Maharashtra: un “record d'oro” di cittadini per trasferire i benefici del welfare e pianificare di più

0
82

I cittadini mostrano le loro carte di identità mentre aspettano di esprimere il loro voto. (Foto PTI)

Il governo del Maharashtra ha in programma di preparare un Unified Citizen Data Hub (UCDH) che conterrà un'ampia gamma di informazioni su un individuo al fine di semplificare il trasferimento delle prestazioni sociali e pianificare più schemi.

I cittadini riceveranno un ID univoco — “un record d'oro” — all'interno del portale MH-UCDH che aiuterà il governo a prendere decisioni basate sui dati per prendere di mira le persone attraverso schemi e monitorare quelli esistenti.

< p>Il governo creerà questa piattaforma dopo aver unito 56 database attraverso 377 agenzie ed enti – tra cui parrocchie di zila, polizia, società municipali, collezionisti e dipartimenti di salute, istruzione e finanza – al fine di creare un profilo a 360 gradi di ogni particolare cittadino, ha affermato un funzionario a conoscenza del progetto.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Il governo ritiene che l'hub lo aiuterà a ridurre le irregolarità nei regimi di assistenza sociale.

Il meglio di Express Premium

Premium

Spiegazione: cos'è la granata a propulsione a razzo, usata per attaccare Punjab…

Premium

L'università centrale impone una multa a KPMG, il partner ora agisce da V-C

Premium

UP govt progetta un nuovo look Ayodhya: strade larghe, telecamere a circuito chiuso, aeroporto internazionale

Premium

Spiegazione: cosa potrebbero significare le nuove scoperte sul sito di HarappanAltre storie premium >>

Attualmente, lo stato utilizza il portale Maharashtra Direct Benefit Transfer (MahaDBT) per trasferire benefici e sussidi: borse di studio, esoneri dai prestiti, sostegno agricolo, ecc.
Ma ci sono sfide con questo. Più dipartimenti gestiscono i sistemi legacy e i dettagli dei beneficiari sono sparsi. Non esiste un'unica piattaforma in cui i dati siano prontamente disponibili per la pianificazione del programma e l'identificazione dei beneficiari.

Durante il blocco del Covid, ad esempio, il governo inizialmente non è stato in grado di fornire aiuti a sezioni come automobilisti e tassisti, lavoratori edili e altri lavoratori in quanto non disponeva delle coordinate bancarie di tutti i beneficiari o non aveva modo di verificarne l'identità.

Il funzionario di cui sopra ha affermato: “Anche i dettagli della maggior parte dei beneficiari sono incompleti, imprecisi, non aggiornati o disponibili. Mancano identificatori univoci per identificare varie entità. C'è anche difficoltà nell'identificazione della famiglia o del nucleo familiare, nel monitoraggio del quantum dei benefici pagati ai vari livelli di entità, ad esempio a livello individuale, familiare, in termini di ubicazione e capacità di effettuare controlli incrociati dei dati (come i dettagli del beneficiario , vantaggi dichiarati, ecc.) con i database di altre agenzie governative.”

E anche se l'uso dei dati Aadhaar e del portale MahaDBT si è dimostrato utile per trasferire i vantaggi, restano ancora più sfide con il processo .

< /p>

“Nel sistema attuale, non è disponibile una visione a 360 gradi del beneficiario e del sistema statale di prestazioni sociali. Non vi è alcuna struttura per pianificare e amministrare schemi. I dati storici e l'analisi dei pagamenti effettuati prima del collegamento dei dati Aadhaar non sono disponibili. Il portale conserva anche i registri dei soli cittadini registrati: non è un database esaustivo di tutti i residenti idonei. I dati riguardano principalmente le persone e non le organizzazioni. Ancora più importante, c'è anche la possibilità di perdite”, ha affermato il funzionario.
Anche l'identificazione dei beneficiari indipendentemente dal loro spostamento attraverso varie località diventa un problema.

“Siamo in procinto di nominando un integratore di sistemi che progetterà, svilupperà, distribuirà e manterrà MH-UCDH. La piattaforma conterrà i dettagli delle informazioni demografiche dei cittadini e il record anagrafico di ogni cittadino,” disse il funzionario.a