Spiegazione: i legami di Vadnagar con il buddismo e la spinta del governo per renderlo un sito del patrimonio

0
50

Il Primo Ministro Narendra Modi durante la cerimonia di fondazione dell'India International Center for Buddhist Culture and Heritage a Lumbini Monastic Zone, a Lumbini, Nepal, 16 maggio 2022. (PTI Photo)

Il Primo Ministro Narendra Modi ha dichiarato lunedì a Lumbini, in occasione del Buddha Purnima, che la sua città natale, Vadnagar, nel distretto Mehsana del Gujarat, era stata un grande centro per l'apprendimento del buddismo secoli fa.

&#8220 ;Ancora oggi, ci sono reliquie recuperate da lì e i lavori di scavo sono ancora in corso”, aveva detto il primo ministro Modi.

Sempre in Explained |In mezzo alla Cina, il primo ministro Modi spinge per rivendicare il posto dell'India nell'eredità buddista del Nepal < p>I legami di Vadnagar con il buddismo

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Il dipartimento di archeologia dello stato del Gujarat ha iniziato gli scavi a Vadnagar, una piccola città nel distretto di Mehsana nel nord del Gujarat, nel 2006, quando Modi era primo ministro.

Il meglio di Express Premium

Premium

L'inflazione aumenta, le aziende FMCG aumentano i tassi, riducono il volume e il peso degli imballaggi

Premium

Spiegazione: connessione di Lucknow a Laxman e una grande moschea costruita in…

Premium

‘Il piccione chiude gli occhi mentre il gatto avanza’: 1991 Lok Sabha, quando Um…

Premium

In che modo le iconiche opere teatrali di Girish Karnad hanno ridefinito il teatro indianoAltre storie premium >>

Nel 2014, i lavori di scavo sono stati affidati all'Archaeological Survey of India (ASI) e gli sforzi congiunti hanno portato alla luce reliquie buddiste e circa 20.000 manufatti, alcuni risalenti al 2° secolo.

Tra questi , hanno rivelato alti funzionari dell'ASI, sono una struttura ellittica e uno stupa circolare insieme a uno stupa commemorativo quadrato di 2'2 metri e 130 centimetri di altezza con un recinto murario. “È come una piattaforma con una camera al centro che ricorda un percorso pradakshina”, ha detto a The Indian Express un alto funzionario dell'ASI.

Inoltre, durante gli scavi sono state trovate ciotole che si dice siano usate dai monaci, che hanno un sigillo in terracotta con iscrizioni di namassarvagyaya e un ciondolo a forma di viso con il simbolo del tritatva.

Scavo a Vadnagar (Fonte: ASI)

Sono ancora in corso i lavori di scavo in due siti a Vadnagar: Ambha Ghat e l'Anaaj o deposito di grano lungo la ferrovia o vicino al lago Ambaji Kotha.

< p>A Taranga, a circa 30 km da Vadnagar, l'ASI ha rinvenuto circa 64 rifugi naturali rocciosi trasformati in abitazione per monaci, circa 40 stupa votivi, un grande stupa rinvenuto sulla sommità di una collina e altri sei stupa rinvenuti nei pressi di Taran- Santuario di Dharan Mata.

Scavo a Taranga (Fonte: ASI)

In un altro sito di scavi nel villaggio di Vihar a Mansa taluka, sono stati trovati resti di templi risalenti al 10°-11° secolo, ha rivelato l'alto funzionario dell'ASI a conoscenza di questi sviluppi.

Secondo il sito web del turismo del Gujarat, &# 8220;Vadnagar è menzionata spesso nei Purana e persino nel diario di viaggio del grande viaggiatore cinese Hiuen Tsang (VII secolo), come una città ricca e fiorente. Aggiunge come alcuni dei nomi attribuiti a Vadnagar nella storia siano Chamatkarpur, Anandpur, Snehpur e Vimalpur.

Leggi anche |Con il centro buddista, l'India cerca di rafforzare i legami culturali con il Nepal

Come il primo ministro Narendra Modi ha evidenziato il legame buddista di Vadnagar nel corso degli anni

Il primo ministro Modi ha menzionato per la prima volta il collegamento tra la sua città natale e il buddismo nel 2014 prima della visita del premier cinese Xi Jinping in Gujarat.

Un articolo pubblicato sul sito web del premier Modi in inglese e mandarino parlava a lungo dell'”eredità buddista in Gujarat”.

Nello stesso anno, durante il suo viaggio in Giappone, il Primo Ministro Modi ha visitato due antichi templi buddisti a Kyoto con il suo omologo giapponese Shinzo Abe.

L'articolo pubblicato sul sito del Primo Ministro Modi nel 2014 parlava del collegamenti che il Gujarat, in particolare la sua città natale Vadnagar, aveva con il famoso esploratore cinese e sacerdote buddista Hiuen Tsang, che si ritiene abbia visitato lo stato nel 641 d.C. C'erano anche frammenti di altri siti del patrimonio buddista in Gujarat, come Junagadh, Kutch e Bharuch.

“Il buddismo è un legame molto forte tra Cina e India. In effetti, anche il Gujarat ha un'eredità buddista molto ricca”, aveva twittato allora.

L'articolo conteneva una foto di Hiuen Tsang e una mappa del percorso che fece nel 641 d.C. mentre viaggiava in Gujarat da Ujjain nel Madhya Pradesh. “Durante la sua visita in Gujarat, Tsang ha notato la presenza di 200 monasteri che ospitano 10.000 monaci situati a Bharukaccha, Atali, Kheta, Valabhi, Anandapura e Saurashtra”, si legge nell'articolo sul sito web del Primo Ministro Modi.

La funzione conteneva anche una mappa del Gujarat, che elencava i vari siti buddisti nello stato, tra cui Siyot, Vadnagar, Taranga Hill, Bharuch, Khambhalida, Junagadh, Sana e Talaja.

Le sacre reliquie del Buddha erano persino trovato a Devni Mori nel distretto di Aravalli nel Gujarat.

Il meglio della spiegazione

Clicca qui per ulteriori informazioni

La spinta del governo a evidenziare Vadnagar come destinazione del patrimonio

La menzione del Primo Ministro su Vadnagar è arrivata due giorni prima della “Vadnagar International Conference” che si terrà al Mahatma Mandir a Gandhinagar il Il 18 maggio, Giornata Mondiale dei Musei, alla quale parteciperanno il Ministro di Stato per la Cultura e gli Affari Esteri Meenakshi Lekhi, insieme ai rappresentanti dell'UNESCO.

La spinta a Vadnagar come destinazione storica e culturale è iniziata durante il periodo di Modi come primo ministro, quando il governo del Gujarat ha lanciato il festival musicale annuale Tana-Riri a Vadnagar in nome di due sorelle, che erano cantanti di talento, e che , secondo la tradizione popolare gujarati, rinunciarono alla vita invece di accettare di cantare alla corte dell'imperatore Akbar. Il Kirti Toran di Vadnagar, che è un arco della dinastia Solanki, fu adottato come ‘simbolo’ del Gujarat.

Newsletter | Fai clic per ricevere le migliori spiegazioni della giornata nella tua casella di posta

Il Ministero della Cultura sta guidando un progetto insieme al governo del Gujarat per sviluppare Vadnagar come “Destinazione del patrimonio storico& #8221; e la conferenza internazionale discuterà la storia di Vadnagar, il patrimonio e il significato culturale, lo sviluppo dei siti archeologici di Vadnagar, la gestione dell'acqua, i metodi tradizionali di stoccaggio dell'acqua, il patrimonio buddista e lo sviluppo dei musei archeologici, tra le altre cose.

L'anno scorso, il ministero delle Ferrovie ha riqualificato la stazione ferroviaria di Vadnagar dove si dice che il PM Modi vendesse tè da ragazzo.