Teen Hacker afferma di poter accedere e sbloccare da remoto oltre 25 auto Tesla

0
79
Tesla

Quando si tratta di veicoli elettrici, le minacce informatiche sono una preoccupazione crescente. E anche se in passato abbiamo assistito a segnalazioni di hacker che hanno scherzato con i veicoli Tesla, di recente un adolescente afferma di avere accesso a oltre 25 Tesla in più di dieci regioni diverse.

Un autoproclamato specialista IT di 19 anni, David Colombo, ha aggiunto un lungo thread su Twitter descrivendo in dettaglio le sue affermazioni. Le dichiarazioni suggeriscono che abbia trovato un difetto di sicurezza che consente l'accesso ai sistemi di Tesla, dove può quindi controllare da remoto diversi veicoli. Tuttavia, Colombo si è affrettato a confermare che questo non è un problema con il sistema di sicurezza di Tesla in sé, ma piuttosto un problema da parte del proprietario.

Il giovane continua dicendo che è in grado di sbloccare le porte, abbassare i finestrini, accedere al sistema di telecamere remote di un'auto e persino iniziare le prime fasi della guida senza chiavi. Detto questo, non può accedere ai meccanismi di guida, come l'acceleratore o lo sterzo, ma afferma di poter persino scoprire la posizione dei veicoli. È sicuro dire che non convocherà presto la tua Tesla Model S, ma è ancora una scoperta preoccupante.

In un altro tweet, David Colombo ha detto: & #8220;Penso che sia piuttosto pericoloso se qualcuno è in grado di far suonare la musica a tutto volume da remoto o aprire le finestre/le porte mentre sei in autostrada.”

Se c'è un lato positivo, è che è stato solo in grado di farlo su circa 25 veicoli in regioni selezionate e accedendo a un sistema lato proprietario, non all'infrastruttura di Tesla. Da quando la scoperta è stata segnalata per la prima volta, Colombo ha detto di aver informato il team di sicurezza di Tesla, che sta indagando.

Da allora abbiamo visto Tesla ripristinare la sicurezza per diversi terzi- app per feste, ma il diciannovenne suggerisce che alcune di queste app non sono correlate alla situazione attuale.

In ogni caso, la possibilità degli hacker di accedere ai veicoli Tesla da remoto è sicuramente motivo di preoccupazione e possiamo aspettarsi maggiori dettagli o aggiornamenti di sicurezza in futuro per affrontare la situazione. Tesla è veloce quando si tratta di aggiornamenti, quindi resta sintonizzato. Sfortunatamente, Tesla non gestisce un team di stampa, quindi non abbiamo potuto contattare per commenti.

tramite Ars Technica