Come visualizzare e monitorare l'utilizzo dello spazio su disco dalla riga di comando di Linux

0
26

Anche se di solito è abbastanza chiaro se il tuo sistema si sta esaurendo di memoria o utilizzando troppo tempo della CPU, l'utilizzo del disco è un'altra metrica chiave che può insinuarsi nel tempo se lasci il tuo server incustodito. Ti consigliamo di controllare regolarmente l'utilizzo del disco utilizzando questi comandi.

Verifica dell'utilizzo del disco su Linux

L'utilità utilizzata per controllare rapidamente l'utilizzo del disco su quasi tutti i sistemi Linux è df, che sta per “filesystem del disco.” Stampa semplicemente un elenco di tutti i filesystem sul tuo sistema.

df -hT

Questo comando qui viene invocato con due flag, -h per “leggibile dall'uomo,” che stampa i numeri di byte in KB, MB e GB e -T, che mostra il tipo di filesystem.

df stamperà ogni filesystem insieme alla dimensione, quanto è utilizzato e disponibile e dove è montato sul tuo sistema.

Noterai subito che probabilmente hai molti più “filesystem” di quanto ti aspetteresti. Questo server ha solo un'unità a stato solido, ma ha oltre 20 filesystem. La maggior parte di questi sono elementi di back-end utilizzati per altri programmi e servizi, come squashfs compressi, tmpfs virtuali e sistemi di overlay Docker utilizzati per i container.

Pubblicità

In questo esempio, ext4 è l'unità reale, il che è ovvio perché è montata alla radice, ma nei sistemi a più unità potrebbe non essere immediatamente chiara. Se lo desideri, puoi filtrare questo elenco specificando quale tipo desideri visualizzare con il flag -t minuscolo:

df -hT -t ext4

Oppure rimuovendo ciò che non vuoi vedere manualmente con il flag -x:

df -hT -x squashfs -x overlay -x tmpfs -x devtmpfs

Puoi anche chiedere a df informazioni su qualsiasi filesystem specifico, inclusi anche i caratteri jolly per abbinare più sistemi per nome:

df -h /dev/md*

Oppure puoi chiedergli informazioni su un mount specifico, che è molto utile per ottenere rapidamente le informazioni sul tuo sistema di root:

df -h/

Monitoraggio in breve

La maggior parte delle volte, però, probabilmente non vuoi ricordare e digitare una serie di comandi con flag specifici. È per questo che è stata creata l'utilità di sguardi e ti consigliamo vivamente di provarla.

Fondamentalmente è un sostituto di utilità integrate come top e htop, tranne per il fatto che mostra molte metriche di prestazioni diverse sul tuo sistema, i dischi. Non è incluso nella maggior parte delle distribuzioni Linux per impostazione predefinita, ma è open source e può essere installato da pip, dato che è un'app Python.

sudo pip install sguardi Pubblicità

Quindi esegui semplicemente l'app per aprire la dashboard di Sguardi:

Sguardi

Troverai nell'angolo in basso a sinistra alcune informazioni sull'utilizzo del disco, incluse le velocità di I/O attuali, nonché l'utilizzo totale di ciascun disco fisico. Usando questo, puoi facilmente individuare i problemi con i dischi che si riempiono prima che si rompa il tuo sistema.

Ci sono molte altre utilità per monitorare il tuo sistema, ma sguardi seleziona tutte le caselle, quindi è uno strumento piuttosto carino da avere.

Invio di avvisi quando l'utilizzo del disco è troppo elevato

Il problema principale con gli strumenti da riga di comando è che richiedono una proattività nel verificare la presenza di problemi. Ma i problemi possono comparire inaspettatamente, quindi è bene essere avvisati in anticipo.

Quindi, la soluzione è impostare un cron job giornaliero che verrà eseguito df automaticamente per verificare l'utilizzo su il sistema di root. Lo confronterà con un valore impostato e, se è maggiore, invierà un messaggio.

#!/bin/bash CORRENTE=$(df/| grep/| awk '{ print $5}' | sed 's/%//g') SOGLIA=90 if [ “$ CORRENTE” -gt “$ SOGLIA” ] ; quindi curl -X POST -H 'Content-type: application/json' –data “{“text”:”Il tuo server `$(hostname)` è attualmente a ${CURRENT}% di capacità del disco. “}” fi

Hai molte opzioni su come ricevere i messaggi e dipenderà dal tuo contatto preferito. Il modo più semplice sarebbe configurare l'utilità di posta per inviarti e-mail dalla riga di comando. Puoi leggere il nostro articolo sull'impostazione di Postfix per gestire questo per te.

Pubblicità

Un metodo molto più interessante è inviarti un messaggio direttamente su una piattaforma di messaggistica su cui sei attivo, ad esempio come la configurazione di notifiche Slack dal tuo server, che può essere eseguita facilmente utilizzando webhook con richieste curl POST.

Per saperne di più, puoi leggere il nostro articolo sulla configurazione dei webhook Slack per gli avvisi di spazio su disco.

RELAZIONATO: Come eseguire l'installazione Notifiche Slack per spazio su disco insufficiente sul tuo server