Il centro allenta le norme di approvvigionamento per i chicchi di grano avvizziti e rotti

0
52

Un mercato del grano a Patiala, domenica. (Foto espressa di Harmeet Sodhi)

Domenica il Centro ha annunciato un importante rilassamento nelle norme di qualità equo e media (FAQ) del grano, aumentando il limite massimo consentito di “chicchi avvizziti e rotti” al 18% dall'attuale 6%.

La mossa ha lo scopo di fornire sollievo agli agricoltori del Punjab e dell'Haryana durante la stagione di commercializzazione del rabbino in corso.

Una dichiarazione rilasciata dal Ministero dei consumatori, dell'alimentazione e della distribuzione pubblica dell'Unione afferma: “Il Centro ha deciso di consentire alla FCI di acquistare grano in Punjab e Haryana, incluso l'UT di Chandigarh, per la piscina centrale allentando le domande frequenti sui chicchi avvizziti e rotti fino al 18 per cento senza alcuna riduzione di valore. Questa decisione ridurrà le difficoltà degli agricoltori ed eviterà la vendita dolosa del grano.”

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

La mossa arriva dopo che i due stati hanno scritto al Centro, in cerca di relax nelle Specifiche uniformi del grano per RMS 2022-23. Avevano esortato il Centro ad aumentare il limite massimo consentito di chicchi avvizziti e rotti al 20%.

Il meglio di Express Premium

Premium

Spiegazione: le azioni di LIC sono scambiate a sconto, ma qui’…

Premium

Chiave UPSC CSE – 17 maggio 2022: cosa devi leggere oggi

Premium

Spiegazione: cosa sono le isole di calore urbane e perché peggiorano durante…

Premium

Skyfall in Gujarat, l'esperto afferma che probabili detriti di un razzo cineseAltre storie premium >>

Secondo il Ministero dell'Alimentazione, le squadre centrali sono state incaricate in Punjab e Haryana in aprile-maggio per raccogliere campioni di dimensioni molto grandi da mandis, che sono stati successivamente analizzati nei laboratori FCI. “I risultati hanno indicato la presenza di chicchi avvizziti e rotti in percentuali variabili e oltre le norme delle FAQ”, afferma la dichiarazione.

“L'emergere di chicchi raggrinziti è un fenomeno naturale che si manifesta a seguito dell'ondata di caldo estremo che ha avvolto la parte settentrionale del Paese a marzo. Queste condizioni meteorologiche avverse sono al di fuori del controllo degli agricoltori e, quindi, non dovrebbero essere penalizzati per tali eventi naturali”, ha affermato.

Spiegazione

Perché le norme di qualità hanno rilassato

La mossa per allentare le norme delle FAQ è significativa in vista del previsto calo degli approvvigionamenti di grano durante l'anno in corso. Secondo il ministero dell'Alimentazione, si prevede che durante l'attuale stagione del rabbino saranno acquistate 195 lakh tonnellate (LMT) di grano, che è meno della metà rispetto alle 433 LMT acquistate l'anno scorso. Secondo il ministero, fino al 14 maggio sono stati acquistati 180 LMT di grano, molto meno dei 367 LMT acquistati nel corrispondente periodo del 2021-22.

“Di conseguenza, il cambiamento nella consistenza del grano merita di essere considerato con simpatia dal governo per alleviare le difficoltà degli agricoltori. Pertanto, un adeguato allentamento delle norme delle FAQ proteggerebbe gli interessi degli agricoltori e promuoverebbe un approvvigionamento e una distribuzione efficienti di cereali alimentari”, ha affermato.

L'inizio dell'estate (entro la fine di marzo 2022) ha provocato “grani avvizziti e il conseguente calo della resa per acro in Punjab e Haryana”, aggiunge la dichiarazione.

Punjab e Haryana sono i principali contributori alla sicurezza alimentare nazionale. Una quantità di 132,22 lakh tonnellate metriche (LMT) dal Punjab e 83,93 LMT da Haryana è stata acquistata nell'ultima stagione di commercializzazione del rabi. Tuttavia, quest'anno, fino al 10 maggio sono stati acquistati solo 94,69 LMT dal Punjab e 40,72 LMT dall'Haryana. In Punjab e Haryana, FCI e agenzie statali si procurano il grano direttamente dagli agricoltori tramite arhtiyas.

Nel frattempo, il Centro ha prorogato l'ultima data di approvvigionamento del grano fino al 31 maggio. “Il Centro ha chiesto agli Stati produttori di grano e alle UT con date di chiusura degli appalti in scadenza anticipata di continuare gli appalti fino al 31 maggio,” il ministero ha affermato in una dichiarazione separata.

Il ministero ha anche ordinato alla FCI di continuare con l'approvvigionamento di grano nell'ambito del pool centrale, si afferma nella dichiarazione.

“Si prevede che il periodo esteso ne trarrà vantaggio agricoltori”, si legge nella dichiarazione.

Il ministero ha affermato: “L'approvvigionamento di grano nell'ambito della piscina centrale è stato inferiore in questa stagione rispetto all'anno scorso poiché il prezzo di mercato è superiore all'MSP, in cui gli agricoltori hanno venduto i loro prodotti a commercianti privati.”