Qual è la differenza tra IA forte e IA debole?

0
57
thvideostudio/Shutterstock.com

L'intelligenza artificiale (AI) è un termine molto comune oggi, ma ciò che è l'IA odierna e ciò che la maggior parte delle persone pensa che sia, può essere molto diverso. L'IA che conosci è “debole” AI, ma l'IA che molti temono è “forte.”

Che cos'è effettivamente l'intelligenza artificiale?

È facile usare un termine come “AI”, ma questo non rende chiaro di cosa stiamo parlando. In generale, “intelligenza artificiale” si riferisce a un intero campo dell'informatica. L'obiettivo dell'IA è fare in modo che i computer replichino ciò che l'intelligenza naturale può realizzare. Ciò include l'intelligenza umana, l'intelligenza di altri animali e l'intelligenza della vita non animale come piante, organismi unicellulari e qualsiasi altra cosa che abbia una qualche forma di intelligenza.

C'è un domanda più approfondita in questo argomento, ed ecco cosa “intelligenza” è al primo posto. La verità è che nemmeno la scienza dell'intelligenza può essere d'accordo su una definizione universale di ciò che è o non è intelligenza.

In generale, è la capacità di imparare dall'esperienza, prendere decisioni e raggiungere obiettivi. L'intelligenza consente l'adattamento a nuove situazioni, quindi è distinta dalla pre-programmazione o dall'istinto. Più complessi sono i problemi che possono essere risolti, più intelligenza hai.

RELAZIONATOIl problema con l'intelligenza artificiale: le macchine imparano cose, ma non riescono a capirle

Abbiamo ancora molto da imparare sull'intelligenza negli esseri umani, nonostante abbiamo molti modi diversi di misurare l'intelligenza. Non siamo nemmeno sicuri di come funzioni l'intelligenza umana sotto il cofano. Alcune teorie, come la teoria delle intelligenze multiple di Gardner, sono state completamente sfatate, mentre ci sono molte prove a sostegno di un fattore generale di intelligenza negli esseri umani (denominato “fattore G“).< /p>

In altre parole, i dettagli dell'intelligenza, sia naturale che artificiale, sono ancora in evoluzione. Anche se potremmo avere la sensazione di conoscere intuitivamente l'intelligenza quando la vediamo, si scopre che disegnare un cerchio intorno all'idea di intelligenza è complicato!

Il L'era dell'IA debole è arrivata

L'IA che abbiamo oggi viene comunemente definita “debole” o “narrativa” AI. Ciò significa che un sistema di intelligenza artificiale specifico è molto bravo a svolgere solo una o una serie ristretta di attività correlate. Il primo computer a battere un essere umano a scacchi, Deep Blue, era totalmente inutile in qualsiasi altra cosa. Passa rapidamente al primo computer che ha battuto un essere umano su Go, AlphaGo e i suoi ordini di grandezza sono più intelligenti, ma sono comunque bravi solo in una cosa.

Tutta l'IA che incontri, usi o vedi oggi è debole. A volte diversi sistemi di IA ristretta vengono combinati per formare un sistema più complesso, ma il risultato è comunque un'IA ristretta effettivamente. Sebbene questi sistemi, in particolare quelli incentrati sull'apprendimento automatico, possano produrre risultati imprevedibili, non sono affatto come l'intelligenza umana.

Intelligenza artificiale forte Non esiste

Sarunyu L/Shutterstock.com< /figura>

Un'intelligenza artificiale equivalente o superiore all'intelligenza umana non esiste al di fuori della finzione. Se pensi alle IA dei film come HAL 9000, T-800, Data from Star Trek o Robbie the Robot, sono intelligenze apparentemente coscienti. Possono imparare a fare qualsiasi cosa, funzionare in qualsiasi situazione e generalmente fare qualsiasi cosa un essere umano può, spesso meglio. Questo è “forte” AI o AGI (Artificial General Intelligence), essenzialmente un'entità artificiale che è almeno uguale e molto probabilmente ci supererebbe.

Per quanto ne sappia qualcuno, non esiste un esempio nel mondo reale di questo “forte” IA esistente. A meno che non sia da qualche parte in un laboratorio segreto da qualche parte, cioè. Il fatto è che non sapremmo nemmeno da dove iniziare a fare un AGI. Non abbiamo idea di cosa dia origine alla coscienza umana, che sarebbe una caratteristica emergente fondamentale di un'IA. Qualcosa chiamato il difficile problema della coscienza.

È possibile un'IA forte?

Nessuno sa come creare un AGI, e nessuno sa se è possibile crearne uno. Questo è il lungo e il corto. Tuttavia, siamo la prova che esiste una forte intelligenza generale. Partendo dal presupposto che la coscienza e l'intelligenza umana siano il risultato di processi materiali secondo le leggi della fisica, in linea di principio non c'è motivo per cui non sia possibile creare un AGI.

La vera domanda è se siamo abbastanza intelligenti da capire come si può fare. Gli esseri umani potrebbero non progredire mai abbastanza per dare vita agli AGI e non c'è modo di dare una cronologia a questa tecnologia nel modo in cui possiamo dire che i display 16K saranno disponibili tra pochi anni.

Pubblicità
< p>Inoltre, le nostre ristrette tecnologie di intelligenza artificiale e altri rami della scienza come l'ingegneria genetica, l'informatica esotica con la meccanica quantistica o il DNA e la scienza dei materiali avanzata potrebbero aiutarci a colmare il divario. È tutta pura speculazione fino a quando non accade improvvisamente per caso o non abbiamo una sorta di tabella di marcia.

Poi c'è la domanda se dovremmo sforzarci di creare AGI. Alcune persone molto intelligenti, come il defunto professor Stephen Hawking ed Elon Musk, sono dell'opinione che gli AGI porteranno a fini apocalittici.

Considerando quanto inverosimili sembrino gli AGI, queste preoccupazioni potrebbero essere un po' esagerate, ma forse sii gentile con il tuo Roomba, tanto per sicurezza.

LEGGI SUCCESSIVO

  • › Recensione del mouse wireless leggero MSI Clutch GM41: versatile e leggero
  • › 5 fastidiose funzioni che puoi disattivare sui telefoni Samsung
  • › Perché i dati mobili illimitati non sono effettivamente illimitati
  • › Che cosa significa “TFTI” Significa, e come lo usi?
  • › Usi il Wi-Fi per tutto? Ecco perché non dovresti
  • › Pixel 6a e Pixel 7 di Google sembrano i suoi migliori telefoni di sempre