Spiegazione: per la quinta volta il primo ministro dello Sri Lanka Ranil Wickremesinghe, una sfida politica ed economica come nessun'altra

0
40

Ranil Wickremesinghe in un tempio buddista a Colombo dopo aver prestato giuramento come primo ministro giovedì. Reuters

Un mese fa, in un'intervista a The Indian Express, Ranil Wickremesinghe ha detto che sarebbe “rimasto fuori” se gli fosse stato chiesto di diventare di nuovo Primo Ministro dello Sri Lanka, poiché non aveva i numeri per formare un governo. Wickremesinghe è l'unico membro del suo Partito Nazionale Unito (UNP) in parlamento.

“Non mi è stato chiesto (di diventare Primo Ministro) e anche se lo fossi, starei fuori. Perché cosa posso fare? Sono una parte di uno, come puoi gestire un'amministrazione con uno? Parlamento significa che devi avere supporto. E i numeri. Solo il partito con il numero maggiore forma [il governo]. Non ce l'ho”, ha detto.

Il presidente Gotabaya Rajapaksa (a destra) saluta Ranil Wickremesinghe durante la cerimonia di giuramento di quest'ultimo come nuovo primo ministro, giovedì a Colombo. (Foto AP)

Giovedì Wickremesinghe ha prestato giuramento come Primo Ministro, dimostrando che se una settimana è lunga in politica, un mese è un'era.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Subito dopo, rispondendo a una domanda di un giornalista britannico su come avrebbe potuto rivendicare un mandato per dirigere il paese con il suo seggio parlamentare unico, ha risposto: “Nel 1939 (Winston) Churchill aveva solo quattro membri che lo sostenevano. Come è diventato il Primo Ministro allora? Ho fatto lo stesso. Conosci la tua storia.”

Il meglio di Express Premium

Premium

Ho provato HealthifyMe Pro e non sono sicuro che tutti abbiano bisogno di gl…

< img src="https://indianexpress.com/wp-content/plugins/lazy-load/images/1x1.trans.gif" />Premium

Spiegazione: la teoria persistente che il Taj Mahal fosse un tempio indù chiamato…

Premium

Spiegazione: perché il crash di Luna ha sollevato domande sulla stabilità delle criptovalute …

Premium

Aviation Secy, la moglie ottiene biglietti Air India a tariffa ridotta per USA, passa a Busi…Altre storie premium >>

Questa è la quinta volta che Wickremesinghe è in ufficio. Ciascuno dei suoi precedenti mandati è stato troncato e in due di quelle occasioni è stato licenziato dal Presidente: da Chandrika Kumaratunga nel 2004 e da Maithripala Sirisena nel 2018. In qualità di Primo Ministro di un governo ad interim, è probabile che anche il suo quinto mandato sia breve.

Nel 2002, Wickremesinghe ha negoziato un accordo di cessate il fuoco con le Tigri di Liberazione del Tamil Eelam. La guerra è stata la sfida più grande per l'esistenza dello Sri Lanka come nazione allora. Non è sopravvissuto in carica abbastanza a lungo per vedere crollare il cessate il fuoco. Ma l'attuale crisi economico-politica potrebbe rivelarsi la sua più grande sfida.

Best of Explained

Clicca qui per ulteriori informazioni

La sua nomina è stata accolta con sollievo da coloro che lo vedono come un paio di mani sicure per fornire stabilità politica, aprendo la strada a una soluzione alla crisi economica. In qualità di PM dal 2015 al 2018, ha negoziato un salvataggio di 1,5 miliardi di dollari dal FMI per evitare una crisi della bilancia dei pagamenti. Wickremesinghe, nipote del defunto presidente JR Jayewardene, che ha trasformato lo Sri Lanka in un'economia di libero mercato, condivide le opinioni economiche di suo zio, ispirando fiducia tra i partner internazionali e le vecchie élite economiche e politiche di Colombo.

Tra i primi a congratularsi con lui c'era l'ambasciatore statunitense in Sri Lanka Julie Chang. “Non vedo l'ora di lavorare con Ranil Wickremesinghe. La sua nomina a Primo Ministro e la rapida formazione di un governo inclusivo sono i primi passi per affrontare la crisi e promuovere la stabilità. Incoraggiamo progressi significativi presso l'FMI e soluzioni a lungo termine che soddisfino i bisogni di tutti gli abitanti dello Sri Lanka”, ha twittato.

Ma anche mentre si mette al lavoro sull'economia, Wickremesinghe dovrà affrontare la crisi politica è incentrata sulla rabbia popolare contro la famiglia Rajapaksa e sulla richiesta che il presidente Gotabaya Rajapaksa si dimetta, altrimenti rischia di essere visto come un collaboratore di un regime che ha esaurito il capitale politico. “GoGotaGo” potrebbe facilmente diventare “GoRanilGo”.

Un commerciante dello Sri Lanka tiene un cartello che chiede le dimissioni del presidente Gotabaya Rajapaksa durante uno sciopero nazionale a Colombo, Sri Lanka, giovedì 28 aprile 2022. (AP Foto/File)

Giovedì c'era incredulità tra i manifestanti di GoGotaGo sul fatto che un leader il cui partito non fosse riuscito a vincere un solo seggio alle elezioni del 2020 e che fosse arrivato in parlamento come membro nominato (ogni partito può nominare i membri sulla base del proprio voto condividi — l'UNP ha dovuto nominare un membro con il suo 2,15%), era stato nominato Primo Ministro.

L'UNP è stato spazzato via a causa del crollo del mandato di Wickremesinghe nel 2015-18 insieme al presidente Sirisena, la situazione di stallo tra di loro ha contribuito alla mancata prevenzione degli attentati terroristici di Pasqua del 2019. Wickremesinghe è anche accusato di non aver punito un membro chiave del suo governo in un caso di frode finanziaria nota come truffa sulle obbligazioni della Banca Centrale.

Il fatto è che il sostegno di Wickremesinghe in parlamento proverrà dallo screditato Sri Lanka Podujana Peramuna, il veicolo politico di Rajapaksa. I membri dell'SLPP che devono fedeltà a Mahinda Rajapaksa, formano il suo gabinetto di gabinetto. Come a sottolinearlo, a pochi minuti dalla nomina di Wickremesinghe, Rajapaksa, dimessosi da Primo Ministro lunedì — e si sta nascondendo dai manifestanti arrabbiati alla base navale di Trincomalee, e un tribunale gli ha impedito di lasciare il paese — inviato le sue congratulazioni. “Congratulazioni al nuovo Primo Ministro dello Sri Lanka. Ti auguro tutto il meglio mentre affronti questi tempi difficili.”

Newsletter | Fai clic per ricevere le migliori spiegazioni della giornata nella tua casella di posta

Mentre lasciava il tempio di Gangaramaya a Colombo, dove si era recato per pregare subito dopo aver prestato giuramento, Wickremesinghe era pieno di domande sul motivo per cui sosteneva il presidente Gotabaya Rajapaksa.

“Avete votato tutti per lui e ora vuoi che vada a casa. Anche a me non importa se torna a casa, ma il mio lavoro è fare in modo che tutti nel paese abbiano da mangiare a sufficienza, che nel paese non manchi carburante o energia. Cosa vuoi?” Wickremesinghe ha rimandato la domanda alla mischia dei media.

Ma la questione tornerà martedì, quando una mozione di sfiducia dell'opposizione contro il Presidente verrà ripresa in Parlamento. Sebbene nella Costituzione non vi sia alcuna disposizione per una tale mozione – il presidente può essere rimosso solo mediante impeachment – il presidente ha consentito che fosse presentata come una “mozione di dispiacere”.

Deve leggere |Dove è lo Sri Lanka guidato dall'inflazione la crisi potrebbe arrivare avanti

Il Samagi Jana Balewegaya, un partito composto principalmente da ex membri dell'UNP che si ribellarono a Wickremesinghe sotto la guida di Sajith Premadasa, guida la mozione di sfiducia. Con 52 membri, Premadasa è il leader dell'opposizione alla Camera.

Premadasa si era rifiutato di assumere la carica di Primo Ministro di un governo ad interim fino a quando il presidente Rajapaksa non si fosse impegnato a dimettersi. Premadasa vuole l'abolizione della presidenza. L'accordo di Rajapaksa con Wickremesinghe potrebbe aver fatto fallire i suoi piani.

Il presidente Rajapaksa ha accennato in un discorso alla nazione che è pronto a revocare alcuni dei suoi poteri presidenziali per dare mano libera all'amministrazione provvisoria. Tuttavia, le richieste per le sue dimissioni continuano senza sosta per le strade di Colombo.