La Turchia si oppone poiché la Svezia e la Finlandia cercano l'adesione alla NATO

0
52

Il primo ministro svedese Magdalena Andersson, a destra, e il leader del partito moderato Ulf Kristersson tengono una conferenza stampa a Stoccolma, Svezia, lunedì 16 maggio 2022. ( Henrik Montgomery/TT News Agency via AP)

Il presidente della Turchia lunedì ha complicato la storica offerta di Svezia e Finlandia di entrare a far parte della NATO, dicendo che non può permettere loro di diventare membri dell'alleanza a causa della loro percepita inazione contro gli esiliati Militanti curdi.

Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha raddoppiato i commenti la scorsa settimana indicando che i due paesi nordici’ il percorso verso la NATO sarebbe tutt'altro che agevole. Tutti i 30 attuali paesi NATO devono accettare di aprire la porta a nuovi membri.

Editoriale |L'invasione russa dell'Ucraina sta guidando l'espansione della NATO. Le mosse di Svezia e Finlandia per abbandonare la neutralità sono prove

Erdogan ha parlato con i giornalisti poche ore dopo che la Svezia si è unita alla Finlandia annunciando che avrebbe cercato l'adesione alla NATOsulla scia dell'invasione russa dell'Ucraina, ponendo fine a più di 200 anni di non allineamento militare. Ha accusato i due paesi di rifiutarsi di estradare i “terroristi” ricercati dal suo paese.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

“Nessuno dei due paesi ha una posizione aperta e chiara contro le organizzazioni terroristiche”, ha detto Erdogan, in un apparente riferimento a gruppi militanti curdi come i lavoratori del Kurdistan banditi’ Party o PKK.

Il meglio di Express Premium

Premium

A G Perarivalan scrive: La mia speranza era quella di mia madre 8230; il piano salvavita…

Premium

Perché Deepika Padukone è stato vestito con la tappezzeria del divano a Cannes?

Premium

Chiave UPSC CSE – 18 maggio 2022: cosa devi leggere oggi

Premium

Spiegazione: il contenuto e la portata dell'articolo 142, invocato dalla Corte suprema…Altre storie premium >>

Funzionari svedesi hanno detto che avrebbero inviato una squadra di diplomatici ad Ankara per discutere la questione, ma Erdogan ha suggerito che stavano perdendo tempo.

“Vengono per cercare di convincerci? Mi dispiace non logorarvi,” ha detto Erdogan. “Durante questo processo, non possiamo dire 'sì' a coloro che impongono sanzioni alla Turchia, all'adesione alla NATO, che è un'organizzazione di sicurezza.”

La Svezia ha accolto centinaia di migliaia di rifugiati dal Medio Oriente negli ultimi decenni, compresi i curdi di etnia siriana, irachena e turca.

Le obiezioni della Turchia hanno colto di sorpresa molti funzionari occidentali e alcuni hanno avuto l'impressione Ankara non avrebbe lasciato che la questione rovinasse l'espansione della NATO. Il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg durante il fine settimana ha dichiarato: “La Turchia ha chiarito che la sua intenzione non è quella di bloccare l'adesione.”

A Washington, l'ambasciatrice svedese Karin Olofsdotter è stata tra coloro che si sono detti colti alla sprovvista dalle obiezioni della Turchia. “Abbiamo un'agenda antiterrorismo molto forte e molte, quasi, accuse che stanno venendo fuori … semplicemente non sono vere”, ha affermato.

Lunedì la Svezia ha deciso di chiedere l'adesione alla NATO il giorno dopo che il partito socialdemocratico al governo del paese ha approvato un piano per l'adesione del paese all'alleanza transatlantica e il governo finlandese ha annunciato che cercherebbe di entrare a far parte della NATO.

Il primo ministro svedese Magdalena Andersson ha avvertito che il paese nordico si sarebbe trovato in una “posizione vulnerabile” durante il periodo di presentazione della domanda e ha esortato i suoi concittadini a prepararsi alla risposta russa.

“La Russia ha detto che lo farà prendere contromisure se aderiamo alla NATO”, ha affermato. “Non possiamo escludere che la Svezia sarà esposta, ad esempio, alla disinformazione e ai tentativi di intimidirci e dividerci.”

Mosca ha ripetutamente avvertito la Finlandia, che condivide un confine di 1.340 chilometri (830 miglia) con la Russia, e la Svezia delle ripercussioni se dovessero perseguire l'adesione alla NATO. Ma lunedì il presidente russo Vladimir Putin sembrava sminuire il significato della loro mossa.

Parlando a un'alleanza militare guidata dalla Russia di sei stati ex sovietici, Putin ha detto che Mosca “non ha problemi” con la Svezia o la Finlandia che chiede l'adesione alla NATO, ma che “l'espansione delle infrastrutture militari su questo territorio, ovviamente, darà luogo alla nostra reazione in risposta.”

Andersson, che guida i socialdemocratici di centrosinistra, ha detto che la Svezia consegnerà la sua domanda alla NATO insieme alla Finlandia. Affiancata dal leader dell'opposizione Ulf Kristersson, la Andersson ha affermato che anche il suo governo stava preparando un disegno di legge che avrebbe consentito alla Svezia di ricevere assistenza militare da altre nazioni in caso di attacco.

“La leadership russa pensava di poter fare il prepotente all'Ucraina e negare a loro e ad altri paesi l'autodeterminazione,” ha detto Kristersson. “Pensavano di poter spaventare la Svezia e la Finlandia e creare un cuneo tra noi, i nostri vicini e alleati. Si sbagliavano.”

Spiegazione |Dalla neutralità alla NATO: perché la Finlandia aderisce all'alleanza è importante

Un tempo potenza militare regionale, la Svezia ha evitato alleanze militari dalla fine delle guerre napoleoniche. Come la Finlandia, è rimasta neutrale durante la Guerra Fredda, ma ha stretto relazioni più strette con la NATO dopo il crollo sovietico del 1991. Non si considerano più neutrali dopo essere entrati nell'Unione Europea nel 1995, ma sono rimasti militarmente non allineati fino ad ora.

Dopo essere stata per decenni fermamente contraria all'adesione alla NATO, l'opinione pubblica in entrambi i paesi è cambiata dopo l'invasione russa dell'Ucraina il 24 febbraio, con livelli record di sostegno per l'adesione all'alleanza. I governi svedese e finlandese hanno avviato rapidamente discussioni tra i partiti politici sull'adesione alla NATO e hanno contattato Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e altri paesi della NATO per il loro sostegno.

Domenica, il partito di Andersson ha ribaltato la posizione di vecchia data secondo cui la Svezia deve rimanere non allineata, dando un sostegno schiacciante all'adesione alla NATO in Parlamento. Solo i piccoli partiti di sinistra e verdi si sono opposti quando lunedì la questione è stata discussa dai legislatori.

Il leader del partito di sinistra Nooshi Dadgostar, le cui richieste di referendum sulla questione sono state respinte dal governo, ha affermato che l'adesione alla NATO solleverà tensioni nella regione del Mar Baltico.

“Non aiuta l'Ucraina”, ha detto.

Andersson ha detto che la Svezia chiarirà che non vuole armi nucleari o armi permanenti La NATO ha basi sul suo suolo: condizioni simili a quelle su cui insistevano le vicine Norvegia e Danimarca quando l'alleanza fu formata dopo la seconda guerra mondiale.

Durante una visita a Helsinki lunedì, il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell ha affermato che c'è “molto significativo” sostegno al Congresso per aver accolto la Finlandia e la Svezia nell'alleanza e che si aspetta la ratifica prima della pausa di agosto.

In una dichiarazione congiunta, i membri nordici della NATO Norvegia, Danimarca e Islanda hanno affermato di essere pronti ad assistere la Finlandia e la Svezia “con tutti i mezzi necessari” durante la domanda processo.