Lo Sri Lanka riceverà 65.000 tonnellate di urea dall'India

0
56

Un uomo dello Sri Lanka tiene una bandiera nazionale mentre gli agenti di polizia conducono indagini sulle conseguenze degli scontri tra sostenitori del governo e manifestanti contro il governo a Colombo, Sri Lanka, 10 maggio 2022. (AP/PTI)

L'India ha assicurato allo Sri Lanka di fornire immediatamente 65.000 tonnellate di urea per evitare qualsiasi interruzione nella coltivazione del riso in questo paese, poiché deve affrontare la peggiore crisi economica nella sua storia post-indipendenza.

Alto Commissario dello Sri Lanka a Nuova Delhi Milinda Moragoda ha incontrato giovedì il Segretario del Dipartimento dei fertilizzanti Rajesh Kumar Chaturvedi a Nuova Delhi per discutere della fornitura di urea necessaria per l'attuale stagione di coltivazione di Yala in Sri Lanka, secondo quanto riportato dai media qui sabato.

Moragoda ha ringraziato Chaturvedi per la decisione dell'India di fornire 65.000 tonnellate di urea necessarie per l'attuale stagione di coltivazione di Yala in Sri Lanka, ha affermato in un messaggio l'Alto Commissariato dello Sri Lanka a Nuova Delhi.

https://images .indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Il governo indiano ha deciso di fornire immediatamente questo quantitativo di urea allo Sri Lanka su richiesta del governo dello Sri Lanka, nonostante il divieto di esportazione di urea dall'India , ha affermato l'Alta Commissione dello Sri Lanka in una dichiarazione.

Il meglio di Express Premium

Premium

La vittoria della Thomas Cup dell'India è inaspettata, ma commovente

Premium

Risoluzione del 1946 dell'SGPC sullo “Stato sikh”: cosa si è perso Simranjit Singh MannPremium

A Khargone, la storia di due case PAY: una demolita, l'altra vandalizzata b…

Premio

Chintan Shivir termina oggi: dibattito sull'Hindutva a Cong, discorsi duri per le anatre del partito…Altre storie premium >> Sri Lanka in diretta |Il coprifuoco è allentato quando il nuovo Primo Ministro cerca di formare il gabinetto

L'Alto Commissario Moragoda ha ringraziato il Segretario Chaturvedi per il suo coinvolgimento personale nell'organizzare le approvazioni e la logistica necessarie per fornire 65.000 tonnellate di urea allo Sri Lanka in consultazione con l'Alto Commissario dell'India a Colombo Gopal Baglay.

In risposta, Chaturvedi ha affermato che il suo dipartimento è sempre pronto a sostenere lo Sri Lanka in linea con il “quartiere prima” dell'India politica e che il Dipartimento sta prendendo accordi per spedire la quantità necessaria di urea dal porto più vicino allo Sri Lanka attraverso una compagnia di Stato che rientra nella sua competenza.

L'Alto Commissario e il Segretario hanno anche discusso modi e mezzi per garantire la fornitura continua di fertilizzanti chimici dall'India allo Sri Lanka nell'ambito della linea di credito esistente e oltre.

Da gennaio di quest'anno, l'India ha impegnato più di 3 miliardi di dollari in prestiti, linee di credito e credit swap in Sri Lanka.
Yala è la stagione della coltivazione del riso in Sri Lanka che dura da maggio ad agosto.

Lo Sri Lanka punta a rafforzare il suo settore agricolo per evitare qualsiasi interruzione nel mercato agricolo a seguito del calo della coltivazione del riso nella sessione di Maha.

Il governo dello Sri Lanka ha vietato i fertilizzanti chimici lo scorso anno come parte di una transizione graduale verso l'agricoltura biologica. La scarsità di forniture adeguate di fertilizzanti organici ha influito sulla produzione agricola, in particolare riso e tè, e il governo ha recentemente posto fine al divieto di diverse colture chiave.

Le importazioni annuali di fertilizzanti dallo Sri Lanka costano 400 milioni di dollari. Gli agricoltori in tutto lo Sri Lanka hanno intensificato le loro proteste a causa della mancanza di fertilizzanti e di essere costretti ad abbandonare i loro terreni agricoli.

Il divieto di fertilizzanti chimici, combinato con il maltempo, ha portato a un calo dei raccolti e ha contribuito a far raggiungere l'inflazione al massimo in 47 mesi dell'8,3% a ottobre con l'inflazione alimentare all'11,7%, ha affermato Daily Mirror, un portale di notizie online.

Lo Sri Lanka ha più di 2 milioni di agricoltori e fino al 70% dei suoi 22 milioni di persone dipendono direttamente o indirettamente dall'agricoltura.

La crisi economica dello Sri Lanka è causata da in parte per la mancanza di valuta estera, che ha significato che il paese non può permettersi di pagare le importazioni di alimenti di base e carburante, portando a gravi carenze e prezzi molto alti.

La crisi ha provocato diffuse proteste che chiedono riforme politiche e le dimissioni del presidente Gotabaya Rajapaksa.

Il 1° aprile, il presidente Gotabaya Rajapaksa ha imposto lo stato di emergenza, revocandolo cinque giorni dopo. Il governo ha ripristinato lo stato di emergenza il 6 maggio dopo che la polizia ha sparato gas lacrimogeni e arrestato gli studenti che protestavano vicino al parlamento, che è stato aggiornato al 17 maggio.
Sebbene le proteste siano state estremamente pacifiche, il 19 aprile la polizia ha sparato a morte a un manifestante e in diverse occasioni ha usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua contro i manifestanti. Le autorità hanno effettuato numerosi arresti e imposto ripetutamente il coprifuoco.
La crisi politica è scoppiata alla fine di marzo quando le persone ferite per lunghe ore di blackout e carenze essenziali sono scese in piazza chiedendo le dimissioni del governo.

Il presidente Rajapaksa ha licenziato il suo gabinetto e ha nominato un gabinetto più giovane in risposta alla richiesta di dimissioni. Una continua protesta di fronte al suo segretariato va avanti ormai da oltre un mese.

Lunedì, suo fratello Mahinda Rajapaksa si è dimesso da primo ministro per far posto al presidente di nominare un governo ad interim di tutti i partiti politici. Giovedì Ranil Wickremesinghe è stato nominato nuovo primo ministro del Paese.

L'India ha dichiarato di non vedere l'ora di lavorare con il nuovo governo dello Sri Lanka formato secondo i processi democratici e New Delhi’ l impegno per il popolo della nazione insulare continuerà.