Spiegazione: l'India ha superato il bilancio delle vittime dell'inquinamento atmosferico nel 2019, afferma il rapporto

0
55

Complessivamente, l'inquinamento è stato responsabile di circa 90 lakh di morti nel 2019 (equivalenti a un decesso su sei in tutto il mondo), un numero che è rimasto invariato dall'analisi del 2015.

L'inquinamento atmosferico era responsabile di 16,7 lakh di morti in India nel 2019, ovvero il 17,8% di tutti i decessi nel paese quell'anno. Questo è il maggior numero di decessi legati all'inquinamento atmosferico di qualsiasi paese, secondo un recente rapporto sull'inquinamento e la salute pubblicato su The Lancet Planetary Health.

A livello globale, il solo inquinamento atmosferico contribuisce a 66,7 lakh di morti, secondo il rapporto, che aggiorna un'analisi precedente del 2015. Complessivamente, l'inquinamento è stato responsabile di circa 90 lakh di morti nel 2019 (equivalenti a uno su sei decessi in tutto il mondo), un numero che è rimasta invariata rispetto all'analisi del 2015. L'inquinamento dell'aria ambiente è stato responsabile di 45 lakh di morte e di pericolosi inquinanti chimici di 17 lakh, con 9 lakh di morti attribuibili all'inquinamento da piombo.

Da non perdere | Quasi il 93% dell'India vive in aree in cui la qualità dell'aria è elevata. al di sotto degli standard dell'OMS, afferma lo studio

Inquinamento in India

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

La maggior parte dei 16,7 lakh di decessi legati all'inquinamento atmosferico in India – 9,8 lakh – sono stati causati dall'inquinamento da PM2,5 e altri 6,1 lakh dall'inquinamento atmosferico domestico. Sebbene il numero di decessi dovuti a fonti di inquinamento associate alla povertà estrema (come l'inquinamento dell'aria interna e dell'acqua) sia diminuito, queste riduzioni sono compensate dall'aumento dei decessi attribuibili all'inquinamento industriale (come l'inquinamento atmosferico e l'inquinamento chimico), il rapporto osserva .

Il meglio di Express Premium

Premium

L'inflazione aumenta, le aziende FMCG aumentano i tassi, riducono il volume e il peso degli imballaggi

PremioSpiegazione: connessione di Lucknow a Laxman e una grande moschea costruita nel…

Premium

‘Il piccione chiude gli occhi come un gatto anticipazioni’: 1991 Lok Sabha, quando Um…

Premium

Come le commedie iconiche di Girish Karnad hanno ridefinito il teatro indianoAltre storie premium >>

“L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha sostanzialmente inasprito le sue linee guida globali sulla qualità dell'aria basate sulla salute, abbassando il valore guida per il PM2,5 da 10 microgrammi per metro cubo a 5. Ciò significa che non c'è quasi nessun posto in India che segua il Norme dell'OMS”, ha detto a The Indian Express il dottor Sundeep Salvi, presidente per le malattie respiratorie croniche dello studio Global Burden of Diseases (GBD-19). Non è stato associato all'ultimo rapporto di The Lancet Planetary Health.

Secondo il rapporto, l'inquinamento atmosferico è più grave nella pianura indo-gangetica. Questa zona contiene Nuova Delhi e molte delle città più inquinate. La combustione della biomassa nelle famiglie è stata la principale causa di decessi per inquinamento atmosferico in India, seguita dalla combustione del carbone e dalla combustione dei raccolti.

Il numero di morti rimane elevato nonostante i notevoli sforzi dell'India contro l'inquinamento atmosferico domestico, anche attraverso il programma Pradhan Mantri Ujjwala Yojana. L'India ha sviluppato un programma nazionale per l'aria pulita e nel 2019 ha lanciato una Commissione per la gestione della qualità dell'aria nella regione della capitale nazionale. Tuttavia, l'India non dispone di un forte sistema amministrativo centralizzato per guidare i suoi sforzi di controllo dell'inquinamento atmosferico e, di conseguenza, i miglioramenti nella qualità generale dell'aria sono stati limitati e irregolari, afferma il rapporto.

Il professor Kalpana Balakrishnan, preside (ricerca), Sri Ramachandra Institute of Higher Education and Research (considerato università), Chennai e uno degli autori del rapporto, hanno sottolineato la necessità di un cambiamento radicale nell'approccio agli sforzi di gestione dell'inquinamento.

“In India, abbiamo bisogno di piattaforme di sorveglianza integrate per la sorveglianza della salute e dell'esposizione. La sorveglianza dell'esposizione della popolazione attraverso il monitoraggio biologico e ambientale può informare sull'attribuzione dei rischi all'interno dei programmi sanitari già in atto per ridurre il carico della salute materna e infantile, nonché delle malattie non trasmissibili. Gli impatti del piombo, come mostrato nel rapporto, che influiscono sul QI dei bambini, portano davvero a casa il punto di danno irreversibile a lungo termine per più generazioni. Senza una sorveglianza su larga scala è impossibile sapere cosa ha funzionato e cosa no”, ha detto a The Indian Express.

Il meglio della spiegazione

Clicca qui per ulteriori informazioni

Inquinamento da piombo

Anche il dottor Salvi ha citato le implicazioni del piombo inquinamento. “Si stima che circa 9 lakh di persone muoiano ogni anno nel mondo a causa dell'inquinamento da piombo e questo numero è probabilmente sottostimato. In precedenza la fonte dell'inquinamento da piombo proveniva dalla benzina con piombo che è stata sostituita con benzina senza piombo. Tuttavia, le altre fonti di esposizione al piombo includono il riciclaggio non corretto di batterie al piombo e rifiuti elettronici senza controlli dell'inquinamento, spezie contaminate con piombo, ceramiche smaltate con sali di piombo e piombo nelle vernici e altri prodotti di consumo”, ha affermato.

“Si stima che nel mondo più di 80 crore di bambini (l'India da sola contribuisce a 27,5 crore di bambini) abbiano concentrazioni di piombo nel sangue superiori a 5 µg/dL — che era, fino al 2021, la concentrazione per l'intervento stabilita dai centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Questa concentrazione è stata ora ridotta a 3,5 µg/dL”, ha affermato.