, dove stanno le relazioni India-Cina …

Premium

Aumento dei tassi della Fed: probabile impatto sull'India e cosa dovrebbero fare gli investitoriAltre storie premium >>

Con il rifiuto di Pawar di contestare, i nomi del presidente della Conferenza nazionale Farooq Abdullah e dell'ex governatore del Bengala occidentale Gopalkrishna Gandhi sono emersi come possibili alternative.

Abbonamento Express Scopri i vari piani di abbonamento Express , ora con Ad-lite Abbonati ora