Monitoriamo tali sviluppi: MEA sui rapporti della Cina che costruisce il 2° ponte nella regione di Pangong Tso

0
57

Portavoce del Ministero degli Affari Esteri Arindam Bagchi. (File)

Un giorno dopo la notizia che la Cina stava costruendo un secondo ponte attraverso Pangong Tso nel Ladakh orientale, in India, giovedì, l'area in cui viene intrapresa la costruzione segnalata è sotto l'occupazione di quel paese da decenni.

In una conferenza stampa, il portavoce del Ministero degli Affari Esteri, Arindam Bagchi, ha affermato che l'India monitora tali sviluppi.

“Abbiamo visto resoconti dei media e altri rapporti sul cosiddetto ponte… qualcuno ha detto secondo ponte o se è un ampliamento dell'attuale ponte,” ha detto.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Bagchi ha detto che l'India ha sempre ritenuto che l'area a cui si fa riferimento nei rapporti sia sotto l'occupazione della parte cinese per decenni.

Il meglio di Express Premium

Premium

Chiave UPSC CSE – 19 maggio 2022: cosa ti serve da leggere oggi

Premium

‘La maggioranza degli indiani non ha votato per il BJP… Per la prima volta…

Premium

Perché Satyajit Ray è ancora il salvatore dell'industria cinematografica bengalese

< img src="https://indianexpress.com/wp-content/plugins/lazy-load/images/1x1.trans.gif" />Premium

Sullo stupro coniugale, le nozioni regressive minano l'autonomia delle donneAltre storie premium >>

Stava rispondendo alle domande sul ponte che la Cina sta costruendo nella regione di Pangong Tso.

Bagchi ha anche affermato che l'India ha avuto vari cicli di conversazioni con la parte cinese a livello diplomatico e militare e continuerà a rimanere fidanzati.

“Lei è anche consapevole del fatto che il ministro degli Esteri Wang Yi era qui a marzo di quest'anno e il ministro degli Affari esteri gli ha trasmesso le nostre aspettative,” ha detto.

Il meglio delle spiegazioni

Clicca qui per di più

“E il ministro degli Affari esteri, parlando successivamente con i media, aveva affermato che gli attriti e le tensioni che derivano dagli schieramenti cinesi dall'aprile 2020 non possono essere conciliati con una normale relazione tra due vicini, ” ha detto Bagchi.

“Continueremo quindi a rimanere impegnati con la parte cinese, sia a livello diplomatico che militare, per garantire che le indicazioni fornite dai due ministri siano pienamente attuate,&#8221 ; ha aggiunto.

Mercoledì persone che hanno familiarità con la costruzione cinese hanno affermato che la Cina sta costruendo un secondo ponte in un'area da essa detenuta intorno al Pangong Tso, strategicamente chiave, nel Ladakh orientale.

Il ponte è in costruzione durante il persistente scontro tra gli eserciti indiano e cinese in diversi punti di attrito nel Ladakh orientale per oltre due anni.