Rahul condivide l'elenco degli “agricoltori deceduti”, afferma che i loro parenti sono stati risarciti dal governo del Punjab

0
183

Parlando con la stampa, Rahul Gandhi chiede un risarcimento alle famiglie dei contadini deceduti, venerdì a New Delhi. (Express Photo di Praveen Khanna)

Giorni dopo che il governo ha dichiarato al Parlamento di non avere dati sugli agricoltori morti durante le proteste durate un anno, l'anziano leader del Congresso Rahul Gandhi venerdì ha presentato un elenco di oltre 400 agricoltori deceduti e ha affermato che le loro famiglie sono state risarcite dal governo del Punjab governato dal partito.

Colpire il Centro guidato dal BJP per il suo ” mancanza di umanità” e definendolo “arrogante”, Rahul ha affermato che il governo non è disposto a risarcire le morti di Covid-19 e non è pronto a fornire assistenza finanziaria alle famiglie dei contadini deceduti.

“Questo non è come dovrebbe comportarsi il Primo Ministro indiano. Questo è un modo molto sgradevole, immorale e codardo di comportarsi”, ha detto.

https://images.indianexpress.com/2020/08/1×1.png

Pochi giorni fa, in una risposta scritta alle domande relative alle leggi agricole e alle proteste degli agricoltori, tra cui se il Centro propone di fornire assistenza finanziaria ai parenti degli agricoltori morti durante l'agitazione, il ministro dell'agricoltura dell'Unione Narendra Singh Tomar ha affermato che il il governo non ha alcun record di agricoltori morti durante le proteste.

Affermando che circa 700 sono morti durante la protesta degli agricoltori durata un anno, Rahul ha detto: “Abbiamo fatto dei compiti. Abbiamo i nomi di 403 persone che il governo del Punjab ha risarcito di 5 lakh di rupie ciascuno. Ha anche fornito lavoro a 152 persone. Abbiamo un altro elenco in cui abbiamo nomi di 100 persone provenienti da altri stati. Poi c'è un terzo elenco che si basa su informazioni pubbliche di nomi, indirizzi e numeri di telefono che possono essere facilmente verificati se il governo lo desidera.”

Visualizza questo documento su Scribd

Ha aggiunto: “Le liste esistono ma il governo insiste che non ci siano. Qual è lo scopo? Queste persone sono morte a causa dell'agitazione. Non stiamo parlando di miliardi di dollari, migliaia di crore di rupie. Si tratta di un compenso minimo per il sacrificio che hanno fatto. Lo stesso presidente del Consiglio ha ammesso di aver commesso un errore. Ha chiesto scusa alla nazione e come conseguenza dell'errore sono morte 700 persone. Ora, stai mentendo sui loro nomi. Perché non hai la decenza di dare loro ciò che è loro dovuto? Il governo indiano dovrebbe pagare un risarcimento e aiutare queste famiglie”.

Rahul ha anche affermato che il governo farà “qualsiasi cosa per due o tre grandi industriali amici del Primo Ministro e del governo”. Ma quando si tratta degli agricoltori, stanno semplicemente negando e dicendo che queste 700 persone non esistono, ha aggiunto.

Leggi anche | Il governo cerca i nomi per il pannello della fattoria; 2 leader sindacali dicono che è tempo di discutere di dharna fine

“Il minimo compenso è il minimo rispetto che puoi dare. Perché si è scusato? Perché ha cercato di applicare una legge sbagliata e queste persone sono morte per questo. Da una parte si scusa e dall'altra il governo nega l'esistenza di queste persone. Abbiamo la lista. Il presidente del Consiglio, se lo desidera, può chiamarli direttamente e parlare con loro per verificare. Lo saprà”, ha detto.

Il governo del Punjab, ha detto Gandhi, non è responsabile della morte di queste persone. “Non era nostra responsabilità. Tuttavia, abbiamo pagato perché capiamo che stanno attraversando un momento difficile. Abbiamo intenzione di dare a molti di loro posti di lavoro e abbiamo già agito su di esso”, ha detto.

Visualizza questo documento su Scribd

Alla domanda su quale potrebbe essere la ragione del governo per non annunciare risarcimenti per le famiglie dei contadini morti, ha risposto: “Arroganza. Pensano che siamo al potere, quindi tutti hanno bisogno di ascoltarci. Non c'è umanità. Il presidente del Consiglio l'avrebbe fatto in un minuto se avesse pensato alle famiglie, ai loro figli, alla loro istruzione, alla loro assistenza sanitaria. Ma pensa solo alla sua immagine e alla sua posizione”.

La stampa dovrebbe avere accesso al Parlamento: Rahul

Sulle restrizioni all'accesso alla tribuna stampa del Parlamento, Rahul ha affermato: “Penso che la stampa dovrebbe certamente avere accesso al Parlamento. Penso che sia importante. È abbastanza chiaro che non sta accadendo e forse non accadrà. Questa è la nuova India, abituati per un po'.”

📣 L'Indian Express è ora su Telegram. Fai clic qui per unirti al nostro canale (@indianexpress) e rimanere aggiornato con gli ultimi titoli

Per tutte le ultime notizie sull'India, scarica l'app Indian Express.

  • Il sito web di Indian Express è stato valutato GREEN per la sua credibilità e affidabilità da Newsguard, un servizio globale che valuta le fonti di notizie per i loro standard giornalistici.